Ricerca

15 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
Umani e umanoidi: vivere con i robot
LIBRI DI TECNOLOGIA - Scrivono gli autori di 'Umani e umanoidi' che tra vent'anni potrebbe esserci un umanide amico in ogni casa per assistere i nonni, portare i nostri figli a scuola e prepararci il caffè. Un umanoide nella forma di robot, non necessariamente antropomorfi, ma umanizzati e catalizzatori di paura, di sofferenza o di sentimenti. Quanto più il robot è costruito con sembianze umane, tanto più diventa facile proiettare su di esso le nostre paure e aspettative. Il robot umanoide si presta a diventare il naturale surrogato dell'uomo, con i suoi grandi misteri relativi alla creazione, alla morte e ai sentimenti.
Si trova in Segnalazioni / Bibliografia Tecnologica
L’interfaccia cervello-macchina ci proietta nella fantascienza
Dagli studi avanzati del cervello emerge una visione panteistica del mondo dove popolazioni di neuroni agiscono come folle oceaniche in costante fermento. Il libro Il cervello universale di Miguel Nicolelis rivela i traguardi raggiunti e quelli probabili. In realtà la nuova frontiera cervello-macchina prospetta delle connessioni tra uomini e computer che aprirebbero scenari per noi semplicemente inimmaginabili. Anticiparne gli approdi o intuirne le traiettorie future sarebbe un po’ come chiedere all’uomo primitivo di misurarsi con la complessità dell’economica moderna e i suoi risvolti finanziari.
Si trova in Blog / Solo ebook
Umano, postumano verso una singolarità che obbliga a una riflessione critica
Segnaliamo un articolo di Stefano Rodotà dal titolo "Così l'umano può difendersi dal postumano" su argomenti su cui SoloTablet riflette e condivide pensieri e riflessioni invitando tutti a valutare criticamente tecnosceienza e robotica. Il testo è una sintesi di una lezione tenuta all'Università di Perugia e su temi trattati da Rodotà frequentemente. Il testo è stato ripreso da Repubblica del 28 aprile 2015.
Si trova in Segnalazioni
La tecnologia si prepara a cambiare la nostra vita intima, amorosa e sessuale
Altro che Realtà Virtuale! L’evoluzione della tecnologia è tale da poter cambiare negli anni a venire la natura umana e le vite personali degli individui. Lo farà attraverso sensori, cerotti adesivi o tatuaggi e altre tecnologie integrate con l’organismo umano, sotto la pelle o sulla sua superficie, capaci di mostrare e condividere emozioni, esperienze e connessioni intime grazie a informazioni biometriche. Prima creando situazioni familiari, amicali, sessuali nelle quali sentirsi a proprio agio nel manifestare, esplorare ed esprimere emozioni intime e poi favorendo livelli di relazione sempre più sofisticati
Si trova in Blog / Tabulario
Due ESSE a confronto, Sesso e Smartphone!
Alcuni ricercatori suggeriscono che le nuove protesi tecnologiche con le quali amiamo 'titillarci' stanno causando un calo nell'attività sessuale. Sta forse nascendo una nuova generazione di umani, più cyborg che carne e sempre più condizionati dalle loro componeti tecnologiche che da quelle ormonali? Per il momento le ricerche sono state effettuate nei paesi ango-sassoni. E se fossero fatte anche in Italia?
Si trova in Lifestyle
I corpi bionici dei cyborg che verranno: non solo tablet!
Google Glass e altre tecnologie indossabili sono la prova evidente di un’evoluzione cyborg in corso di cui siamo protagonisti e vittime allo stesso tempo. Un’evoluzione hardware e software insieme, neurobiologica e macchinica al tempo stesso. Con un ruolo importante giocato anche dalle APP e dai nuovi dispositivi mobili.
Si trova in Blog / Tabulario
Homo technologicus, oltre i limiti dell'umano
Le nuove tecnologie hanno cambiato il nostro rapporto con le macchine. Siamo da sempre naturalmente tecnologici perchè concepiamo strumenti che retroagiscono su di noi cambiandoci. L'uomo con il computer è diverso dall'uomo senza computer. Dobbiamo coabitare ed usare la tecnologia ma al tempo stesso essere coscienti che la tecnologia non è più neutrale, non ci lascia indenni!
Si trova in Blog / Tabulario
I robot del futuro con la faccia di amici e conoscenti
Gli investimenti in sviluppo e ricerca per la progettazione di robot capaci di interagire con noi umani anche su un piano emozionale sono in costante crescita. La ricerca è sempre più finalizzata all'automazione ma anche a eliminare le paure verso tutto ciò che è sconosciuto e tecnologico. I nuovi robot saranno sempre più umanoidi, con intelligenza artificiale, capacità senzienti ma anche sembianze, espressioni facciali e volti umani. Parleremo con robot dal volto amico!
Si trova in Blog / Tabulario
La tecnologia porta speranza, basta non confonderla con noi
A dirlo è Serge Tisseron intervistato dal Corriere della Sera per il settimanale La Lettura. Un’intervista nella quale lo scienziato anticipa ai lettori italiani i temi del suo libro “Le jour où mon robot m’aimera. Vers l’empathie artificielle” e prefigura un tempo non lontano nel quale ci saranno automi capaci di riconoscere le emozioni altrui e le loro cause.
Si trova in Blog / Tabulario
Robot alla ricerca di nuovi posti di lavoro
Con la sua nuova veste grafica Linkedin è oggi in grado di offrire a milioni di professionisti e aziende la possibilità di partecipare attivamente al mercato del lavoro per scambi e opportunità al momento tutte umane. Nel futuro prossimo venturo Linkedin potrebbe diventare anche il luogo preferito da robot o loro costruttori per la ricerca di posti di lavoro per i quali nel frattempo si sono specializzati. Lavori non più e non soltanto manuali ma cognitivi e capaci di competere con le classi del cognitariato attuale.
Si trova in Lifestyle