Ricerca

211 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
L’innovazione paga sempre, anche quando a innovare non è Apple
Nel mese di ottobre 2015 le vendite di tablet Microsoft Surface Pro 4 sono aumentate del 45%, quelle dell’iPad sono scivolate di un altro -17%. Apple spera che l’iPad Pro cambi la situazione rilanciando il suo tablet. La vera notizia è che a essere percepito come una vera novità è il tablet di Microsoft. Quello di Apple al contrario è percepito come una semplice iterazione e aggiornamento di qualcosa che già si conosce. E poco importa che lo schermo sia più grande e il processore più potente! L'iPad Pro sembra solo un altro iPad, il Surface Pro 4 una alternativa al PC e una vera sorpresa innovativa.
Si trova in Produttori
New iPad, no a numerazioni, aggettivi e fronzoli vari!
Questa volta nessun numero progressivo per farci capire che si tratta della versione più evoluta, e nemmeno la dicitura HD per indicare la risoluzione più alta dello stesso HDTV. Provo a spiegarvi il perchè di una scelta. Un punto di vista personale.
Si trova in Blog / Ho solo il tablet
TouchChat una app per persone con problemi di linguaggio
Una applicazione per persone che hanno difficoltà a parlare e che fornisce loro strumenti e funzionalità per comunicare attraverso immagini. L’applicazione è disponibile su piattaforma iPhone e iPad.
Si trova in Blog / In corsia con il tablet
Riflessioni su Anima e iPad di Maurizio Ferraris (1)
Che cosa c'entra l'anima con i'iPad? Niente, direbbero i più, distratti dall'estetica del dispositivo. In realtà questa strana coppia ha un'affinità profonda, e la tecnologia serve all'autore a portare alla ribalta una moltitudine di concetti antichissimi, come ad esempio la scrittura. E pensare che l'autore l'iPad manco ce l'ha!
Si trova in Blog / Morsi
Riflessioni su Anima e iPad di Maurizio Ferraris (2)
Tabula, il secondo capitolo di Anima e iPad di Maurizio Ferraris si apre con un’affermazione impegnativa “La tabula è la condizione di possibilità del pensiero”. “In entrambi i casi abbiamo a che fare con enormi supporti della memoria – sostiene Ferraris – e gli ultimi 30 anni ci hanno riservato un insegnamento importante. Abbiamo ragionato poco sul fatto che la tecnologia ha finito per contraddire le previsioni che si facevano in passato su quanto sarebbe accaduto nei tempi moderni."
Si trova in Blog / Morsi
Riflessioni su Anima e iPad di Maurizio Ferraris (4)
"Il tablet esterno, l'iPad, è dunque la protesi della tabula interna, ed è la più recente di tutte quelle altre protesi - archivi, documenti, promemoria, libri, appunti - con cui l'umanità ha cercato di rimediare alla finitezza della memoria e soprattutto della vita. Perché fintanto che qualche memoria rimane da qualche parte, fosse pure solo in un iPad, ecco che resta un po' di anima, mentre se la memoria se ne va si ha un bell'essere vivi, anche l'anima se ne è andata, ed è per questo che l'Alzheimer ci fa tanta paura." - Maurizio Ferraris
Si trova in Blog / Morsi
Riflessioni su Anima e iPad di Maurizio Ferraris (5)
Siamo uomini o automi? Assomigliare ad una macchina non è un’idea che ci diverte, eppure i nostri respiri , il battito del nostro cuore e altre funzioni si svolgono indipendentemente dalla nostra volontà. La teoria freudiana attribuisce all’inconscio la causa dei nostri comportamenti, le neuroscienze invece li spiegano in termini biologici. E se fossimo “solo” delle meravigliose macchine? E se anche i sentimenti più autentici fossero il risultato di ripetizioni?
Si trova in Blog / Morsi
Riflessioni su Anima e iPad di Maurizio Ferraris (6)
Nel sesto e ultimo capitolo di Anima e iPad intitolato Corpus (escatologia) Maurizio Ferraris guarda a cosa ne è di noi dopo la morte: come sopravvive la nostra anima, la nostra coscienza? Non, come avevamo immaginato da bambini, incontrando i nostri amici e parenti lassù, oltre le nuvole, ma tra gli spettri della rete, tra le mille facce di Facebook, nel Totentanz di Youtube, o nel silenzio di un libro.
Si trova in Blog / Morsi
Il pittore e l'iPad
Si chiama David Hockney, è forse il più grande artista inglese vivente, ha 75 anni a dipinge con l'iPad creando paesaggi inconfondibili. Passando dalla tavolozza all'iPad l'artista inglese ha riscoperto la creatività della giovinezza artistica creando 51 nuove opere fatte su iPad. A queste nuove opere tecnologiche la Royal Academy of Arts di Londra.ha dedicato la sala più grande e prestigiosa.
Si trova in Blog / Morsi
Valcamonica Rock Art: l'APP dell'arte rupestre
L'arte ruprestre è un'affascinante testimonianza artistica dei nostri antenati. La Valle Camonica è una delle aree geografiche con la più grande varietà e ricchezza di incisionii rupestri al mondo. Anche l'arte Rupestre è ora visitabile e accessibile attraverso l'ausilio della tecnologia. Lo si può fare grazie a Valcamonica Rock Art, applicazioni per iPhone e iPad utili alla conoscenza del patrimonio rupestre camuno.
Si trova in Blog / Arte, Restauro e tecnologia