Ricerca

18 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento














Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
Google Now ora anche su iPhone e iPad
L’assistente personale di Google, Google Now, sbarca sulla piattaforma iOS e fa concorrenza a Siri di Apple. Dopo aver debuttato sui dispositivi Android Google Now è ora a disposizione degli utenti Apple e conferma la strategia di Google centrata sul software e sui servizi.
Si trova in APP / Novità APP
Siri, Cortana, Alexa, Denise, Viv, Jaesa, Tay: tutte belle, sexy e capaci di intimidire!
I dispositivi tecnologici si stanno popolando di presenze strane, entità che si propongono come assistenti personali, badanti in grado di facilitare e fluidificare l’interazione con entità tecnologiche sempre più complesse in forma di software, APP, funzionalità, capacità decisionale e di scelta. Sono quasi sempre entità di genere femminile, dai nomi accattivanti e tranquillizzanti, sexy e suadenti e così simili a esseri umani da intimidire i loro interlocutori o di farli innamorare.
Si trova in Lifestyle
Dalle interfacce utente alle intelligenze artificiali
L’interazione con i dispositivi tecnologici avviene oggi attraverso interfacce utente sofisticate, tattili, legate al magnetismo dei display su cui si animano in forma di menu e funzionalità. Domani queste interfacce potrebbero essere sostituite da assistenti personali dotati di parola, di capacità di apprendimento e di intelligenza artificiale.
Si trova in Produttori
HomePod la risposta di Apple a Echo Show
L'ultimo evento WWDC di Apple ha confermato molte delle previsioni fatte che prevedevano annunci hardware. Uno di questi prodotti si chiama HomePod e mira a fare della musica di casa quello che l'iPod ha fatto per il consumo di musica in passato. HomePod è anche la risposta ad Amazon e al suo dispositivo Echo Show.
Si trova in Produttori / Apple
Artificiale, capace di apprendere e intelligente: il Chatbot del futuro è già qui
In questi giorni molti utenti della Rete stanno ricevendo email intimidatorie che comunicano denunce depositate per violazioni della dignità e della rispettabilità delle persone attraverso Facebook. Si tratta naturalmente di malware e nuovi esercitazioni di attacco alla vulnerabilità degli utenti. Cosa potrebbe succedere a breve quando il Chatbot Viv sarà in grado di sostituire utenti Facebook e usare la piattaforma social per interazioni, conversazioni e collaborazioni?
Si trova in Lifestyle
La competizione futura è sulla intelligenza artificiale
Più che l’anno delle tecnologie indossabili il 2016 sta diventando l’anno della intelligenza artificiale. L’acquisizione di Viv da parte di Samsung è l’ultimo esempio dell’attenzione che tutti i protagonisti della scena tecnologica stanno prestando a soluzioni e applicazioni di intelligenza artificiale. L’altra notizia è la collaborazione tra Microsoft, IBM, Google, Amazon e Facebook per la diffusione e la conoscenza pubblica delle nuove soluzioni di AI.
Si trova in Produttori / Google
Un assistente personale che si chiama TalkForce
Cinque studenti italiani sono tornati vincitori da Parigi con TalkForce, un chatbot che rivoluzionerà l’attuale concetto di assistenza al cliente
Si trova in Focus Italia / Segnalazioni dal mercato
Un display nell'evoluzione prossima futura di Echo
Echo (in italiano ECO) non è solo una ninfa delle montagne mitologiche greche, ma anche un prodotto di successo di Amazon. Alla prima, votata al pettegolezzo, la moglie di Zeus per gelosia tolse l'uso della parola condannandola a ripetere solo le ultime parole udite. Al secondo Amazon potyrebbe limitare l'uso della parola vestendolo di uno schermo. Echo è un gadget tecnologico che ha cambiato il mercato degli assistenti personali aprendo nuove strade all'uso dell'intelligenza artificiale sposata a Bot, Chatbot e dispositivi o algoritmi dotati di parola. Il 2016 è stato l'anno di svolta dei Bot/Chatbot e potrebbe terminare con una evoluzione di Echo molto interessante, l'aggiunta della interfaccia tattile. Un ritorno all'indietro?
Si trova in Produttori / Amazon
Si chiama Home la risposta di Google a Echo di Amazon
Echo, Home sono nomi semplici, brevi e facili da ricordare, concetti ricchi di significati, con una lunga storia e mitologia, perfetti per lo storytelling e la narrazione continua, evocativi a sufficienza per attrarre e rafforzare eventuali decisioni di acquisto. Echo e Home sono anche due prodotti con cui due colossi tecnologici come Amazon e Google si confronteranno sul mercato degli assistenti personali parlanti e dotati di qualche forma di intelligenza.
Si trova in Lifestyle
SIRI, ALEXA, ECHO, VIV: il futuro delle interfacce è nella voce
Chi conosce la storia dell’informatica e del computer sa con quanta rapidità essa si sia compiuta e quanto le macchine tecnologiche siano cresciute e diffuse diventando più intelligenti, più potenti e capaci in interagire con gli esseri umani in forme e modalità sempre più tipicamente umane. L’interazione vocale attraverso il linguaggio naturale è stata oggetto per decenni di ricerche e sviluppi finalizzati allo sviluppo di interfacce dotate della stessa capacità umana di comunicare pensieri complessi e capaci di esprimere emozioni. Molti progetti sono falliti ma tutti hanno contribuito alla evoluzione di quella che sarà una prossima grande rivoluzione basata sulla capacità del computer di capire l’umano, il tutto senza bisogno di alcun accessorio o mezzo come una tastiera, un joystick, un mouse o un contatto tattile.
Si trova in Produttori