APP /

2018: anno all'insegna del software

APP

2018: anno all'insegna del software

18 Novembre 2017 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
La fine del 2017 è prossima. Mancano ancora numerosi giorni ma la stramaledetta abitudine di anticipare le decoriazioni natalizie segnalano che il 2018 è sempre più vicino. Chi è interessato alla tecnologia può cominciare a informarsi su ciò che caratterizzerà l'anno nuovo. Una delle previsioni più facile è sul ruolo del software, delle sua piattaforme e applicazioni. Alcune in particolare come l'intelligenza artificiale destinate a dominare scenari futuri, sviluppi, investimenti, mercati e consumi.

Non tutti i futurologi sono credibili,soprattutto nessuno di loro ha la bacchetta magica per prevedere ciò che effettivamente accadrà. Alcuni analisti però sono più credibili di altri perchè hanno una lunga storia di previsioni che hanno permesso loro di affinare metodologie di ricerca, percezione e capacità di individuare i fenomeni emergeni e le forze di aggregazione che li caratterizzano. Uno di queste socierà di analisi del mercato è Gartner Group.

CONSIGLIATO PER TE:

L'algoritmo non va mai in vacanza

Secondo Gartner il 2018 è l'anno del softare. Non solo intelligenza artificiale ma anche Internet degli oggetti, Realtà Virtuale, Aumenatate e Mixed, nuove tipologie di applicazioni guidate da eventi, blockchain e progressive APP (una nuova metodologia per sviluppare software che porta alla realizzazione di applicazioni ibride, sia Web sia Mobile).

In base alle rilevazioni di Gartner solo il 40% delle aziende ha già adottato o sperimentato applicazioni di Intelligenza Artificiale. Tutte però ci stanno lavorando, innanzitutto per individuare e predisporre le risorse che servono, in termini di dati e di informazioni. Nel 2018 numerose applicazioni aziendali trarranno vantaggio dalla continua evoluzione dell'Intelligenza Artificiale, dalle crescenti capacità delle macchine di apprendere e dalla sua applicabilità a processi, ambiti e attività aziendali.

La seconda area di investimenti crescenti in termini di software è il fenomeno delle Internet degli Oggetti e delle apparecchiature dotate di sensori capaci di raccogliere dati, di elaborarli e analizzarli in tempo reale, in modo da sostenere attività lavorative, domestiche, sociali, e individuali. Per rendere possibili le città intelligenti e modelli o piattaforme interconnesse simili serviranno nuove componenti hardware e uovi sensori ma soprattutto tanto software e nuove applicazioni. In particolare dovrà esser prestata particolare attenzione all'esperienza utente.

Il terzo ambito software di elevato interesse gravita intorno alle applicazioni di Realtà Mixed. Piattaforme di Realtà Virtuali e Aumentate come Tango di Google, capaci di generare esperienze al consumo immersive  di regalare agli uffici marketing e alle aizende nuove opportunità di ingaggio e coinvolgimento dei consumatori. Anche in questi ambiti di sviluppo la componente principale è data dalle informazioni e dai dati disponibili, raccoglibili, analizzabili e condivisibili con i consumatori durante le loro esperienze di acquisto. La potenza marketing e commerciale delle Mixed Reality è ormai percepita come una opportunità dalla grande distribuzione, dalle grandi Marche ma anche da semplici catene di negozi e punti vendita.

La quarta categoria di software evidenziata da Gartner come emergente nel 2018 comprende le cosiddette applicazioni in tempo reale e guidate da eventi. Una emergenza collegata alla necessità per molte aziende di tradurre in pratica in tempo reale le loro strategie e inziaitive commerciali e di business. Modificare strategia richiede una nuova capacità di ascolto dei bisogni emergenti dei consumatori ma soprattutto la capacità di cambiamento rapido degli approcci e dei metodi di sviluppo dei prodotti. La capacità di una reazione veloce è sempre più legata a piattaforme software capaci di reagire opportunamente a nuovi eventi provenienti dal mercato in modo da adattare strategie, proposizione e attività marketing, promozionali e commerciali a nuovi bisogni.

Mentre nel 2017 la Blockchain ha rappresentato un fenomeno emergente di moda, nel 2018 un numero crescente di aziende ne sperimenterà in casa le potenzialità in ottica software e di servizi. Il software sarà necessario per costruire le interconnessioni peer-to-peer tra dispositivi che caratterizzano la blockchain. I servizi serviranno a sperimentare nuovi ambiti di business come quelli legati alle crypo-monete e alle transazioni senza contanti.

Infine l'ultima novità 2018 rilevata da Gartner va sotto il nome di Progressive App, applicazioni ibridate capaci di offrire il meglio dei due mondi Web e Mobile. La crescita di questo tipo di applicazioni è stata solida per tutto il 2017 e continuerà anche nel 2018. Nel frattempo a farla da padrone saranno le applicazioni Web.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Wemotic

Wemotic è una nuova realtà operante nei settori dell’IT e della Comunicazione nata...

Vai al profilo

CREALAB SRL

CREALAB è una società italiana che offre servizi e consulenza nell'ambito del settore...

Vai al profilo

ePERFECTMAGAZINE

eMAGAZINE - " cose che non leggi altrove" il FREE magazine che ti racconta di arte, moda...

Vai al profilo

Consiglio Digitale

Consiglio Digitale gestisce differenti piattaforme di messaggistica crowd-powered...

Vai al profilo