APP Marketing /

2017 e marketing delle APP

2017 e marketing delle APP

22 Novembre 2016 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Il 2016 si sta chiudendo irrispettoso delle tante previsioni fatte su un anno che avrebbe dovuto essere caratterizzato dai dispositivi tecnologici indossabili e dalle Internet degli oggetti. Nel corso dell'anno si è continuato a parlare molto di smartphone, anche per le vicende di Samsung e dei suoi Galaxy esplosivi, di PC con le novità Microsoft e Apple, di assistenti personali e di intelligenza artificiale. E le APP?

Di APP nel 2016 si è parlato poco, con l'eccezione di quelle associate alla cosiddetta sharing economy  come Uber, AirBnb e simili. Il mercato delle applicazioni non sembra essere molto cambiato per chi sviluppa. Continua a essere ricco per alcuni, accattivante per altri ma poco remunerativo per tutti gli altri. Rimane per tutti il problema di cosa fare per l'anno a venire, un anno che sarà ricco di cambiamenti, sociali, economici e soprattutto politici, con ricadute certe anche sul mercato della tecnologia.

Chi ha sviluppato applicazioni per piattaforme mobili sa che per garantirne la visibilità e la crescita dovrà investire in nuove attività e iniziative marketing. L'obiettivo deve essere di mantenere trendy l'APP in modo ma tenerla nelle posizioni più alte delle classifiche degli store online e di favorirne nuovi download e aggiornamenti.

Richiamare l'attenzione su una APP significa aumentare la percezione del mercato sulla sua rilevanza e utilità con l'obiettivo di creare il passaparola e alimentare il numero di download. Prima di attivarsi in ogni nuova iniziativa conviene ri-verificare la correttezza e adeguatezza del messaggio e che la scelta delle audience target sia ben fatta. Più l'applicazione è conosciuta, meglio centrate sono le audience di riferimento, maggiore è il numero dei download dell'applicazione e ancora più grande sarà la sua visibilità.

Segnaliamo l'e-book di Carlo Mazzucchelli App Marketing: lo sviluppo non è che l'inizio: rivolto a giovani startupper con grandi idee e pochi budget, a singoli sviluppatori molto tecnici e poco commerciali, a piccole aziende senza uffici marketing e dipendenti da agenzie esterne per le loro attività marketing, a giovani esperti di marketing impegnati sul mercato Mobile e a singoli professionisti alla ricerca di opportunità di business e lavorative

Se lo sviluppo di un'APP è stato accompagnato da buone pratiche marketing si può operare al di fuori dello store con nuove attività e iniziative.

Ad esempio alimentando la narrazione del sito Web associato all'applicazione con nuovi racconti, notizie, e informazioni utili a creare le motivazioni per un download e acquisto e poi usare i media sociali e i social network per condividere queste narrazioni, arricchendole con i feedback degli utenti e potenziali clienti.

Fin qui tutto può essere fatto in casa senza bisogno di ricorrere a persone specializzate e senza grandi investimenti. Il successo dell'applicazione può determinare nuovi investimenti e nuove iniziative marketing. In molti casi una buona pratica marketing interna è però più che sufficiente.

Serve solo avere una visione marketing strategica e pensare alle motivazioni che guidano il cliente al download e ai suoi bisogni mutanti nel tempo.

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


DidApp

App didattiche per la prevenzione dei disturbi dell'apprendimento

Vai al profilo

DUECI

Il mondo Apple per le aziende e gli ambienti di produzione - Sviluppo software su...

Vai al profilo

Computime Srl

Computime, rivenditore Apple dal 1983, Servizi per l'editoria, Software House. La...

Vai al profilo

Alternative Apps

Alternative Apps design and develop applications for iPhone/iPod and iPad.

Vai al profilo