APP Marketing /

APP Marketing: evoluzione della ricetta per il successo!

APP Marketing: evoluzione della ricetta per il successo!

04 Dicembre 2016 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Conoscenza del mercato, capacità di ingaggio di nuove audience e e potenziali clienti, APP dalle prestazioni e funzionalità sempre migliori, attenzione ai bisogni dei consumatori, queste sono le priorità reali. Poi vengono i download! Ma anch'essi sono insignificanti nel determinare il successo dell'APP se essa non viene effettivamente ed efficacemente utilizzata.

Chi sviluppa APP per dispositivi mobili e continua ad avere come obiettivo il numero di download dovrebbe fermarsi un attimo per analizzare meglio i risultati ottenuti e ripensare le sue strategie marketing e investimenti nello sviluppo di nuove APP.

Molti analisti hanno da tempo evidenziato come il numero elevato di download non determini il successo di una APP e del suo marchio. Ciò che conta è quanto questa APP viene effettivamente usata dopo il download. Lo sforzo marketing deve essere certamente focalizzato sul far conoscere l'applicazione sfruttando tutti i canali disponibili ma soprattutto nel costruire e facilitare esperienze utente di qualità. E per farlo non sarà sufficiente, per usare una metafora, "mettere dei nastrini colarati addosso a un maiale....". Convincere un consumatore ad abbandonare un'APP che usa per un'altra può essere una missione impossibile. Per questo motivo tutti gli sforzi devono essere concentrati sull'ingaggio, il coinvolgimento e sul coltivare le motivazioni che hanno suggerito il download e l'uso successivo di una APP.

Per fare questo bisogna conoscere molto bene i segmenti di mercato target e le loro audience, unico modo per cogliere in profondità i bisogni e le motivazioni all'acquisto (download) che guidano i clienti e consumatori. Per misurare il successo di una strategia è meglio non affidarsi più alla metrica quantitativa dei download. servono criteri di misurazione del successo di tipo qualitativo e legate alla qualità dell'esperienza di utilizzo.

Tutti gli sforzi e le strategie dovrebbero essere mirati a conquistare momenti di tempo del consumatore per tenerlo occupato con l'applicazione e ad interrogarsi quanti dei momenti totali passati online possano essere conquistati. I consumatori non sembrano avere alcun problema a cancellare una APP e passare ad un'altra se non ritengono soddisfatte le loro aspettative esperienziali. L'infedeltà è diffusa, non è legata alle funzionalità e non dipende dall'offerta competitiva sul mercato. A fare la differenza è l'esperienza che l'applicazione è in grado di fornire e la percezione che ne deriva.

Per arrivare a verificare il gradimento del pubblico, la pubblicazione dell'APP non è che il primo passo. Ad esso devono seguire costanti attività marketing finalizzate a dare forma e ad alimentare le motivazioni al download e dopo che è stato effettuato a gestire la reputazione dell'APP in modo da farla emergere dalla grande massa di applicazioni che riempie gli store online. Renderla visibile è come far favorire il ritrovamento di un ago in un pagliaio ma è una attività che non può essere evitata. Gli algoritmi degli store che determinano la visibilità di un'applicazione sono segreti ma è possibile adattare alcuni parametri come descrizioni, parole chiave, categorizzazione per farsi trovare.

Il motore e gli algoritmi della visibilità sugli store non devono essere sopravvalutati. Un quinto dei download scaturisce dal passaparola, spesso generato dalla qualità dell'esperienza utente sperimentata e dal valore percepito dall'uso dell'applicazione. Ne consegue che può risultare utile facilitare a condivisione delle informazioni sull'applicazione, le recensioni, la creazione di reti di contatto, le ricerche e i messaggi per invitare al download o a visitare i siti web dell'applicazione o dell'azienda che l'ha creata.

Anche se hanno perso molta della loro forza originaria continuano a essere utili ed efficaci banner o messaggi promozionali così come i canali offline usati per facilitare le esperienze online con l'applicazione di nuovi potenziali clienti.

A fare la differenza sarà sempre alla fine la qualità dell'applicazione, la sua effettiva utilità, i suoi contenuti, la convenienza, la sua specificità e superiorità tecnologica, i meccanismi di interazione, la facilità di navigazione e la sua capacità di ingaggio.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


XENIALAB

Xenialab sviluppa applicazioni native su Apple iOS (iPhone, iPad, iPod), Google...

Vai al profilo

Padiglio

Padiglio è una rivoluzionaria custodia per iPad, e tablet in generale, che consente a...

Vai al profilo

Computime Srl

Computime, rivenditore Apple dal 1983, Servizi per l'editoria, Software House. La...

Vai al profilo

SellSmart

L’applicazione di sales force automation più indicata ai bisogni commerciali delle...

Vai al profilo