Novità APP /

Alla guida con lo smartphone

Alla guida con lo smartphone

01 Giugno 2015 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Guidare e conversare usando uno smartphone continua a essere proibito ma è sempre più difficile camminare o guidare senza usarlo. Un numero crescente di auto è equipaggiata con sistemi audio-media in grado di interagire con uno smartphone e di usare le sue appliazioni.

Con quasi due miliardi e  mezzo di smartphone in circolazione le case automobilistiche non potevano non investire in integrazione tecnologica e sicurezza. L’investimento prevede sistemi media e di infotainment sempre più capaci di interagire con le applicazioni del dispositivo mobile. Già oggi sono più di quaranta i marchi automobilistici dotati di tecnologia CarPlay di Apple e quasi venti quelli dotato di Android Auto di Google. Molti altri offrono entrambe le soluzioni. Tutti sono promossi come strumenti tecnologici capaci di rendere più sicure le automobili perché in grado di ridurre il livello di distrazione indotto dalla tecnologia.

La trasformazione tecnologica delle auto le ha trasformate in sistemi computerizzati. Gli uffici marketing dei produttori hanno compreso l’essenzialità dello smartphone nella vita delle persone e stanno facendo in modo che le auto possano comunicare e interagire con esso. Non potendo prevedere quale marca di auto possa essere scelta dal consumatore e quanto la scelta sia condizionata dal possesso di un certo tipo di smartphone, i costruttori hanno fatto delle scelte in base alla tipologia dei loro mercati e alle caratteristiche demografiche e agli stili di vita dei consumatori a cui si rivolgono. Ferrari, Mercedes-Benz, Volvo e altre quaranta marche montano già oggi CarPlay di Apple, Hyundai ha scelto Android Auto per il suo marchio della linea sedan Sonata , GM sulle sue Chevrolet ha deciso di montare sia CarPlay che Android Auto.

 

car

Fonte: www.tweaktown.com

La richiesta crescente di maggiore integrazione con gli smartphone in circolazione suggerisce ai costruttori di auto di offrire entrambe le soluzioni Google e Apple. Una scelta intelligente che molti produttori potrebbero fare per non alienarsi la simpatia dei clienti acquisiti e di quelli potenziali.

L’interesse per sistemi di infotaiment come CarPly e Android Auto è in costante crescita ed ha sopravanzato quello per sistemi tradizionali di comunicazione con il dispositivo mobile basati su Bluetooth. Il vantaggio di disporre di uno schermo tattile, capace di visualizzare applicazioni e messaggi e di rendere più facile, rapida e sicura l’interazione, trasforma i nuovi sistemi media per l’auto in strumenti ‘must have’ (non posso non averlo). La sicurezza di questi strumenti continuerà ad aumentare con la diffusione di interfacce vocali capaci di eseguire comandi e funzioni comunicate a voce dal guidatore.

Benchè l’evoluzione tecnologica sia continua non bisogna attendersi che tutte le APP disponibili su uno smartphone siano gestibili anche da CarPaly o Android Auto o soluzioni simili. Queste soluzioni sono programmate per gestire un numero limitato di applicazioni, ad esempio il servizio di musica Spotify o applicazioni che danno accesso alla lista dei contatti, all’agenda e al sistema di messaggistica. E’ probabile che le applicazioni disponibili restino limitate anche in futuro. Non per problemi tecnici ma per evitare il rischio distrazione che un display ricco di icone e applicazioni potrebbe creare. Tutto è destinato a cambiare con l’evoluzione delle interfacce vocali.

CarPlay e Android Auto sono oggi le soluzioni più gettonate perché collegate alla diffusione di smartphone marcati Android (Google e OEM) e Apple. Le aziende costruttrici di auto avevano già da tempo introdotto soluzioni proprietarie finalizzate a offrire funzioni di connettività, intrattenimento e nuove funzionalità sui modelli da esse prodotti. GM ad esempio aveva introdotto il sistema InStar, poi copiato da altre  marche come Hyundai e Mercedes-Benz. Oggi tutte le marche hanno compreso l’importanza e il ruolo che sistemi di questo tipo hanno nel marketing e nelle vendite delle loro auto e agiscono in modo da offrire la soluzione migliore, quella più richiesta o quelle che possono soddisfare un numero maggiore di consumatori.

In futuro è probabile che le soluzioni proprietarie convivano con quelle dei produttori di tecnologia mobile. Le prime si specializzeranno nell’offrire funzionalità specifiche legate alla tipologia del veicolo, ad esempio strumenti per la diagnostica, le seconde porteranno dentro l’auto tutte le novità del mondo mobile

Il risultato sarà la trasformazione dell’auto in un sistema di comunicazione mobile. Mobile perché sempre in movimento e Mobile perché sempre collegato e interagente con un dispositivo mobile, smartphone o tablet.

 

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Merlino DreamLab

Merlino Dreamlab, realizza ebook interattivi multimediale per iPad e Tablet...

Vai al profilo

Codermine srl

Azienda di sviluppo web, mobile (android, ios e windows phone) e IOT (internet of...

Vai al profilo

INGEGNI Tech S.r.l.

INGEGNI Tech sviluppa applicazioni per il mercato mobile, sviluppando progetti per la...

Vai al profilo

Catalab

CATALAB è il progetto imprenditoriale di una realtà commerciale giovane e dinamica in...

Vai al profilo