Novità APP /

APP e grammatica del comunicare

APP e grammatica del comunicare

15 Aprile 2013 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Trarre vantaggi e guadagni da una APP mobile non dipende necessariamente dalla sua bontà nel design e dalle sue qualità tecniche. Fa la differenza l’abilità marketing nel promuoverla con le iniziative adeguate finalizzate ad attrarre nuovi potenziali clienti e a trasformarli in clienti paganti e soddisfatti. Obiettivi semplici da raggiungere se si pratica nel modo adeguato la grammatica della comunicazione.

Riflessioni introduttive

La cosa è nota e praticata da tempo: “Non si può non comunicare” (P. Watzlawick”)

La comunicazione è elemento costituente del nostro essere e investe il nostro quotidiano, il nostro modo di pensare, di sentire e di vestirci così come i nostri rapporti con le cose e le persone.  L’evoluzione della tecnologia, che ha nelle tecnologie mobili la sua massima espressione corrente, ha trasformato la nostra comunicazione e i linguaggi che usiamo.

I dispositivi mobili sono diventati potenti console ( Neuromancer come ibridazione uomo-macchina), con le quali rimaniamo connessi ai molti mondi virtuali e paralleli che abitiamo e nei quali  il mondo reale non è che una manifestazione possibile degli stessi. Al tempo stesso, nella comunicazione linguistica, gli aspetti visivi e musicali, la gestualità, la scrittura assumono sempre più peso. Questi vari linguaggi fatti di pensieri, sguardi e fisicità del corpo nello spazio prima ancora che di parole,  si intrecciano e interagiscono tra loro aiutandoci a strutturare le nostre strategie e le nostre azioni

Nella comunicazione più che parlare di qualcosa si parla con qualcuno, il con viene prima del contenuto. Comunicazione è capacità di attivare una forma di dialogo tra entità tra loro paritetiche che prevede feedback e controfeedback in una relazione circolare continua nella quale contano molto la punteggiatura e la grammatica utilizzate. La comunicazione diventa un modo per modificare i comportamenti e le azioni quotidiane come tale deve essere praticata e studiata.

Comunicazione e APP

Cosa c’entrano le due riflessioni introduttive con le APP Mobile? Semplice! Come abbiamo più volte scritto su SoloTablet (vedi articolo Marketing e promozione di applicazioni (APP) Mobile. Consigli di SoloTablet agli sviluppatori!, l'ideazione e lo sviluppo software dell’applicazione non è che il punto di partenza di un percorso che, per arrivare alla meta, deve prevedere grande capacità comunicazionale e la conoscenza delle tecniche e delle pratiche che servono ad attivare pragmaticamente nuove azioni (il download, l’acquisto, il passaparola, ecc.) e nuove prassi. E deve fare i conti con i destinatari target dell'applicazione.

Tutte le azioni che servono a promuovere la propia APP e che sono ormai note e commentate ampiamente in rete serviranno a ben poco se non si hanno presenti gli effetti pragmatici della comunicazione e se non si adottano approcci, tecniche, strumenti linguistici e iniziative adeguate.

Conta saper raccontare nel modo adeguato la propria APP (vedi alcune idnicazioni sotto) ma conta soprattutto avere chiari i profili dei propri interlocutori ( il con chi comunico della comunicazione), i loro comportamenti e le loro abitudini e i loro biosgni.

comm

Il marketing delle APP e a comunicazione

Alcune delle attività che servono possono essere riassunte in quanto segue. Per un elenco più articolato potete leggere i nostri articoli sull'argomento:

Ottimizzazione della applicazione nello store di appartenenza.

Per attrarre nuovi clienti il come una applicazione appare nello store è fondamentale, sia sull’APP Store di Apple che su Google Play di Google. Il motivo è semplice, il potenziale cliente non può provare l’applicazione prima di avere eseguito il download ed è costretto a sviluppare un giudizio sulla base delle impressioni che riceve e dal senso che lo sguardo riesce a cogliere, da una icona, da un testo, da immagini dell’applicazione ecc.


SoloTablet può gestire per voi l’implementazione di un piano marketing e delle attività necessarie a promuovere una APP, a individuare e coltivare i mercati target ideali e soprattutto a fidelizzare i propri utenti/clienti. Per info

Il produttore di una APP deve poter valutare competitivamente l’immagine della sua APP nello store con quelle della concorrenza, deve selezionare con cura le categorie di appartenenza (senso e significato), deve fare particolare attenzione alla scelta del nome (semantica e pragmatica), deve selzionare con cure le parole chiave più appropriate e infine scrivere una descrizione testuale convincente, contestualizzata e legata a situazioni specifiche ( si comunica con ) che ne determinano il senso per i lettori e interlocutori.

Scrittura e invio di un comunicato stampa.

Le migliaia di applicazioni che vengono pubblicate ogni giorno sugli store rendono complicato se non impossibile attirare l’adeguata attenzione dai segmenti di mercato di riferimento. Per riuscirci un primo punto di partenza è la scrittura di un comunicato stampa professionale, ben scritto e altrettanto ben impaginato e capace di cogliere l’interesse del potenziale lettore. Dopo averlo scritto è importante sapere a chi indirizzarlo e conoscere le caratteristiche degli interlocutori che lo riceveranno.

Il comunicato stampa così come la descrizione dell'applicazione sono esercizi di scrittura che devono saper costruire un racconto. Il racconto deve saper valorizzare nle modo adeguato gli elementi pratici e legati al valore d'uso, alla funzionalità alla affidabilità e alla serietà della appplicazione. Nello stesso racconto è utile introdurre valorizzazioni utopiche dell'applicazione e delle sue funzionalità facendo percepire una tensione verso l'aggiornamento continuo e la proiezione nel futuro. Infine nel racconto deve essere presente anche una valorizzazione della componente ludica attraverso la complicità e il coinvolgimento emotivo finalizzati alla riduzione della distanza tra i partecipanti alla comunicazione ( sviluppatore/produttore - cliente/utilizzatore).

 

comm3

Fonte: www.domusweb.it

Disegno dell’icona dell’applicazione.

Nome e icona sono i due elementi di spicco dello store. E’ sulla base del primo sguardo a questi due elementi che matura la prima impressione, il giudizio e la prima valutazione di quanto una APP possa essere o meno interessante. L’icona è qualcosa di più di una semplice immagine e la sua ideazione e produzione devono richiedere tempo e budget adeguati.

Il ruolo dell'icona è essenziale perchè la il mondo della comunicazione che pratichiamo e abitiamo è sempre più popolato di immagini, è sempre più iconico e pittografico. Questa ecidenza non è percepita da tutti. Prevale nella cultura di molti una sorta di pregiudizio nei confronti della potenza dell'immagine e la preferza per il lingiaggio verbale e la scrittura.

Bisogna rendersi conto che la nostra comunicazione è ormai una mescolanza di immagini visive e figure che arricchiscono e a volte sostituiscono con la loro potenza evocativa e mitografica le parole stesse. L'immagine ci collega rapidamente ad eventi, processi, oggetti e determina la percezione che abbiamo della sua rappresentazione.

Recensioni dell’applicazione.

Per garantirsi una audience allargata è necessario presenziare i luoghi frequentati dai consumatori alla ricerca di nuove applicazioni. In rete esistono numerosi portali che ospitano valutazioni e recensioni di APP finalizzate a valorizzarne i punti di forza, i vantaggi e le opportunità. Anche questi spazi in rete, così come gli store, sono ormai sovraffollati di nuove recensioni che rendono complicata la visibilità e la comunicazione. Per ovviare a questa difficoltà l’ideale è di pubblicare la recensione su portali diversi e con media diversi, non solo tasto a anche audio e video.

Traduzione e localizzazione dell’applicazione.

Se i segmenti di mercato di riferimento sono internazionali è necessario dotare fin dall’inizio l’applicazione delle versioni nazionali e di farlo producendo nelle varie lingue la stessa qualità qui sopra descritta.

Produzione di un video.

Nell’era della comunicazione visiva il media migliore per promuovere una APP è il video. Le descrizioni testuali accompagnate da immagini delle schermate dell’applicazione sono necessarie ma incapaci di generare lo stesso effetto che produce un video nel quale viene illustrato l’uso pratico dell’applicazione.

comm2

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


eFuture s.a.s.

Azienda digitale dedita allo sviluppo di software desktop (gestionali, utility...

Vai al profilo

Giemme informatica srl

Software house di ventennale esperienza, nel corso degli anni, Giemme ha individuato il...

Vai al profilo

di-erre software s.r.l.

di-erre software si occupa principalmente di sviluppo software e consulenza...

Vai al profilo

Panda-Rei

Panda Rei is a small company devoted to mobile games development. Located in Italy...

Vai al profilo