Novità APP /

App Watson-inspired

App Watson-inspired

14 Ottobre 2014 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Ibm ha annunciato in questi giorni nuove importanti tappe che incrementano l’adozione di Watson e delle funzionalità di cognitive computing fornite via cloud su scala mondiale. Come noto Watson è una piattaforma rivoluzionaria che rappresenta la nuova era del calcolo, basata sulla capacità di interagire tramite il linguaggio naturale, di elaborare grandi quantità di Big Data per scoprire modelli e informazioni e di apprendere da ogni interazione.

I partner dell’ecosistema IBM presentano nuove app basate su Watson, volte a trasformare il modo in cui le imprese interagiscono tra loro e con i consumatori – da una migliore gestione della salute e arricchimento della customer experience, al supporto di nuove ricerche e formazione. Ecco alcune di queste app.


Ad esempio, l’imprenditore Terry Jones fondatore di Travelocity e presidente fondatore di Kayak.com lancia WayBlazer, una nuova società di viaggi supportata da Watson. WayBlazer sfrutta le capacità cognitive di Watson per interagire, apprendere e consigliare gli utenti, attraverso un’interfaccia visiva e il linguaggio naturale, per creare la migliore esperienza di viaggio. L’Austin Convention & Visitors Bureau utilizza un prototipo della nuova app WayBlazer per migliorare le prenotazioni dei congressi, aumentare le prenotazioni alberghiere e fornire flussi di ricavi supplementari dalle opportunità di marketing dei partner e degli affiliati.

 

aw

 

La londinese Red Ant offre un’app mobile per la formazione alle vendite al dettaglio, che consente ai dipendenti dei negozi di individuare facilmente le preferenze d’acquisto dei singoli clienti, analizzando i dati demografici, la cronologia degli acquisti e la lista dei desideri, oltre alle informazioni sui prodotti, ai prezzi locali, alle recensioni dei clienti e alle specifiche tecniche. Utilizza input di voce o testo per consentire un’interazione naturale di domande e risposte sulla base del patrimonio di informazioni disponibile all’interno di un’azienda del retail, tra cui informazioni sui prodotti, libri, manuali, recensioni dei clienti e altro.

L’americana Reflexis acquisisce informazioni da Watson e fornisce avvisi e task prioritizzati in tempo reale, con azioni ispirate alle best practice, ai responsabili aziendali, regionali e di negozio, sulla base di eventi locali, social media e altri elementi che influiscono sulla domanda, per fornire la migliore customer experience possibile.

La canadese LifeLearn aiuta i veterinari a fornire cure migliori agli animali domestici, dotando i medici della sua app mobile che effettua il crowdsourcing dei dati, utilizzando semplici domande e risposte per individuare opzioni terapeutiche migliori.

Anche quella della californiana GenieMD è una piattaforma mobile che permette ai pazienti di porre domande in merito a condizioni di salute e terapie farmacologiche, utilizzando il linguaggio naturale nella conversazione. Watson comprende ed è in grado di apprendere dalle domande e dalle risposte e fornisce fonti di informazioni sanitarie ai pazienti.

@Point of Care del New Jersey è pure essa un’app mobile rivolta ai medici, che sfrutta con successo la tecnologia di cognitive computing di Watson per comprendere le domande poste col linguaggio naturale e trovare le informazioni cliniche pertinenti all’interno di librerie di risorse, rapidamente e con un elevato grado di accuratezza.

gielle

Tag
comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


ItacaSoft

ItacaSOFT è uno studio professionale di sviluppo software che progetta e realizza...

Vai al profilo

NERDYDOG

NerdyDog Web Agency è specializzata nello sviluppo applicazioni per mobile in...

Vai al profilo

Paolo Conte

Sviluppo professionalmente applicazioni Android per terzi o di mia iniziativa. Da...

Vai al profilo

D'Uva Workshop

E' un'azienda che produce audioguide, videoguide, totem multimediali, applicazioni e...

Vai al profilo