Novità APP /

Cloak, una APP per esseri umani antisociali

Cloak, una APP per esseri umani antisociali

20 Marzo 2014 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
La diffusione dei social network ha trasformato la parola ‘sociale’ in termine di moda. Tutto sembra dettato dal bisogno di socialità e dalle azioni pratiche attuabili per soddisfarlo. E se si fosse antisociali? Nessun problema, ci pensa Cloak, una nuoa APP per iPhone!

Si chiama Cloak, è disponibile su piattaforma iOS per iPhone ed è una applicazione pensata per aiutare tutti coloro che vogliono evitare di fare incontri, anche casuali,  con persone che hanno deciso di evitare. Lo fa in maniera semplice e mostrando su una grande mappa verde la loro ultima presenza o attività in un determinato contesto sociale.

Lanciata all’inizio di marzo 2014, Cloak  si presenta come una applicazione di  social networking antisociale. Per aiutare i suoi utilizzatori, alla ricerca di isolamento e solitudine, raccoglie dati e informazioni geo-localizzate sulle persone ‘da evitare’ e le mostra all’utente in modo da organizzare i propri spostamenti con l’obiettivo di evitare incontri indesiderati.

L’applicazione, nei suoi messaggi marketing, afferma di poter aiutare l’utente ad evitare incontri non desiderati con colleghi, capi e manager d’azienda, collaboratori ma anche semplici persone con le quali non si vuole avere alcun contatto e che potrebbero al contrario entrare nella rete di prossimità e di incontri.

Per funzionare, l’utente che si registra al social network antisociale deve connettere l’applicazione agli account di Foursquare e Intagram. Cloak usa questa connessione per raccogliere dati sui contatti delle reti sociali dell’utente nei social network ‘sociali’ e per visualizzarli in una mappa indicando dove questi contatti, amici e conoscenti si trovano, in base alle loro attività più recenti.

L’utente può decidere di marcare singole persone o contatti in modo da essere allertati da Cloak con una notifica, ogni qualvolta si rischia di trovarsi nelle loro vicinanze.

Nel racconto marketing fatto per raccontare Cloak tutto sembra perfetto, funzionante e possibile. In realtà non è così! Non solo perché l’imprevedibilità umana non è mai completamente catturabile e misurabile, ma anche perché ci sono per il momento alcuni limiti applicativi che impediscono di ottenere sempre i risultati desiderati. Ad esempio Cloak non è ancora collegata a Facebook ( lo sarà a breve). Inoltre Cloak è in grado di raccogliere informazioni solo su persone che amano la tecnologia e ne fanno un uso frequente. Cosa succederebbe se le persone indicate a Cloak come target peril monitoraggio, non usassero Instagram e Foursquare. La risposta è semplice, la possibilità che ci possa essere un incontro/scontro è più elevata.

Per chi vuole provarla, l’applicazione è disponibile sullo store di Apple.

Nessun piano per il momento per una versione Android!

Forse perché i sostenitori di Android sono più sociali dei ‘soliti individualisti’ di Apple!!!!

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


mareatek

Vai al profilo

Disruptive Innovation

Management Consulting

Vai al profilo

Giulio Di Simine

Sono un giovane sviluppatore, ho 18 anni; sviluppo applicazioni da poco più di un anno e...

Vai al profilo

Merlino DreamLab

Merlino Dreamlab, realizza ebook interattivi multimediale per iPad e Tablet...

Vai al profilo