Novità APP /

Elementi di riflessione per chi sviluppa APP

Elementi di riflessione per chi sviluppa APP

18 Giugno 2013 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Lo sviluppo di applicazioni mobili sembra essere diventato una corsa all’oro. Tutti gli sviluppatori, molte agenzie web, nuove startup e le aziende hanno compreso le enormi opportunità che le nuove tecnologie offrono e vogliono trarne vantaggi. Ma per riuscire allo scopo bisogna sapere cosa fare e come farlo.

L’arrivo di Microsoft con il nuovo sistema operativo Windows 8 e il suo tablet Surface, ha movimentato un mercato che sembrava ormai relegato alla competizione tra Android e iOS. Le piattaforme oggi disponibili per uno sviluppo applicativo capace di generare benefici economici e vantaggi sono almeno tre, a cui vanno aggiunte quella per il Blackberry e delle applicazioni HTML5.

Benefici e vantaggi non sono però garantiti e sono conquistabili se vengono fatte le scelte giuste nel momento giusto.

Prima di decidere se e come sviluppare una applicazione ci sono almeno tre elementi che vanno presi seriamente in considerazione: la piattaforma di riferimento, la user experience e il piano marketing.

La scelta della piattaforma non è insignificante e obbliga a studiare con attenzione non soltanto la ricchezza e la composizione dei vari ecosistemi applicativi dei vendor ma anche dei mercati a cui si vuole proporre la propria applicazione. Il mondo mobile di Apple è sicuramente quello più conosciuto e percepito come di qualità ma quello Android sta crescendo molto e, almeno nel segmento smartphone, ha superato quello di Apple. Sullo store di Apple lo standard di qualità a cui bisogna adeguarsi è elevata e lunghi sono i tempi di valutazione e approvazione di ogni APP. Sullo store di Android l’approvazione è rapida ma la qualità forse lascia un po’ a desiderare. Sullo store di Windows ad oggi la concorrenza è limitata ma sono limitate anche le opportunità visto che Windows 8 è per il momento un prodotto di nicchia. Se si punta al mercato aziendale e business la scelta di Windows potrebbe però essere quella vincente. Su iOS la piattaforma è una ed è stabile, con Android bisogna affrontare la sua eterogeneità. In cambio il numero di dispsositivi Android in circolazione è superiore a quelli Apple. Una soluzione potrebbe essere lo sviluppo di applicazioni web e HTML5 portabili su piattafrome eterogenee.

mob

Fonte: iwmultimedia.com


Secondo elemento importante di riflessione è quale tipo di esperienze utente si vuole offrire ai propri potenziali clienti e acquirenti. Sbagliare nella realizzazione dellìesperienza utente che ogni utilizzatore può fare con una applicazione è foriero di disastro sicuro. Se l’applicazione è instabile o mal disegnata meglio rinviare la pubblicazione e la distribuzione. Peggio ancora se l’applicazione perde informazioni, si blocca ripetutamente o non permette una navigazione fluida e semplice da una pagina all’altra o da una funzionalità a quella successiva. L’usabilità e la navigabilità delle varie componenti applicative sono elementi costitutivi di ogni applicazione di qualità e capace di ofrire una esperienza utente non deludente e/o di qualità.

Cosa può fare SoloTablet: un piano marketing.
SoloTablet può contribuire concretamente alla definizione di un piano marketing per la promozione di qualsiasi tipo di APP, Lo può fare a partire dalle risorse messe in campo, dalle banche dati con migliaia di contatti disponibili e dalle competenze del proprio team di collaboratori. Per info

Terzo elemento, non inferiore ai primi due per rilevanza, ma spesso relegato all’ultimo posto è il piano marketing, utile a promuovere la propria applicazione, il suo marchio e il brand, unitamente alle sue qualità, funzionalità e caratteristiche tecnico-funzionali. La maggior parte degli sviluppatori non dedica abbastanza tempo a definire una strategia marketing con relativo piano di attività e di iniziative. Non lo fanno perché sono necessari budget spesso non disponibili ma anche per una insufficienza di visione e di conoscenza del mercato. Senza un piano marketing difficilmente una applicazione esce dall’anonimato, a meno che non ci pensi il passaparola e la viralità della rete e degli utenti. Chi ha definito un piano marketing sa che deve essere attuato ben prima che l’applicazione venga pubblicata.

Se i tre elementi qui descritti non possono essere oggetto di una valutazione e di una decisione in casa, meglio affidarsi ad esperti esterni all’azienda, a consulenti ed infine a società con le competenze, le risorse e le capacità adeguate allo sviluppo e alla pubblicazione dell’applicazione.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


mareatek

Vai al profilo

Roma4You

Roma4You è un progetto trasversale unico nel suo genere, contraddistinto da...

Vai al profilo

Applix Srl

Vai al profilo

Sviluppo4Mobile

S4M è costituita da un gruppo di quattro amici storici, Gino, Danilo, Miriam e Luisa...

Vai al profilo