Novità APP /

Guide Lonely Planet bye bye? Sostituite dalle APP?

Guide Lonely Planet bye bye? Sostituite dalle APP?

23 Luglio 2013 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Sembra impossibile ma è verosimile. La pervasività delle APP sta probabilmente facendo un'altra vittima. Sono crollate del 30% a livello mondiale le vendite di guide Lonely Planet ed ora la nota casa editrice australiana potrebbe essere a rischio chiusura. Ipotesi comunque smentita ufficialmente da Lonely Planet e dai suoi editori anche italiani.

Se vi state preparando per le vostre vacanze e non avete ancora acquistato una guida Lonely Planet meglio che vi affrettiate. L'edizione in libreria potrebbe essere esaurita e non venire più ristampata. Sicuramente una evenienza ancora remota e da scongiurare ma possibile, considerata la diffusione costante di APPlicazioni in grado di fornire, su un supporto mobile, informazioni utili, aggiornate e contestializzate.

La notizia su una possibile crisi della Lonely Planet è stata ripresa da fonti autorevoli come il quotidiano The Guardian che ne ha previsto una possibile chiusura ed in ogni caso una riduzione drastica di personale, ma è stata rigorosamente smentita dalla casa madre così come dagli editori nazionali che stampano le carie guide in lingua come l'italiana EDT.

La notizia ha un valore che va oltre la situazione di Lonely Planet perchè indica una tendenza generale che suggerisce come le guide turistiche, così come le abbiamo conosciute ed usate finora, potrebbero essere arrivate a fine corsa perchè sostituite dalle APP.

Che l'avvento delle APP stia rivoluzionando l'intero modno editoriale è un fatto acclarato ma ciò non determina necessariamente la crisi o la chiusura di marchi storici come Lonely Planet.

Tutte le case editrici di guide turistiche come Giunti, Michelin e la stessa Lonely Planet, hanno da tempo attivato una strategia mista, fatta di prodotti cartacei e prodotti digitali in grado di soddisfare tutte le tipologie di consumatori e utenti. Possibile quindi che, se crisi ci sarà, amche per la Lonely Planet significherà eventualmente tagliare la produzione cartacea di libri e investire di più sul digitale.

La scelta cartacea passa generalmente attraverso il restyling delle guide in circolazione e la produzione di nuove guide pensate anche in ottica APP. Società come Michelin, il Touring Club, Giunti, ecc. hanno investito sul digitale puntando su una proposizione integrata di prodotti cartacei per una lettura tranquilla prima della partenza, di APP da scaricare sullo smartphone o tablet personali e di contenuti Web ricchi di informazioni ma anche di servizi come le prenotazioni di voli e albercghi.

I diversi modelli di business che sostengono la distribuzione delle APP obbligano a fare i conti con fatturati e margini inferiori e possono portare a scelte drastiche e dolorose in termini di titoli a catalogo, destinazioni, produzioni.

 

lon1

 

Chi è abituato a viaggiare sa che la guida è utile ma molto di più lo sono libri come le Vie dei Canti o In Patagonia di Chatwin per chi è in viaggio in Australia o in Cile/Argentina. Difficilmente un lettore di Chatwin lo leggerà attraverso un tablet e una APP ma è invece verosimile che le informazioni disponibili sulla Lonely Planet possano essere ricercate e usate direttamente da una appicazione in grado di collegarsi a siti online o contenuti disponibili in Cloud.

E' un fatto che siamo alla fine di un'era e all'inizio di una nuova avventura nella quale il libro in formato cartaceo conterà sempre meno. Il futuro prossimo venturo che si manifesta presenta una ricchezza di mezzi e di canali capaci di soddisfare al meglio i nostri bisogni e desideri. Probabile che le generazioni di viaggiatori con la Lonely Planet o la Guide de Routard nello zaino non siano destinati a sparire in fretta ma è indubbio che queste guide viaggeranno sempre più in compagnia di tablet che a tendere finiranno per prendere il loro posto.

A quel punto la Lonely Planet come società continuerà a guadagnare con i suoi prodotti online, i viaggiatori adulti si saranno dovuti convertire al digitale, e le nuove generazioni non sapranno neppure che in passato esistevano guide turistiche cartacee...oppure semplicmente non le acqusteranno più. Beati e soddisfatti per averle sostituite con APPlicazioni Mobile.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Italia Multimedia

Italia multimedia, web agency a Milano, progetta, disegna e realizza Siti Web, Portali...

Vai al profilo

foolix

Foolix è una società di consulenza e sviluppo software specializzata nello sviluppo...

Vai al profilo

di-erre software s.r.l.

di-erre software si occupa principalmente di sviluppo software e consulenza...

Vai al profilo

Visual Meta

La più innovativa app per lo Shopping online è ShopAlike.it, la piattaforma...

Vai al profilo