Novità APP /

La febbre delle applicazioni mobile

La febbre delle applicazioni mobile

18 Agosto 2015 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Come fidelizzare l’utente mobile? Quanto costa creare un’app e come la si monetizza? il 99% delle app non fa guadagnare nulla ai loro ideatori, e questi numeri non danno segni di cambiamenti pisitivi in un futuro prossimo. Ma cosa può fare uno sviluppatore per far fruttare la sua craetività tradotta in una nuova applicazione mobile?

Per alcuni aspetti la corsa allo sviluppo dell’app migliore potrebbe ricordare la febbre dell’oro della California del XIX secolo. Infatti è possibile notare molti parallelismi tra le due epoche: così come una volta i giramondo che si spingevano oltreoceano per cercare le pietre preziose necessitavano solo di pala e piccone, allo stesso modo i moderni avventurieri del web hanno bisogno solamente di un buon codice o di uno sviluppatore.

Nella California del secolo XIX avevano tutti lo stesso obiettivo: arricchirsi con la pepita più grande. Al giorno d’oggi la situazione non cambia di molto e si cerca l’oro attraverso l’app più popolare e redditizia. Tuttavia, arricchirsi con un’ applicazione è più complesso in quanto vi sono molti più fattori da tenere in conto, tra cui il costo coinvolto nella creazione di una mobile app e la scelta della giusta fetta di consumatori.

Senza dubbio i coraggiosi cercatori d’oro erano dei grandi strateghi e i piani dettagliati sono stati la chiave del loro arricchimento, così come il successo nel competitivo mondo delle mobile apps al giorno d’oggi si basa su una strategia di attenzione ai bisogni del cliente odierno. Gli utenti moderni sono sempre connessi alla ricerca di APP che risolvano i loro problemi e rendano le loro vite più facili o divertenti. La chiave per il successo è capire quali sono le necessità che toccano una fetta maggiore della popolazione così da disegnare una app ad hoc, purtroppo però ciò non è più un segreto, e la competizione tra app è sempre più agguerrita anche per coloro che riescono a cogliere il trend del momento.

Ma non bisogna disperare. Infatti, si conta un numero ogni giorno maggiore di appdicted….quindi esiste ancora una possibilità!

 

costi

 

Vi sono milioni di utenti di applicazioni mobile in tutto il mondo, tutti con accesso al web e che fanno vedere uno spiraglio di luce agli avventurieri della corsa all’app. Considerando che la media giornaliera di download di app è di 4 milioni, verrebbe da saltare di allegria e iniziare a scegliere il proprio chalet alle Bahamas, ma bisogna considerare che circa il 99% delle app non fa guadagnare nulla ai loro ideatori, e questi numeri non danno segni di cambiamenti in un futuro prossimo. Ma cosa è possibile fare per far fruttarelo sviluppo di una mobile app?

Bisogna tenere presente che negli anni passati il successo di un’app si valutava attraverso il numero di download, tralasciando la quantità di utilizzatori effettivi. I dati parlano chiaro: il 22% delle app scaricate finisce nel dimenticatoio dopo una sola prova mentre il 60% riempie il cestino dopo un mese in media! La sfida per raggiungere la monetizzazzione è la fidelizzazzione del cliente all’uso ripetuto nel tempo, rendendo la sua esperienza con l’app la migliore possibile.

Meglio pochi ma buoni insomma.

Altro elemento molto importante da considerare quando si vuole creare la propria app è l’investimento  iniziale. Sicuramente calcolare il costo di sviluppo di una app è una delle sfide del momento ma una buona regola generale è quella di considerare il prezzo direttamente proporzionale al numero e alla qualità delle caratteristiche che si decide di inserire nella propria app. Ad esempio, una applicazione senza una banca dati o un’integrazione con altri siti risulterà più economica. Tuttavia, è bene tenere a mente che andare al risparmio su caratteristiche che potrebbero sembrare superflue, come la veste grafica, potrebbe disincentivare molti utenti dallo scaricare l’app. Un alto investimento ben studiato darà sempre i suoi frutti.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


mareatek

Vai al profilo

Esse Solutions srl

Quello che ci contraddistingue è una forte competenza tecnica e metodologica...

Vai al profilo

XENIALAB

Xenialab sviluppa applicazioni native su Apple iOS (iPhone, iPad, iPod), Google...

Vai al profilo

Engitel

Engitel è una digital company che si occupa di Web e Mobile sin dal 1995. Realizza...

Vai al profilo