Novità APP /

Le APP raccontate ai bimbi con il linguaggio che non tutti sanno usare

Le APP raccontate ai bimbi con il linguaggio che non tutti sanno usare

07 Febbraio 2013 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Ogni età ha il suo lingiaggio e Elena Giordano lo sa perfettamente. Per sintonizzarsi semanticamente e cognitivamente con i ragazzi che leggono il periodico Il giornalino online della Casa Editrice S.Paolo, utilizza metafore e immagini per costruire un racconto piacevole alla lettura anche per un lettore adulto. Provare per credere.

Ap- passionati di app

Cosa sono, come si usano, dove si trovano, chi le progetta. ecco a voi il mondo segreto delle app

App-artamento, app-rovazione, app-osizione, approssimativo, app-arato… Quando si sente parlare di "app", viene sempre un dubbio: cosa significherà mai questo insieme di tre lettere, che non è un acronimo, ma un'abbreviazione? In quale mondo di strani argomenti si collocherà? Dimenticate la casa, la grammatica, gli aggettivi e così via. App è l'abbreviazione della parola inglese "application", ossia applicazione software: non si può sbagliare, il mondo è quello della tecnologia.

 

Dove vivono le app? Cosa fanno?

Le app sono tanto piccine quanto simpatiche, nella maggior parte dei casi. Non vivono tra i fiori, non si comperano dal lattaio: queste applicazioni sono studiate e pensate per essere utilizzate dai dispositivi mobili, ossia dai telefonini di ultima generazione e dai tablet: per esempio gli iPhone e iPad della Apple, gli smartphone con sistema operativo Android (creato da Google), i Blackberry (gli smartphone utilizzati soprattutto per lavoro dagli adulti). I vari produttori di cellulari, nel momento in cui hanno predisposto i propri telefonini per la connessione a Internet, hanno scelto un sistema operativo che fungesse da "motore", e gli sviluppatori hanno di conseguenza studiato e preparato app che potessero essere incluse in ogni telefono, e acquistate, o scaricate, negli "store" (il negozi online, che non sono altro che siti web dedicati a queste funzioni). Chi vuole un'app per iPhone l'acquisterà presso iTunes, chi la vuole per Android presso l'omonimo sito, chi per Blackberry presso l'App World. Meglio sempre scaricare le app dai siti "ufficiali", e non affidarsi a chi promette gratuitamente ogni genere di scaricamento mirabolante.

...completa la lettura

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Algos

Software house milanese specializzata in sviluppo di applicazioni gestionali...

Vai al profilo

Droidcatalogue

Droidcatalogue è un'azienda giovane e tutta italiana. Nata nel 2012 grazie alla...

Vai al profilo

ARKEBI

Prof. arch. Emiliana Brambilla

Vai al profilo

Digitelematica srl

Digitelematica è una software house già attiva in ambienti tradizionali (MF, As...

Vai al profilo