Novità APP /

Le APP vanno a ruba, solo se gratuite!

Le APP vanno a ruba, solo se gratuite!

30 Gennaio 2012 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Secondo le rilevazioni di eMarketer, nel 2011 il 96% delle APP scaricate su dispositivi mobili erano gratuite. Quando si tratta di pagare la maggior parte degli utenti si dimostrano poco entusiasti e rinunciano al download.

I dati sono chiari, le applicazioni degli store continuano a crescere ma i consumatori scaricano solo quelle gratuite. Alcune APP, cosiddette Freemium, hanno trovato il modo di farsi pagare con l'introduzione nella stessa applicazione di richieste di pagamento a fronte di nuovi contenuti o funzionalità, ma molte sono ancora in attesa di un qualche modello di business adeguato ad un download gratuito e remunerato al tempo stesso come quello in-app che prevede l'inserimento di banner e altre forme pubblicitarie all'interno della APP.

Secondo l'indagine qui proposta fatta da IHS, il modello in-app diventerà lo standard per il futuro e interesserà il 64% delle APP entro il 2015, rispetto al 39% del 2011. Ad oggi le APP gratuite, realizzate con l'approccio in-app, rappresentano il 50% delle applicazioni iOS e il 31% di quelle Android. Il 68% delle APP contengono anche richieste di pagamento per contenuti e funzionalità aggiuntive ( approccio freemium). Nel mercato Android si è passati da un 65% di download di applicazioni gratuite nel 2010, al 69% nel 2011.

 

APP1

In entrambe gli approcci a fare la differenza è la capacità dell'APP di creare consuetudine e fidelizzazione nel consumatore. Se ad esempio un utente utilizza una APP consecutivamente per alcuni giorni è probabile che decida per l'acquisto di servizi e contenuti aggiuntivi ( approccio freemium). Consumatori fedeli determinano un incremento del 25% di contenuti acquistati. Allo stesso modo gli utenti di APP realizzate con il modello in-app, decidono di fare degli acquisti non prima di avere interagito con l'applicazione almeno una decina di volte.

Un altro dato interessante sull'uso delle APP deriva da una indagine di Localystics che evidenzia come dopo il loro donwload il 26% delle APP viene utilizzata solo una volta. Anche questo dato indica qunato siano importanti per il successo di una APP la loro user experience e capacità di coinvolgimento dell'utente.

 

APP2

Nel frattempo a fronte di centinaia di migliaia di APP e miliardi di download rimane il dato molto forte del 96% di download legati ad applicazioni gratuite.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Hello-Hello LLC

Hello-Hello is an innovative language learning company that provides state-of the art...

Vai al profilo

PalmoLogix

PalmoLogix is a privately held software company and technical consultancy located in...

Vai al profilo

Mobijay

Produzione app per dispositivi mobili

Vai al profilo

The Box Srl

The Box S.r.l. nasce dall’esperienza dei suoi soci fondatori e di Arka Service S.r.l...

Vai al profilo