Novità APP /

APP Mobile, miti da sfatare

APP Mobile, miti da sfatare

15 Gennaio 2014 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
L'ultimo report di Gartner sulle APP per dispositivi mobili può apparire deludente e sicuramente non entusiasmante per la maggior parte degli sviluppatori. Che sulle APP Mobile si sia costruita una facile mitologia è evidente da tempo. Non tutti hanno voluto comprendere il fenomeno e molti investimenti sono finiti infruttuosi. Il problema principale rimane, per sviluppatori e consumatori, l'eccessivo affollamento che riduce opportunità di visibilità e guadagno per i primi e di ricerca e scelta per i secondi.

L'ultimo report di  Gartner sulle applicazioni per Mobile non suggerisce grandi entusiasmi per la migliaia di sviluppatori che in questi tre anni hanno deciso di investire nelle nuove tecnologie e piattaforme Mobili. Il report si riferisce alle applicazioni per il mercato consumer ed evidenzia la difficoltà per chi sviluppa a farsi riconoscere e per il consumatore a riuscire a trovare una nuova applicazione attraverso la ricerca nello store.

Nulla di nuovo se il report si fermasse a questo. Tutti coloro che hanno mantenuto uno sguardo freddo e lucido sanno molto bene quanta mitologia sia stata costruita dalla agiografia e pubblicistica online sulle APP e sul loro successo. La realtà è fatta da centinaia di migliaia di applicazioni, brevemente e spesso malamente descritte negli store dei produttori e difficilmente trovabili usando gli strumenti di ricerca interni agli store stessi.

Ne deriva la fotografia di un mercato nel quale solo una minima percentuale di sviluppatori riesce a trasformare lo sforzo e l'investimento profuso in denaro o in maggiore visibilità utile per guadagni futuri. Poche sono le APP che diventano virali e pochi sono i download giornalieri se le APP sono a pagamento.

Nel rapporto di Gartner vengono però evidenziate anche alcune novità positive importati che dovrebbero raccogliere maggiore attenzione da parte degli sviluppatori e dalle aziende che hanno deciso di continuare ad investire sul Mobile, nonostante le delusioni fin qui sofferte.

La prima evidenza è legata all'uso che i consumatori fanno di strumenti alternativi allo store per individuare nuove applicazioni. L'abitudine che prevale è quella di affidarsi a siti nati appositamente per recensire le nuove APP e fornire maggiori dettagli e informazioni, di ascoltare o chiedere ad amici e conoscenti, di affidarsi ai social network e al passaparola e infine di fare sempre più affidamento sulle campagne promozionali e pubblicitarie.

Il messaggio che ne emerge è l'esistenza di una difficoltà e di nuove opportunità. La difficoltà è condivisa con lo sviluppatore, come fare a trovare/farsi trovare in modo rapido all'interno dell'affollato mondo delle APP. Le opportunità dipendono dalle attività che si decide di implementare, dopo aver sviluppato e pubblicato l'applicazione, a supporto della sua promozione ( sul tema SoloTablet ha pubblicato numerosi approfondimenti). Si tratta di opportunità da perseguire al di fuori degli store, in collaborazione con partner qualificati e in contatto con audience e segmenti di mercato sensibili e preparate al Mobile.

Un altro elemento positivo evidenziato nel rapporto di Gartner è il ruolo che, per molti sviluppatori, hanno avuto le applicazioni create non per fare soldi ma semplicemente per dare visibilità ad un brand e ai suoi marchi. Molte applicazioni di questo tipo sono state pensate per creare nuove forme di divertimento, di intrattenimento o di infotainment. Gli sviluppatori o aziende che le hanno usate con queste finalità hanno ottenuto di farsi riconoscere meglio sul mercato e di guadagnare maggiormente con le APP a pagamento finalizzate al business.

Rimane il dato di fatto che il 90% delle applicazioni a pagamento vengono scaricate meno di 500 volte al giorno producendo un ricavo inferiore ai mille euro al giorno. Una situazione che non è destinata a migliorare e che, secondo Gartner, dovrebbe addirittura peggiorare.

Il segreto, secondo Gartner,  è di trovarsi o di introdursi nel 10% di coloro che stanno traendo il massimo vantaggio dal mondo delle APP mobili.

Secondo Solotablet, una soluzione più redditizia è quella di puntare sul mercato delle applicazioni mobili per le aziende. Chi lo ha fatto dal primo momento ne ha tratto vantaggi importanti ed è oggi nella posizione migliore per intervenire su progetti importanti con budget consistenti e per definire rapporti di collaborazione e servizio continuativo capaci di generare un flusso costante di ricavi e profitti.

Il mercato delle APP è comunque in una fase ancora adolescenziale e le opportunità sono ancora numerose per tutti, singoli sviluppatori, aziende di software, startup e system intregrator.

E' però necessario fare delle scelte!

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


DidApp

App didattiche per la prevenzione dei disturbi dell'apprendimento

Vai al profilo

XENIALAB

Xenialab sviluppa applicazioni native su Apple iOS (iPhone, iPad, iPod), Google...

Vai al profilo

MakeItApp

Makeitapp.eu è il primo social collaborative network per creare app insieme. Gli...

Vai al profilo

Itworks srl

Nata come specialista nei primi grandi progetti ERP, Itworks sviluppa il suo know-how...

Vai al profilo