Novità APP /

Talko, una APP per conversazioni e conferenze vocali e collaborative

Talko, una APP per conversazioni e conferenze vocali e collaborative

23 Settembre 2014 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Dopo due anni di lavoro è pronta l'applicazione a cui si era dedicato Ray Ozzie, famoso per avere guidato in precedenza gli architetti del software di Microsoft. La nuova APP per dispositivi mobili si chiama Talko ed è destinata a rivoluzionare il modo di collaborare attraverso strumenti di comunicazione online o asincroni, sia per motivi personali che lavorativi.

In una realtà tecnologica dominata dagli strumenti di messaggistica testuale e da appa che facilitano la condivisione di immagini, fotografie e video, Talko punta tutto sulla voce e sulla comunicazione vocale. La novità sta nell'offerta di nuove funzionalità che renderanno la comunicazione Talko vantaggiosa e utile grazie a strumenti per tenere traccia delle conversazioni avute e delle discussioni prese, sia in conferenze telefoniche online, sia in scambi e dialoghi avvenuti successivamente.

Talko è destinata a sostituire la conferenza telefonica tradizionale con VOIP e chiamate basate su servizi di cloud computing. L'applicazione, per ora disposnibile per la piattaforma iOS,  registrerà l'intera conversazione di una riunione in modo da renderla ascoltabile da persone che non hanno potuto parteciparvi. Sarà possibile creare dei richiami a parti specifiche di conversazione e taggare altri partecipanti alla conferenza su azioni particolari.

La conversazione non avrà fine al termine della riunione online. Ogni persona che vi ha partecipato potrà aggiungere alla conversazione nuovi messaggi che verranno condivisi con gli altri partecipanti in modo asincrono. Sarà possibile anche aggiungere immagini, foto e condividerle con altri.

Tutti i dati e le informazioni prodotte durante le conversazioni e conferenze online verranno archiviati sui server in cloud di Talko e gestiti in modo da garantire prestazioni efficienti quando verranno richiesti e utilizzati dai dispositivi mobili degli utilizzatori dell'applicazione.

Talko punta con la sua proposta al mercato enetrprise e alle aziende la l'applicazione nasce nell'ottica della consumerizzazione ed è utilizzabile anche da semplici consumatori. Non è un caso che la strategia di commercializzazione di Talko punta ad un approccio dal basso verso l'alto, sul passaparola e sul suo utilizzo da parte di grandi masse di consumatori. La consumerizzazione e il BYOA (Bring Your Own Application) dovrebbe favorire  l'ingresso di Talko nelle aziende e suggerirne un uso più ampio e la sua adozione a livello organizzativo.

Per facilitare la rapida adozione sul mercato, Talko ha puntato inizialmente su un modello di business che prevede la gratuità dell'applicazione. A pagamento saranno fin dall'inizio i servizi che servono per riascoltare e scaricare le conversazioni fatte che sono state salvate sui server in cloud di Talko. Per il momento non è stato comunicato quanto costerà il servizio e neppure per quanto tempo verrà offerto gratuitamente prima di imporre un abbonamento a pagamento. Le previsioni parlano di un costo mensile di 10 dollari.

Talko nasce da una idea di Ozzie e da un team di sviluppatori provenienti da Microsoft, di Pope e di Eric Patey.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


devAPP

Community italiana di programmatori iOS (iPhone e iPad) e Android. Con devAPP, se siete...

Vai al profilo

Cosmobile Srl

Sviluppiamo applicazioni native per dispositivi mobili, in particolare smartphone e...

Vai al profilo

Vincenzo Falanga

Mi chiamo Vincenzo Falanga e la mia professione è l'innovazione! Tutto ciò che...

Vai al profilo

Diginet srl

Società di consulenza operativa di marketing, advertising e project management sui...

Vai al profilo