Novità APP /

La televisione annoia? Mi scelgo una APP!

La televisione annoia? Mi scelgo una APP!

09 Febbraio 2012 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
L'avvenimento del Super Bowl è servito a Flurry per condurre una interessante indagine sul comportamento dei milioni di americani che hanno guardato l'evento. L'evento televisivo più visto nella storia degli Stati Uniti ha visto emergere il 'secondo schermo', l'affermarsi ciooè dell'interazione con smartphone o tabket durante la visione televisiva dell'evento.

Il segnale non indica ancora che la televisione sia morta ma suggerisce una tendenza ad utilizzare il secondo schermo o dispositivo mobile per complementare quello televisvo o per interagire con esso attraverso codici QR, tag, votazioni ecc. Di questi comportamenti dei consumatori hanno tratto vantaggio alcune realtà come Shazam che hanno lavorato con i loro partner Toyota, Best Buy, Pepsi, Bud Light e Fed Ex per attivare varie forme di ingaggio e coinvolgimento del pubblico televisivo utilizzando l'applicazione mobile Shazam. Una APP utilizzata, nelle pause pubblicitarie, da parte degli utenti per l'acquisto di musica, per scaricare apps ecc., con il risultato di milioni di accessi per Shazam.

Secondo Flurry più che essere complementare alla televisione, il cosiddetto secondo schermo ha un effetto dirompente e indica un cambiamento in atto nei comportamenti delle persone che preferiscono continuare a giocare, scaricare musica, abitare i social networks ogni qualvolta, durante un programma televisivo, il loro interesse è calante.

A questa conclusione Flurry è arrivata monitorando l'uso per secondo delle APP durante la partita di Super Bowl e catturando l'attivazione delle stesse in ogni fase della partita, pubblicitaria, per fallo in campo, pause tecniche ecc. Il monitoraggio ha tenuto conto della diversità di genere ed ha preso in considerazone 160.000 applicazioni riuscendo a monitorarne il 90% su dispositivi iOS e Android.

Il primo dato interessante sta nella comparazione tra coloro che hanno attivato delle applicazioni rispetto all'audience televisiva che ha seguito la partita secondo Nielsen.

 

Fonte: Flurry

Secondo i dati raccolti da Flurry, nell'arco dell quattro ore di durata della partita, un terzo degli americani ha attivato almeno una applicazione.

Il grafico sottostante mostra quante applicazioni sono state attivate per secondo e in quale momento della partita. Lo studio dei dati indica come l'uso delle APP aumenti a fronte di un calo di interesse nei confronti di quanto trasmesso sullo schermo televisivo. In particolare il valore più basso è riferito all'ultima parte della partita quando in molti erano curiosi di scoprire il risultato finale e allo show di Madonna nella pausa tra un tempo e l'altro.

 

Fonte: Flurry

Questi dati sono particolarmente interessanti nel valitare l'efficacia degli spot pubblicitari. Una attivazione maggiore di APP o un calo nel loro utilizzo può infatti indicare utili suggerimenti sulla loro validità e capacità di attrazione. Altro dato interessante è il comportamento diverso a seconda del genere dell'utente. Le APP sono state utilizzate maggiormente dal genere femminile (62%) rispetto a quello maschile durante l partita. Situazione rovesciata quando sullo schermo passavano delle pause pubblicitarie.

I dati raccolti sono stati infine utilizzati da Flurry per definire un elenco degli spot pubblicitari che hanno raccolto il maggior interesse ( basso uso di APP sul secondo schemro ) da parte degli utenti. Il criterio usato per costruire la lista è stato l'aumento o il calo di utilizzo di una APP durante le pause pubblciitarie. Per ogni spot sono state sommate le APP attivate dividendole poi per ogni secondo di durata dello spot stesso per avere una media per secondo.

 

 

Fonte: Flurry

La relazione tra pubblicitari e consumatori cambia costantemente nel tempo così come cambia il ruolo degli strumenti utilizzati, browser, smartphone, tablet ecc. L'arrico della televisione interattiva e la diffusione delle nuove tecnologie mobili obbliga tutti gli operatori ad adeguarsi ai nuovi comportamenti emergenti

 

Fonte: Flurry

Fonte: Flurry

Tag
comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Omigrade s.r.l.

Omigrade è una società nata dall’idea e dalla volontà di un gruppo di...

Vai al profilo

Computime Srl

Computime, rivenditore Apple dal 1983, Servizi per l'editoria, Software House. La...

Vai al profilo

SAYSOON S.r.l.

SAYSOON è la nuova Mobile Innovation Solution Factory, start-up del Gruppo GMDE...

Vai al profilo

Wemotic

Wemotic è una nuova realtà operante nei settori dell’IT e della Comunicazione nata...

Vai al profilo