APP /

Sviluppo APP: identifica i concorrenti potenziali e esercitati in una analisi SWOT

APP

Sviluppo APP: identifica i concorrenti potenziali e esercitati in una analisi SWOT

04 Febbraio 2016 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
APP MARKETING - Il messaggio è rivolto a tutti gli sviluppatori ma in particolare ai nuovi arrivati nel mercato delle APP Mobile. Se hai deciso di sviluppare una nuova APP, non lasciarti guidare dalla fretta, rallenta, osserva il mercato, raccogli informazioni competitive e soprattutto applica alla tua idea una analisi di tipo SWOT per scoprire i punti di forza e di debolezza ma anche le opportunità e le sfide a cui vai incontro. L'analisi della concorrenza potenziale e l'analisi SWOT sono solo due dei passaggi necessari per completare con maggiore successo l'esercizio dello sviluppo di una nuova APP. Due passaggi su 80! Lo sviluppo non è che l'inizio ma prima di iniziare numerose sono le tappre intermedie da percorrere. Tutte altrettanto importanti e necessarie per non perdersi per strada e per non buttare sldi, tempo e risorse.

Identificazione dei potenziali concorrenti

Il mercato delle APP è così affollato che non può mancare un’attenta analisi dei potenziali concorrenti. Nulla di nuovo sotto il sole del marketing. Con una metafora, per non andare a sbattere, meglio guidare con occhi aperti!

Con un attenta analisi competitiva è possibile individuare i potenziali ostacoli, evitare di perdere tempo e denaro e di ritrovarsi su un mercato già presidiato o affollato. Il risultato sarà una maggiore conoscenza del mercato, utile per decisioni più accurate e profittevoli

Fonte: Copyright: Rawpixel

L’analisi delle audience di riferimento e dei concorrenti è il punto di partenza di ogni strategia marketing e una precondizione per un auspicabile successo futuro. L’analisi della concorrenza può essere fatta di persona navigando gli store e studiando le applicazioni simili a quella che si vuole sviluppare, verificando l’offerta esistente e il numero di download, le tendenze emergenti e i comportamenti dei consumatori così come dei produttori e sviluppatori, le buone pratiche, i successi e gli insuccessi.

L’inizio di ogni analisi competitiva deve essere l’identificazione chiara di quali possono essere i potenziali concorrenti e della loro offerta allo scopo di capire cosa si possa fare di diverso per penetrare il loro mercato. L’esercizio da fare è creare un foglio elettronico nel quale elencare tutti i concorrenti possibili unitamente alle informazioni che li caratterizzano. I dati serviranno ad una comparazione efficace tra APP in termini di punti di forza e di debolezza, opportunità e rischi (analisi SWOT - Strengths, Weaknesses, Opportunities & Threats). Il foglio elettronico può servire per mettere a confronto le funzionalità e le caratteristiche di ogni APP, la loro presenza e diffusione di mercato (presenza online e social), i modelli di monetizzazione, la posizione sul mercato e la forza del Brand, il valore univoco della proposizione d’offerta e l’audience di riferimento, le recensioni (prestare maggiore attenzione a quelle negative), i commenti, i cicli e le periodicità degli aggiornamenti,.  Per ognuno di questi ambiti vanno definiti dei criteri di valutazione e di misurazione.

La seconda fase della ricerca di mercato comporta l’analisi degli store per studiare come sono posizionate le APP dei concorrenti in termini di rating (un dato medio che segnala il feeling tra un produttore e una parte dei consumatori).

La fase successiva prevede la ricerca delle audience di mercato a cui i concorrenti si rivolgono e l’analisi della loro capacità a soddisfarne i bisogni e a fornire loro servizi.

Infine conviene misurare e studiare l’approccio e le strategie marketing dei potenziali concorrenti. Molte startup ad esempio investono solamente in pubbliche relazioni, ricerche organiche (keyword targeting), social media e reti promozionali come AdBear.

Nell’analisi dei concorrenti che hanno sviluppato una strategia marketing e usano i media sociali può servire raccogliere dati sulla loro presenza online in termini di blog (possibile commentare e interagire), siti web, account di social networking, newsletter (ricordarsi di iscriversi), attività Twitter e DEM, pubblicità a pagamento, back link, ranking nei motori di ricerca. Questi dati possono essere utilizzati per impostare una contro-strategia adeguata attraverso l’uso di strumenti e approcci simili a quelli usati dalla concorrenza.

Per monitorare con cura i potenziali concorrenti è possibile sfruttare le potenzialità e funzionalità di Google Alerts (segnalazioni dal motore di ricerca), AppAnnie (acquistando report sulle attività marketing dei concorrenti), App Store, Mobile Dev HQ, XyO.net e molti altri strumenti di spionaggio come i seguenti:

  • Alexa: informazioni sul traffico Web
  • Compete: strumento di market intelligence che analizza i comportamenti
  • SimilarWeb: informazioni sul traffico Web
  • Mention e Social Mention: dati su post social in blog, social network ecc.
  • Talkwalker: simile a Google Alerts
  • Adgooroo: analisi e monitoraggio di pubblicità e promozioni
  • Mixrank: analisi promozioni
  • WhatsRunWhere: analisi di pubblicità e di dove sono attive
  • iSpionage: analisi pubblicità su Google, Yahoo, ecc.
  • KeywordSpye e KeywordCompetitor: analisi delle keyword
  • Topsy: analisi dei cinguettii

Punti di forza e punti di debolezza (SWOT analysis)

Secondo Wikipedia l'analisi SWOT (conosciuta anche come matrice SWOT) è uno strumento di pianificazione strategica usato per valutare i punti di forza (Strengths), debolezza (Weaknesses), le opportunità (Opportunities) e le minacce (Threats) di un progetto o in un'impresa o in ogni altra situazione in cui un'organizzazione o un individuo debba svolgere una decisione per il raggiungimento di un obiettivo. L'analisi può riguardare l'ambiente interno (analizzando punti di forza e debolezza) o esterno di un'organizzazione (analizzando minacce e opportunità).

Applicata al mercato delle APP può servire ad una analisi competitiva o benchmarking con le APP dei potenziali concorrenti.

Per utilizzarla in modo efficace è sufficiente porsi delle domande per ognuno dei quattro componenti che la caratterizzano:

  • Punti di forza: quali sono i vantaggi della mia APP, cosa offre che altri non hanno, quali altri punti di forza ha?
  • Punti di debolezza: cosa è possibile migliorare, cosa andrebbe evitato, quali sono i consumatori/mercati capaci di individuare una debolezza, dispongo di un piano marketing, su quali piattaforme sono assente, la mia APP ha problemi di scalabilità, quali altre debolezze esistono?
  • Opportunità: quali e quante opportunità esistono e come trarne vantaggio, quali i trend di mercato da cui beneficiare, quali possibilità ci sono per una internazionalizzazione dell’APP, ci sono nuovi modelli di monetizzazione ?
  • Minacce: quali sono gli ostacoli possibili, cosa possono fare i concorrenti per creare difficoltà, cosa succede se cambiano le tecnologie o ci sono fusioni/acquisizioni tra produttori?

Dopo aver applicato l’analisi SWOT alla propria APP, si deve usare la stessa metodologia (unitamente a tecniche di Brainstorming) per analizzare l’offerta della concorrenza.

Al termine sarà possibile definire una road-map della propria APP e delle cose da fare per porre rimedio alle debolezze individuate, potenziare i punti di forza e prevenire le minacce procurandosi nuove opportunità.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Doxinet srl

Doxinet è un’azienda capace di adattarsi alle esigenze del mercato, in grado di...

Vai al profilo

Simplicissimus Book Farm srl

Simplicissimus Book Farm nasce nel giugno 2006, alla fine di una vera e propria indagine...

Vai al profilo

Missione Web

La nostra Web Agency è costituita da un team giovane e dinamico che subisce da sempre il...

Vai al profilo

foolix

Foolix è una società di consulenza e sviluppo software specializzata nello sviluppo...

Vai al profilo