A scuola con il tablet /

Con il Tablet nello zaino

Con il Tablet nello zaino

09 Ottobre 2011 Redazione
Redazione
Redazione
share
Il tablet arriva nella scuola italiana, ufficialmente. Lo stesso Ministero dell'Istruzione infatti ne sancisce l'introduzione nel prossimo anno scolastico.

E se per leggere il nostro e-book sotto l'ombrellone dovremmo aspettare la prossima estate, la rivoluzione culturale che vede il tablet come suo simbolo distintivo ha già iniziato la sua marcia.

Un percorso lungo e tortuoso che investe anche la scuola italiana.

Non sto parlando di un futuro auspicabile ma di un presente che mostra già i suoi frutti.

E' di oggi la notizia pubblicata di Claudio Del Frate, giornalista del Corriere della Sera, “La scuola di Bergamo che ha abolito i libri”. La storia di una scuola come mille altre ma dove i libri sono andati già finiti in soffitta. I ragazzi dell'Istituto tecnico “Ikaros” vanno a scuola con il Tablet. Proprio così.

CONSIGLIATO PER TE:

Il futuro incerto del giornalismo

Da questa lettura domenicale è nata la curiosità di scoprire se l'epidemia del tablet si stesse diffondendo anche nella scuola. Un mondo da sempre ostile ai cambiamenti ma che gradualmente sta riscoprendo il piacere della tecnologia. Ed ecco che una breve ricerca da internauta per caso mi porta a scoprire una verità insperata Una sezione che il Ministero della pubblica istruzione dedica alla tecnologia . Mi colpisce, di seguito, la notizia del convegno proposto dall'ordine dei gesuiti “Basta libri pesano troppo su studenti...e famiglie". Ma scopro che sono soprattutto i ragazzi che con una mobilitazione silenziosa ma allo stesso tempo tumultuosa spingono affinché questo cambiamento ci sia. Dallo studio dell'Associazione Comunicazione Perbene si scopre che il 71% degli studenti andrebbe più volentieri a scuola se gli strumenti didattici rispondessero di più alle loro abitudini tecnologiche.

Un sogno che per gli studenti italiani non tarderà ad avverarsi. Infatti per l'anno scolastico 2012-2013 le scuole italiane per la prima volta saranno chiamate ufficialmente ad introdurre i supporti tecnologici come tablet e ebook come materiali d'uso.

Un cambiamento culturale che non può passare inosservato se anche l'istruzione atta alla formazione dei cittadini riconosce l'importanza di uno strumento tecnologico come i tablet.

L'immagine di schiene incurvate sotto il peso della cultura ( o meglio dei libri) diventerà a breve solo un ricordo del passato.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Digitelematica srl

Digitelematica è una software house già attiva in ambienti tradizionali (MF, As...

Vai al profilo

D-One Software House

Sviluppo applicazioni personalizzate per iPad e iPhone

Vai al profilo

Stefano Galizia

Sviluppatore iPhone ed Android

Vai al profilo

iMotion Software

iMotion Software è una realtà attiva nello sviluppo di soluzioni mobile in ambito...

Vai al profilo