A scuola con il tablet /

Convitto Nazionale “Paolo Diacono”: il tablet diventa realtà nelle classi prime dei Licei.

Convitto Nazionale “Paolo Diacono”: il tablet diventa realtà nelle classi prime dei Licei.

06 Maggio 2014 Redazione
Redazione
Redazione
share
Cividale del Friuli – 6 maggio 2014 – I tablet stanno per entrare in classe. Recentemente sono stati consegnati a tutti gli alunni delle classi prime dei 5 Licei annessi al Convitto Nazionale “Paolo Diacono”; circa 130 studenti distribuiti tra Liceo scientifico, classico, linguistico e delle scienze umane, che avranno la possibilità di familiarizzare con un nuovo supporto a vantaggio della metodologia di apprendimento-studio. Potenziata l'innovazione didattica con l’uso delle tecnologie informatiche.

È già da qualche anno che il Convitto persegue un ambizioso 'Piano di Innovazione Integrato', che prevede una serie di operazioni legate allo sviluppo delle moderne tecnologie finalizzate a potenziare il processo educativo e ad ottimizzare l'offerta formativa e didattica per gli allievi. Avviato con l'installazione di lavagne multimediali LIM o videoproiettori interattivi in tutte le aule e negli spazi lavoro, il Piano è proseguito con la dotazione di tablet personale a tutti i docenti ed educatori, nonché con la diffusione del segnale wi-fi in tutti i plessi scolastici. Ora il Convitto compie un altro passo significativo con la fornitura agli alunni dei tablet, mediante i quali essi potranno consultare i libri di testo digitali, svolgere ricerche e approfondimenti on-line, condividere contenuti didattici, documentare e archiviare video-audio-testi, e molto altro ancora.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di sviluppare e potenziare l'attività didattica e formativa, permettendo agli allievi di interagire efficacemente con le moderne tecnologie digitali e multimediali, ed al contempo sostenendo i docenti nel processo di innovazione dell'apprendimento e nella sperimentazione di nuovi contenuti. Inoltre, l’impiego del tablet in classe vuole rendere più immediato il coinvolgimento attivo degli studenti e più stimolante la nuova modalità didattica per gli insegnanti, nel lavoro integrato di formazione, aggiornamento e sperimentazione.

La nostra realtà investe convintamente sulle tecnologie digitali perché ha capito che esse rappresentano il futuro dell'apprendimento. I tablet, l'ultimo acquisto in ordine di tempo, sono la premessa del passaggio graduale dall'insegnamento tradizionale a quello digitale, che implica un approccio interdisciplinare allo studio che punta ad arrivare ad un sapere più ampio e più elastico -  commenta il Rettore del Convitto Oldino Cernoia - E non abbiamo intenzione di fermarci qui; la nostra prossima frontiera è l'attivazione di una piattaforma per l'e-learning, su cui stiamo già lavorando.”

L'attuazione del 'Piano di Innovazione Integrato' si è resa possibile grazie al coinvolgimento della Fondazione Crup che conferma il suo forte e preciso impegno per la scuola. “Il nostro Ente - commenta il presidente Lionello D'Agostini - sostiene progetti finalizzati a fornire agli studenti adeguati strumenti metodologici attraverso i quali acquisire competenze utili sia al proseguimento degli studi sia all’inserimento nella vita sociale e nel mondo del lavoro. La scuola digitale rappresenta uno di questi strumenti.

 

Per ulteriori informazioni contattare:

 

Convitto Nazionale “Paolo Diacono”                                                        punktone |Ufficio Stampa  - Dott.ssa Federica Pettarin

Dott. V. Michelutti Tel. 0432 1489602 michelutti@cnpd.it Tel. 0481 30068 - 349 7744862 -  federica@punktone.it

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


MSG applicationconsulting

Vai al profilo

SANMARCO INFORMATICA SPA

Sanmarco Informatica opera nel settore dell'informatica da oltre 20 anni con...

Vai al profilo

Digitelematica srl

Digitelematica è una software house già attiva in ambienti tradizionali (MF, As...

Vai al profilo

Simplicissimus Book Farm srl

Simplicissimus Book Farm nasce nel giugno 2006, alla fine di una vera e propria indagine...

Vai al profilo