A scuola con il tablet /

I primi passi della Regione Lombardia.

I primi passi della Regione Lombardia.

07 Novembre 2011 Redazione
Redazione
Redazione
share
Parliamo ancora del nostro Paese e diamo spazio all'iniziativa dell'Ufficio Scolastico della Regione Lombardia, EDUCAZIONE.

Abbiamo girato il mondo facendo tappa in Corea del Sud, in Russia e ancora in Francia, ma ora fermiamoci e diamo un'occhiata a casa nostra. Torniamo in Italia per scoprire una nuova iniziativa che svecchia la didattica del bel Paese.

Una proposta importante arriva dall'Ufficio Scolastico della Regione Lombardia per adeguare la scuola alla rivoluzione digitale in atto. Il progetto denominato semplicemente educazione cerca di rispondere alle esigenze di una nuova forma di scuola che si sta andando a delineare. Ebbene si ancora una volta ci troviamo davanti alla tanto osannata rivoluzione digitale (che non abbiamo ancora compreso se sia positiva o negativa o dove ci condurrà) e agli strumenti per entrare a farne parte. La prima necessità è di permettere ad alunni e insegnanti di possedere strumenti e competenze indispensabili per una scuola che sta andando sempre più incontro alla digitalizzazione.

La scuola è inevitabilmente cambiata e con essa in primis gli alunni. Gli studenti che ormai entrano nelle aule scolastiche hanno un bagaglio di competenze informatiche e tecnologiche (seppur elementari) importanti. Una nuova generazione che fa del linguaggio web la sua lingua madre. Una forma mentis radicata che non può contaminare un ambiente così importante come la scuola.

Non dimentichiamo che ormai fin dalla tenera età i ragazzi possiedono pc, cellulari di ultima generazione e quant'altro il mercato della tecnologia proponga. Gli insegnanti hanno dovuto far i conti con questo per poi ritrovarsi anch'essi convinti delle potenzialità della tecnologia associata alla didattica. Per questo, la Regione Lombardia ha ideato il progetto educazione che sembra voler rispondere a quest' emergenza offrendo strumenti e servizi annessi (come la creazione di reti wireless) che conducano la scuola italiana agli standard mondiali.

Un modo che permetta a domanda e offerta d'incontrarsi attraverso un sistema che conduca per mano anche le famiglie. Infatti il progetto propone solo una lista limitata di prodotti già sperimentati in classe. Una selezione che possa tranquillizzare anche i genitori più scettici. All'interno del portale vengono offerti a ragazzi e insegnati la possibilità di noleggiare strumenti quali computer ebook o tablet. E non solo. Viene offerta la possibilità di riscattare il prodotto o di sostituirlo dopo tre anni con un altro adeguato ai tempi.

Una forma di prestito che non solo va incontro alle famiglie ma che permetta di accelerare il processo di trasformazione fornendo gli strumenti indispensabili.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Roma4You

Roma4You è un progetto trasversale unico nel suo genere, contraddistinto da...

Vai al profilo

Sandro Sanna

Docente

Vai al profilo

Doxinet srl

Doxinet è un’azienda capace di adattarsi alle esigenze del mercato, in grado di...

Vai al profilo