A scuola con il tablet /

La Scuola del Futuro disegnata dai Protagonisti: la 2A

La Scuola del Futuro disegnata dai Protagonisti: la 2A

07 Marzo 2014 Redazione
Redazione
Redazione
share
Presso l'Istituto Comprensivo Antonio Gramsci di Mulazzano è stato realizzato per il terzo anno consecutivo il format di Didattica Aumentata "Social Network" incentrato sui meccanismi che permettono ai ragazzi di sviluppare la collaborazione e la gestione delle differenze, quella che i pedagogisti chiamano: "Socialità Positiva".
Dopo un primo incontro in cui abbiamo condiviso concetti ed esempi di come evolve la tecnologia, di come questa impatta sul nostro modo di pensare e di agire, agli alunni delle classi seconde è stato chiesto di progettare la scuola del futuro... ed ecco una sintesi realizzata dalle ragazze e dai ragazzi di Seconda A.

Immaginate 5 classi seconde, circa 120 ragazze e ragazzi con le loro insegnanti, che si incontrano in Aula Magna per discutere di evoluzione tecnologica, di cambiamenti sociali, di globalizzazione e identità, di conflitto e collaborazione... gli strumenti a nostra disposizione? un PC, un proiettore, un microfono, un flipchart e 2 pennarelli colorati...

Il primo incontro è stato un festoso ed interessante brain-storming, il secondo è stato il giorno in cui gli alunni, divisi in gruppi, hanno presentato ai colleghi i loro lavori, sviluppati nell'arco di una settimana sul tema:

COME SARA' LA SCUOLA DEL FUTURO?

GIOCO1

 

I lavori presentati sono (come sempre) sorprendenti... e non solo per me, che li incontravo per la prima volta, ma per i docenti stessi coinvolti nel progetto, che hanno potuto vedere direttamente aspetti e talenti dei loro scolari che normalmente non hanno l'occasione e l'opportunità di conoscere.

Alcuni gruppi hanno presentato la loro visione della scuola del futuro assemblando dei video:

C'è chi ha costruito un plastico, con materiali di recupero:

C'è chi ha fatto un disegno, chi una presentazione con Microsoft Power Point e chi a scritto una poesia su una pergamena...

 

Nei giorni seguenti questa emozionante carrellata di proposte e idee, le insegnanti hanno chiesto ai ragazzi di condividere i loro pensieri su questa iniziativa.

Di seguito vi riporto le loro considerazioni raccolte in 2A dalla professoressa Cristiana Fagnani:

a - attraverso  l’attività del progetto social network  i ragazzi hanno  sperimentato:

  • la collaborazione, l’impegno, il rispetto e la serietà  fra di loro
  • il confronto fra  compagni di  altre  classi
  • il divertimento  di preparare un’attività insieme
  • la libertà di credere e la voglia di credere in una scuola del futuro, diversa e più tecnologica, all’altezza della loro  generazione  e di quella futura

b - attraverso  l’attività del progetto social network  i ragazzi  hanno  scoperto che:

  • i social network servono per giocare, per comunicare, per informare, per imparare
  • internet  può  essere una fonte di studio  oltre che di svago e divertimento
  • i social network mettono in comunicazione con il mondo MA possono essere pericolosi per la privacy delle persone
  • i social network  si  rivelano  utili se usati in modo corretto
  • alcuni usano i social network per insultare  e pubblicare  immagini di altre persone
  • i social network aiutano a pensare al futuro del mondo, al futuro  in ambito lavorativo e scolastico (non più libri/documenti cartacei ma  Ipad, tablet, smartphone, etc)

 

Siamo in attesa di ricevere il resoconto di altri protagonisti di questa avventura in continua espansione: la scuola progettata dagli studenti assomiglia molto al progetto di Sugata Mitra sull'Auto-Aapprendimento... perchè quello che dovremmo imparare a replicare sono le soluzioni che funzionano.

 

PdVG

Creative Commons

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Giorgio Peressin

Dedico il mio tempo alla mia passione: sviluppare app.

Vai al profilo

dualcrossmedia.com

web media, service, cross media web consultancy, info graphics, Seo, marketing 3.0

Vai al profilo

MamoSoftware

Sviluppo software per passione. Ho realizzato il Gestionale AlfaDesk su piattaforma...

Vai al profilo

Raffaele Gentiluomo

Computer Grafica

Vai al profilo