A scuola con il tablet /

Scuola digitale e neuroni che apprendono

Scuola digitale e neuroni che apprendono

28 Maggio 2013 Redazione
Redazione
Redazione
share
La tendenza diffusa e condivisa dai più è di accettare in modo acritico le nuove tecnologie affidandosi alle loro percepite qualità taumaturgiche. In realtà fidarsi è bene ma non fidarsi è ancora meglio. Serve sviluppare un pensiero critico perchè il futuro della nostra cultura dipende da come riusciamo ad imparare ad usare i nuovi media che hanno arricchito ma anche complicato le nostre vite.

L'argomento è già stato trattato in più occasioni su SoloTablet. Il tema è quello della tecnologia e dei suoi effetti sulla vita delle persone ma anche sulla didattica e sulle varie forme di apprendimento che ne derivano. Tablet, tecnologie e media digitali stanno cambiando il nostro modo di interagire sia con il mondo esterno che con con quello mentale e interno a noi.

Le nuove tecnologie hanno fatto aumentare in modo esponenziale le nostre capacità creative e di consumo dei media digitali ma possono anche sviare coloro che non hanno sviluppato una loro capacità di controllo mentale sul loro utilizzo come canali e strumenti di comunicazione. L'uso di questi nuovi strumenti non è automatico così come non sono automatici i benefici.

Su queste tematiche applicate all'ambiente scolastico e dell'apprendimento umano in generale si è esercitata Laura Lo Giudice sul blog di Equilibridigitali.it, con un lungo testo nel quale sono condivise non soltanto riflessioni e risposte ma vengono poste delle domnde e sollevati dei ragionavoli dubbi.

Le domande sono quelle che si pongono numerosi operatori della scuola e insegnanti ( Ci sono prove che l’apprendimento digitale migliori le performance degli studenti? ), i dubbi partono da rifessioni sulla tecnologia e sul suo ruolo attuale nel determinare e condizionare molti ambiti di vita e ambienti di lavoro ( Ci sono teorie a fondamento delle buone pratiche che si vanno diffondendo, oppure il tutto si basa sull’ideologia che vuole vedere, ancora una volta, la tecnologia come forza autonoma e portatrice di progresso?).

Il testo dal titolo "Scuola digitale, sfida per un apprendimento migliore?" è lungo e contiene numerose sollecitazioni e provocazioni.

Ne consigliamo la lettura, unitamente ai numeorsi articoli di solotablet che qui indichiamo:

 

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Simplicissimus Book Farm srl

Simplicissimus Book Farm nasce nel giugno 2006, alla fine di una vera e propria indagine...

Vai al profilo

Computime Srl

Computime, rivenditore Apple dal 1983, Servizi per l'editoria, Software House. La...

Vai al profilo

Padiglio

Padiglio è una rivoluzionaria custodia per iPad, e tablet in generale, che consente a...

Vai al profilo