A scuola con il tablet /

Tablet in Classe? Con 35/50 alunni difficile che ci entri!

Tablet in Classe? Con 35/50 alunni difficile che ci entri!

16 Settembre 2013 Redazione
Redazione
Redazione
share
L’anno scolastico 2013 è iniziato in modo strano. Poche proteste e molta rassegnazione, pochi insegnanti e ancor meno sezioni, molti studenti a riempire aule sempre più fatiscenti e inadatte ai tempi e voglia costante di non arrendersi chiedendo a gran voce innovazione e cambiamento. In questo contesto, la tecnologia è diventata un cavallo di battaglia per l’una e per l’altro.

Se il cittadino spera che il 2013 sia l’anno dell’uscita dal tunnel della crisi e dell’inizio di una ripresa, l’insegnante e lo studente si augurano che possa essere l’ultimo anno di ristrettezze finanziarie e, visto l’affollamento delle aule scolastiche, di ristrettezze fisiche… ( il record si è raggiunto in un liceo musicale siciliano con 50 ragazzi in aula il primo giorno di scuola ).

Il caos dominante e le ristrettezze in cui versa la scuola italiana avrebbe dovuto suscitare reazioni ben più forti di quelle a cui abbiamo assistito. Può darsi che queste reazioni ci siano state ma non abbiano avuto la visibilità adeguata. Può darsi che le priorità delle famiglie ( genitori di studenti e insegnanti nelle vesti di genitori ) vadano in altre direzioni e seguano altre preoccupazioni. Può darsi infine che i ragazzi stessi siano più preoccupati della crisi in cui versa la loro paghetta, e meno del funzionamento ottimale della scuola e del suo ruolo nel procurare loro un lavoro futuro.

L’estate appena finita è servita comunque a ricaricare le batterie e, forse, a suggerire nuove idee, nuovi progetti e nuove ripartenze. Se questo esercizio è stato fatto, la pianificazione mentale che ne è seguita può avere un impatto significativo nell’impostare il nuovo anno scolastico con nuovi approcci, nuovi metodi didattici, nuovi progetti in classe e fuori,  e nel ridurre lo stress da inizio anno, soprattutto se le premesse sono quelle a tutti già note.

Gli ambiti in cui intervenire non sono numerosi ma tutti essenziali allo scopo di una buona riuscita didattica, di una riduzione dello stress e di un apprendimento efficace. In tutti questi ambiti la tecnologia puà venire in soccorso e fornire quanto serve per raggiungere gli obiettivi prefissati e per introdurre nella scuola di appartenenza cambiamenti radicali e maggiore innovazione.

Si deve innanzitutto mettersi nella condizione di poter fare un assessment preciso delle  necessità e delle risorse. Per farlo si possono usare APP apposite in grado di automatizzare i processi, semplificarli e renderli maggiormente misurabili e valutabili. Queste applicazioni possono servire per un inventario rapido e preciso delle conoscenze degli studenti e delle loro necessità e per pianificare meglio attività, sperimentazioni e nuovi progetti.

  • Edmodo: utile per distribuire quiz e questionari per l attività fuori dalla classe
  • ClassDojo: utile per un assessmente del comportamento degli studenti
  • Easy Assessment - Rubric Creation: creazione di una rubrica

Il secondo ambito di intervento è quello organizzativo. E’ grazie ad un’organizzazione migliore che si riesce a limitare lo stress, a far risparmiare tempo e a pianificare meglio le attività.

  • GoClass: Una piattaforma per preparare lezioni supportate da video, immagini ed altri strumenti multimediali. Gli studenti possono accedere alla classe virtuale da ipad. iphone, ipod touch.
  • Educreations Interactive Whiteboard
  • Teacherkit: Uno strumento indispensabile per tenere sotto controllo la classe, le assenze, le note di merito o demerito, i risultati raggiunti da ogni alunno e tanto altro.
  • Scholastic
  • Popplet
  • Edmodo: Un social network pensato per la scuola. Meglio di un blog, Edmodo permette di creare classi virtuali ed incentiva lo scambio di informazioni e risorse tra insegnanti e studenti, studenti e studenti, genitori e insegnanti. Da utilizzare subito!!!Compatibile con
  • Notebook: per preparare lezioni per la LIM su iPad
  • Sugarsync: per salvare e organizzare dati sulla nuvola (Cloud Computing)
  • Paperlite: una APP semplice ed intuitiva che permette di appuntare idee, costruire mappe logiche, registrare attvità di brain storming  e molto altro.

 

Per avere successo negli ambiti sopra menzionati è fondamentale riuscire a coinvolgere gli studenti. Farlo non è così semplice. Richiede tempo, volontà e attenzione. Quest’ultima può essere più facilmente allenata diversificando le attività e le forme della didattica ma anche introducendo in classe nuovi strumenti collaborativi e nuove applicazioni interattive capaci ai aumentare il livello di partecipazione e interesse dello studente. I nuovi strumenti possono diventare per gli studenti mezzi importanti di espressione di sé stessi, di scoperta di nuovi interessi e preferenze, di nuove modalità di interagire con la realtà della scuola e con gli altri.

[ 50 risorse per organizzare una classe al lavoro collaborativo con tablet, iPad e altri strumenti tecnologici: articolo in inglese]

Un altro ambito di possibile intervento prevede la personalizzazione dell’apprendimento da parte dello studente. Una opportunità resa oggi possibile da una didattica di gruppo e non frontale che deve tenere conto delle differenze tra gi studenti in termini di conoscenze, maturità, capacità di linguaggio, personalità e carattere.

Il passaggio a nuove forme di didattica suggerisce maggiore flessibilità e capacità di massimizzare al meglio le proprie di insegnamento. Ciò può essere fatto ricorrendo ad applicazioni adeguate e predisposte per adattare didattica, metodo di insegnamento, progetti e iniziative a realtà soggette a cambiamenti frequenti. Cambiamenti che non devono essere percepiti come negativi ma come opportunità per un miglioramento continuo nel tempo e nei risultati.

Fonte: allthingsd.com

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


ARKEBI

Prof. arch. Emiliana Brambilla

Vai al profilo

PS.Mobile

PS.Mobile, software house di Bologna dal 2001, offre ai suoi clienti progetti...

Vai al profilo

CREALAB SRL

CREALAB è una società italiana che offre servizi e consulenza nell'ambito del settore...

Vai al profilo