Approfondimenti /

CIO, attenti al futuro...anche vostro!

CIO, attenti al futuro...anche vostro!

28 Marzo 2011 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Secondo Gartner siamo di fronte ad una rivoluzione senza precedenti, una fase di cambiamento che tocca molti aspetti IT e cambierà profondamente il modo di lavorare e il futuro di chi dirige l'IT aziendale

Il 24 marzo all'hotel Marriot di Milano Gartner Group ha tenyto il suo evento italiano, quest'anno intitolato “ cloud , social computing e non solo”, un evento focalizzato come sempre a fornire analisi e visioni e a fare il punto, quest'anno, su un clima di ripresa dell'economia globale che dopo le fasi di rallentamento e recessione obbliga i fornitori e gli utenti IT a fronteggiare nuove e crescenti pressioni.Secondo Gartner le aziende infatti sono alla costante ricerca di un maggiore ritorno degli investimenti IT e sono obbligate a farlo in un mondo in costante evoluzione.

Il Gartner Italian Event è servito a tracciare un quadro delle risorse IT indispensabili per comprendere e sfruttare questo momento di transizione, con un focus sulla situazione del mercato in Italia, individuando i principali trend tecnologici che caratterizzeranno il contesto italiano nei prossimi cinque anni.

Uno dei messaggi forti lanciato ai CIO li richiama a stare " Attenti ai cambiamenti: sarà l’informazione il petrolio del 21.mo secolo. L’informazione sarà la risorsa che guiderà l’economia e le organizzazioni “.Secondo Gartner nessuno oggi riesce ad immagimare quanto l'informazione sia e possa diventare rilevante per il successo delle aziende e delle loro strategie.

La ricetta comunicata da Gartner è di lavorare per fare in modo di evitare le sorprese di un futuro imprevedibile ma che ha disseminato il presente con segnali emergenti facili da comprendere. Quello che stà avvenendo cambia radcamente la missione e il ruolo di chi dirige l'IT aziendale percè molte sono le forze che stanno ridisegnando forma e ruolo delle tecnologie al servizio del business.

Il ciclo di allineamento dell'IT al business richiede 12-18 mesi ma la novità è che non è più sufficiente focalizzarsi sulla riduzione dei costi, quello che serve ora è tornare a crescere e per farlo è necessario dotarsi di nuove forme di pensiero e nuova cultura.

Il cambiamento in questione si riferisce alla infrastruttura, ai processi aziendali e al modo di pensare e quest'ultimo è determinante per il successo degli altri due perchè solo un nuovo modo di pensare può aiutare a credere che le nuove tecnologie possare davvero incrementare la produttività e che l'IT sia un investimento redditizio per l'azienda.

Tre sono i trend da tenere sotto controllo: cloud computing, social computing e context aware computing. Il cloud computing trasformerà l’industria IT perchè sta trasformando e cambierà il modo di pensare ai provider di tecnologia . Dai social media ai dispositivi intelligenti al cloud computing , la valutazione di come queste tecnologie possono adattarsi alle organizzazioni e il loro impatto sul bilancio diventeranno una funzione critica per ogni dirigente. L’integrazione in azienda del cloud computing, prima privato e poi pubblico , è strettamente collegato al tema dirompente della consumerizzazione dell’IT ( un concetto creato da Gartner ma ripreso anche da aziende innovative quali Apple ) che ora guida e/o condiziona molte decisioni aziendali.

Altri trend interessanti sono quelli della mobilità e il ricorso agli Store di APP quale quello di Apple, store che trasformano le applicazioni aziendali in applicazioni online. Il video diventa mainstream come elemento embedded nelle applicazioni e ormai parte dell’esperienza comune del consumatore di IT. L’analisi delle informazioni , non più solo business intelligence , si accompagna all’esplosione dei “Big Data”. Una grande quantità di dati che contiene informazioni essenziali per il business aziendale, in sincronia con i social media e il computing context aware, farà nascere una analytics di nuova generazione.

Segno dei tempi il fatto che durante il convegno due soli vendor abbiano avuto l'onore della menzione e che mentre il primo, IBM, non è stato certo una novità, il secondo, AMAZON, lo è in assoluto.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


ARKEBI

Prof. arch. Emiliana Brambilla

Vai al profilo

XENIALAB

Xenialab sviluppa applicazioni native su Apple iOS (iPhone, iPad, iPod), Google...

Vai al profilo

Bluzz

Bluzz è un marchio che raggruppa professionisti e aziende che operano da più di...

Vai al profilo

Appytech Srl

Vai al profilo