Disruptive projects /

Homo Sapiens - disrupt yourself!

Homo Sapiens - disrupt yourself!

10 Giugno 2013 Paola De Vecchi Galbiati
Paola De Vecchi Galbiati
Paola De Vecchi Galbiati
share
Presso il Complesso Monumentale del Broletto a Novara, è in corso una mostra dedicata all'evoluzione dell'uomo, dalla nostra fisiologia ai nostri linguaggi, dalle nostre attività ai manufatti...
un'osservazione analitica sulla nostra evoluzione naturale e culturale insieme che ci aiuta a far cadere una serie di miti e stereotipi ancora molto radicati.

Sabato sono andata a Novara... ho visitato questa mostra e ne sono rimasta molto colpita... si tratta della prima Mostra di Memetica a cui io abbia mai assistito...

L'intero percorso narrativo è stato curato da Luigi Luca Cavalli Sforza genetista italiano, ora professore emerito alla Stanford University e da Telmo Pievani, filosofo della scienza ed esperto di evoluzione: racconta da dove veniamo e come siamo riusciti a popolare l’intero pianeta, costruendo il mosaico della diversità umana di cui siamo parte.

Come riportato sul sito della mostra,

le ricerche alla base di essa la rendono una sfida inedita e innovatrice nel campo della comunicazione della scienza

per la prima volta, infatti, ricercatori di tutto il mondo, appartenenti a discipline molto diverse

– come la genetica, la linguistica, l’antropologia, la paleoantropologia, la climatologia –

hanno istituito un progetto di cooperazione sistematica per ricostruire le origini e i percorsi del popolamento umano, per scrivere l’atlante del grande viaggio umano sulla Terra.

Un approccio multidisciplinare e internazionale che si riflette sia nei contenuti della Mostra sia nella composizione del Comitato Scientifico e che offre per la prima volta al pubblico una visione d’insieme aggiornata delle ricerche sul campo e dei risultati raggiunti.


NO0

 

Attraverso questo viaggio nella evoluzione dell'uomo, scopriamo che molte delle cose che abbiamo appreso a scuola, che molti dei concetti che diamo per scontati sono solo delle interpretazioni (spesso errate e fuorvianti) di quello che conosciamo, che siamo in grado di vedere ... più aggregazioni riusciamo a fare tra l'ambiente, noi e la nostra storia, più miti e fraintendimenti riusciremo a smontare... più impariamo a collaborare efficacemente nella costruzione di soluzioni, più sarà facile trovarle in breve tempo... e questa mostra ne è un esempio concreto.

 

Affrontare i problemi sempre nello stesso modo sperando che questo produca risultati differenti è follia, diceva Albert Einstein... e continuare a pensare che la nostra visione del mondo, della nostra vita, del nostro ruolo e del nostro lavoro sia quella che abbiamo sempre immaginato sino ad ora, non ci porterà lontano...

CONSIGLIATO PER TE:

Serve una cultura digitale

"La nostra storia comincia con i piedi" recita una delle prime didascalie della mostra: i primi passi sembrano essere sempre legati alla scoperta... camminare, viaggiare, vedere, cercare, trovare per caso... la meta è il viaggio.

NO1

 

"Non siamo i primi europei" spiega un altro tabellone, mostrandoci la mappa dei primi ominini che si spostarono dall'Africa verso l'Europa... gli ominini... cinque specie del genere homo... Anche quella dell'homo sapiens è una leggenda da sfatare...

NO2

Pensare ora che la prerogativa di 'Civile' spetti ad uno 'stato organizzato alla occidentale' è un atto scientificamente infondato...

 

Attraverso una serie di strumenti interattivi, vi è possibile verificare quanti geni abbiamo in comune con un lombrico, con una banana e con un pino... potrete scoprire che esistono ancora esseri umani "non contattati", ovvero che vivono isolati da secoli e che rischiano l'estinzione... potrete viaggiare insieme ai nostri progenitori, capire quali mistificazioni si celino dietro il latte... scoprire che le razze non esistono, ma che è stato un formalismo che ci siamo inventati per descrivere differenze estetiche, che a livello genetico e culturale non sono rilevabili.

NO3

 

Insomma, se volete aggiornare le vostre conoscenze in materia di evoluzione, questa è la mostra che fa per voi... riceverete in cambio una serie di chiavi di lettura davvero dirompenti, per riesaminare il modo in cui ci siamo abituati a vedere il mondo e il nostro ruolo in esso.

 

Homo Sapiens ha registrato un'affluenza inattesa e la sua permanenza a Novara è stata prorogata sino al 28 luglio, dopodiché si sposterà negli Stati Uniti.

 

Non mi resta che augurarvi buon viaggio...

 

PdVG

Creative Commons

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Diginet srl

Società di consulenza operativa di marketing, advertising e project management sui...

Vai al profilo

dualcrossmedia.com

web media, service, cross media web consultancy, info graphics, Seo, marketing 3.0

Vai al profilo

Mobile App

Mobile app offre una serie completa di apps per tablet e smartphone B2B e B2C, la sua b.u...

Vai al profilo

Startbusiness

SB un’azienda che fa scouting nel mondo ICT (Information Communication Technology...

Vai al profilo