Fidelizzazione: istruzioni per l'uso /

“Ristorare” a Natale... Con le Fidelity Card

“Ristorare” a Natale... Con le Fidelity Card

22 Dicembre 2016 Francesca Dellapasqua
Francesca Dellapasqua
Francesca Dellapasqua
share
Siamo a Natale, periodo “caldo” per la ristorazione. Periodo in cui si pensa che un progetto di fidelizzazione sia inutile... I ristoranti sono pieni e i clienti non hanno necessità di essere incentivati all’acquisto.

Ragionamento errato: poter fidelizzare i clienti serve sempre (proprio quando il locale è pieno c’è sicuramente qualcuno che merita attenzione e che forse normalmente non è cliente).

Chi ritiene che ci siano periodi estranei al Loyalty ha davvero sbagliato l’approccio alla fidelizzazione!

Fidelizzare i clienti è qualcosa che va ben oltre il normale servizio in sala; è qualcosa che obbliga a capire la filosofia dei clienti e a programmare nel dettaglio attività a loro rivolte.

Servire bene il cliente non significa solo cortesia e professionalità. Il buon servizio non sta solo nell’apparecchiare un “bel” tavolo o portare quattro piatti contemporaneamente. Il buon servizio sta nel mettersi nei panni del cliente e capirne le necessità. In una parola: conoscerlo.

La fidelizzazione inizia appena il cliente entra nel ristorante, prosegue durante il servizio e si realizza compiutamente quando il cliente si sente coccolato, importante, unico. Vi ricordate in quale tavolo era seduto l’ultima volta che è venuto? Chi l’aveva servito? Sono i piccoli dettagli a fare la differenza…

Le Fidelity Card sono un grande strumento per coccolare il cliente e materializzare i piccoli dettagli.

Se poi si affianca anche il supporto Virtuale, diventa tutto estremamente moderno, oltre che utile.

Non si parla semplicemente di sconti o promozioni (seppur sempre graditi), ma di conoscenza e riconoscimento delle abitudini di spesa, gratificazioni, sorprese.

Con un programma di fidelizzazione il cliente si sente considerato e premiato.

Seppur per il ristoratore la Carta fedeltà e i premi non abbiano una grande incidenza in termini di costi, per il cliente che li riceve il valore è enorme (e duplice): VALORE MONETARIO, come sconto, e VALORE PSICOLOGICO, come importanza.

Buon compleanno! Buon onomastico! E adesso, che è Natale, Buone Feste! Con una promozione speciale dedicata: una torta, un aperitivo, una bottiglia di vino in omaggio…

E ultimo, fondamentale: non c’è niente di meglio che premiare un cliente quando porta altre persone. Significa che ha parlato del locale in maniera positiva e, si sa, una quota di questi clienti fedeli garantisce una base di fatturato solida e duratura.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


PalmoLogix

PalmoLogix is a privately held software company and technical consultancy located in...

Vai al profilo

100 Things App e giochi per Bambini Genitori e Nonni

La vita di per sé è la favola più fantastica! (Andersen) Anche noi da bravi danesi...

Vai al profilo

Mobile App

Mobile app offre una serie completa di apps per tablet e smartphone B2B e B2C, la sua b.u...

Vai al profilo

MamoSoftware

Sviluppo software per passione. Ho realizzato il Gestionale AlfaDesk su piattaforma...

Vai al profilo