In corsia con il tablet /

Tre suggerimenti per stare bene nel 2016

Tre suggerimenti per stare bene nel 2016

01 Febbraio 2016 Redazione
Redazione
Redazione
share
La tecnologia può aiutare le persone attente al proprio benessere personale in molti modi. In particolare grazie a prodotti tecnologici indossabili ed apposite APP. I primi capaci di monitorare con i loro sensori ultra-sensibili impulsi vitali, abitudini e stili di vita. Le seconde fornendo il veicolo e il cruscotto per disporre delle informazioni e delle conoscenze che servono.

Le applicazioni pensate per prendersi cura della disattenzione individuale verso buone pratiche e comportamenti che potrebbero favorire la salute e il benessere personale sono ormai innumerevoli. Tutte scaricabili dagli store dei principali produttori e tutte utilizzabili su dispositivi diversi, anche indossabili.

Tra queste applicazioni alcune possono tornare molto utili, in particolare per persone che devono fare attenzione alla loro dieta, che hanno problemi con il loro sonno e non sono particolarmente attenti alla loro igiene dentale.

Fonte: http://www.thinkadvisor.com/

Per evitare problemi di salute, spesso quando si è anziani o si hanno problemi di dieta un’ottima idea sarebbe di controllare con attenzione quello che si mangia. Non tutti i cibi e i prodotti commestibili sono oggi raccomandabili o altamente salutari, soprattutto quelli ad alto contenuto chimico. La scelta che viene compiuta nel supermercato raramente è dettata da una sana curiosità che porta alla lettura delle etichette. Spesso ci si ferma al prezzo, sbagliando e correndo così alcuni rischi indesiderati.

Una soluzione tecnologica che è venuta in aiuto dei consumatori è Fooducate, una applicazione che permette di scannerizzare le etichette di un prodotto e di evidenziare cosa il prodotto contenga realmente. Un’APP utile per la salute personale ma anche per esercitarsi in quella che dovrebbe essere una buona pratica generale, leggere date di scadenza e prezzo ma anche contenuti, livelli, additivi e ‘porcherie’ varie.

Prima degli acquisti al supermercato a impensierire molti è il sonno limitato che si concedono. Chi oggi è obbligato, dalla sua vita lavorativa sempre più precaria o dall’urgenza e dall’elevato livello di stress che caratterizza molte vite individuali nella corrente situazione di crisi, dorme sempre meno e spesso dorme male, anzi malissimo.

Secondo tutti gli esperti di salute bisognerebbe dormire almeno sette o nove ore per notte. Un limite impossibile per la maggior parte delle persone che dormono oggi in media tra e cinque e le sei ore a notte, con conseguenti effetti collaterali, ricorso a stimolanti, perdita della capacità di concentrazione altri seri problemi come ad esempio (a detta di alcuni medici) un invecchiamento precoce della pelle. Chi dorma poco è più portato di altri a subire eventuali attacchi cardiaci o a soffrire di malattie cardiache.

Anche a loro la tecnologia è oggi in grado di offrire una applicazione come SleepCycle che analizza i cicli del sonno, monitora il sonno in modo da attivare la sveglia nel momento ottimale e da favorire un maggiore relax e riposo. Le applicazioni di questo tipo sono numerose e tutte legate a potenti sensori e tecnologie installate sui dispositivi indossabili e mobili in uso.

Il terzo ambito nel quale la tecnologia può fornire un aiuto è quello della cura dei denti, un ambito non praticato da tutti con la stessa attenzione, frequenza e periodicità. La cura dei denti non è solo necessaria per produrre autoscatti e selfie di qualità ma soprattutto, come documentato da molta ricerca scientifica,  per la salute orale della bocca e per la salute del corpo. Sfugge a molti il diretto legame tra mancata pulizia orale e alcune patologie come il diabete o malattie cardiache.

Le statistiche evidenziano quanta poca cura venga dedicata alla pulizia dei denti. Molti non lo fanno mai, altri solo una volta al giorno, altri ancora in fretta e meno dei due minuti previsti, altri senza usare il dentifricio.

La soluzione tecnologica non viene in questo caso da tecnologie indossabili o applicazioni ma dall’uso di strumenti innovativi come spazzolini elettrici agli ultrasuoni o altre tecnologie che possono essere impiantate direttamente in bocca (in futuro…) o fili interdentali altamente tecnologizzati.

Oral-b ha sviluppato uno spazzolino elettrico dotato di connettività Bluetooth che interagisce con una APP per smartphone permettendo di monitorare buone o cattive pratiche, di raccogliere informazioni quotidiane da mostrare al proprio dentista ma anche di personalizzare il funzionamento dello spazzolino.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


No Bla Bla Marketing

Marketing Outsourcing, Consulting & Projects per aziende alimentari, bevande e largo...

Vai al profilo

XENIALAB

Xenialab sviluppa applicazioni native su Apple iOS (iPhone, iPad, iPod), Google...

Vai al profilo

dualcrossmedia.com

web media, service, cross media web consultancy, info graphics, Seo, marketing 3.0

Vai al profilo

AteneoWeb S.r.l.

AteneoWeb è un circuito di Professionisti (dottori commercialisti, consulenti del...

Vai al profilo