Mercato Mobile /

Ericsson Mobility Report: una società sempre più interconnessa

Ericsson Mobility Report: una società sempre più interconnessa

10 Giugno 2016 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
L’ultimo Ericsson Mobility Report evidenzia un mondo sempre più intreconnesso grazie ai numerosi dispositivi mobili ma soprattutto al numero crescente di oggetti dotati di sensori e tecnologie che li collegano tra di loro in reti comunicanti e interconnesse. Entro il 2018 la crescita delle Internet degli oggetti sarà maggiore di quella dei dispositivi mobili. Continuerà a crescere anche il consumo in streaming di contenuti.

Il calo nelle vendite di nuovi smartphone suggerisce a molti analisti di guardare al mercato come maturo e saturo. Nella realtà il mondo interconnesso grazie alla diffusione di dispositivi mobili ha una estensione limitata. Più diffusa è invece la rete di oggetti, non solo smartphone, sempre più interconnessi.

La fotografia dell’Ericsson Mobility Report nasce dalla misurazione attenta dei numerosi dati raccolti attraverso indagini di mercato e informazioni provenienti dai numerosi provider di reti telefoniche del mono. Questi dati hanno permesso la formulazione di previsioni future che vedono la presenza mondiale di 16 miliardi di oggetti e dispositivi tra di loro interconnessi entro il 2021. Il mondo del futuro sarà cioè caratterizzato da immense reti degli oggetti che già nel corso dell’anno mostreranno una espansione maggiore di quella degli smartphone. Una valutazione legata al numero di SIM presenti negli oggetti interconnessi che già nel 2016 supereranno quelle degli smartphone. Una crescita che avverrà in uno scenario nel quale continueranno a crescere, fino a superare i 6 miliardi di utenti unici, anche gli smartphone e le sottoscrizioni di abbonamenti dati alla rete cellulare.

Secondo l’indagine di Ericcson Mobility Report il mercato smartphone crescerà meno di quello degli oggetti interconnessi. Per il primo il trend di crescita difficilmente tornerà a percentuali a due cifre, il mercato IoT al contrario crescerà del 23% portando il numero degli oggetti interconnessi a 16 miliardi entro il 2021.

La crescita interessa tutto il mondo ma sarà particolarmente elevata e accelerata in Europa, La crescita è stata valutata nel 400% in particolare grazie alla crescita dell’IoT nel mercato della domotica (ad esempio grazie all’introduzione di contatori domestici interconnessi).

Il rapporto di Ericcson ha evidenziato anche i nuovi trend che interessano le nuove generazioni e i loro stili di vita. Cala l’uso della televisione, se riferito all’esperienza domestica e spesso familiare di stare davanti a uno schermo televisivo domestico. Cresce invece l’uso di schermi alternativi, soprattutto per guardare video e consumare contenuti audio-visivi su altre tipologie di schermi (+85%), come quelli dello smartphone o del tablet.

A trainare il consumo di contenuti digitali e a favorire l’emergere di nuovi stili di vita sarà lo sviluppo futuro delle reti commerciali di comunicazione e l’introduzione di dispositivi capaci di navigare a 1GB al secondo, disponibili già a partire dalla seconda metà del 2016.

Chi volesse approfondire le informazioni qui fornite può visualizzare l’Ericsson Mobility Report e sfruttarne le funzionalità per visualizzare grafici e dati.

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


FW LAB AC

Sviluppatore Italiano specializzato nello sviluppo di software per dispositivi...

Vai al profilo

Temovo

Siamo un’azienda italiana che guarda al business in maniera internazionale. Ci...

Vai al profilo

Sanmarco Informatica

Conoscenza, consapevolezza, spirito di gruppo, sono le parole che riassumono il nostro...

Vai al profilo

Andrea Parisse

Enterprise Architect Sono laureato in Informatica e lavoro nel settore ICT di una...

Vai al profilo