Mercato Mobile /

Il mercato PC e le sue opzioni

Il mercato PC e le sue opzioni

31 Maggio 2018 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Nessuno o quasi si cura più del mercato del personal computer così come pochi ormai si interessano del mercato tablet. Il primo si è consolidato e sembra incapace di attirare l'attenzione. Il secondo è semplicemente diventato il mercato dell'iPad, un prodotto di lusso che solo alcuni possono permettersi come oggetto non indispensabile o necessario. Eppure il mercato del PC contiene in sè dei trend che meriterebbero maggiore attenzione.

Ciò che merita attenzione è il consolidamento continuo che sta facendo sparire molti piccoli produttori e trasformando il mercato in un gioco per pochi grandi Brand e in una minore gamma di offerta per i consumatori. Interessante però è l'apparizione in questo mercato di nuovi giocatori, agguerriti e per nulla intimoriti del consolidamento avvenuto.

Per capire di cosa parliamo bisogna ricordarsi che il mercato PC comprende desktop, laptop, notebook e workstation, non tablet o smartphone dagli schermi grandi anche se con le pretese di personal computer. Vent'anni fa, in una situazione di mercato florida e dinamica pochi produttori (Dell, HP, Compaq, IBM, e NEC) possedevano quasi il 50% del mercato. Negli anni che sono seguiti alcuni produttori come Compaq sono spariti dal mercato, le vendite si sono triplicate e e nuovi protagonisti del mercato, con quasi il 60% del market share, sono rimasti HP e Dell, affiancati da Acer, Toshiba e Lenovo. Oggi il PC vende meno (quasi 300 milioni di unità nel 2017) ma i protagonisti sopra nominati si spartiscono quasi l'80% dell'intero mercato (una media che tiene conto di mercati tradizionali ed emergenti). Tra i cinque Toshiba è stata sostituita da Apple.

Il mercato non è tutto uguale per le varie categorie di prodotto che lo caratterizzano. Il desktop è in declino e non è consolidato nelle mani dei grandi produttori. Rappresenta opportunità per produttori locali e/o piccoli. Il mercato del notebook e del laptop al contrario è oramai nelle mani di pochi produttori così come quello delle workstation.

Una tendenza interessante che caratterizza il mercato PC è la continua discesa dei prezzi, con l'eccezione delle workstation. Un trend che forse ha contribuito, con il rinnovamento tecnologico del prodotto, a battere la concorrenza del tablet.

Il consolidamento che si è venuto determinando ha fatto diminuire le scelte del consumatore e del cliente. Ma in realtà il dominio di pochi produttori non ha fatto sparire tutte concorrenza e opzioni alternative possibili. Tra i non protagonisti tra l'altro c'è una società come Microsoft che con il suo Surface ha stabilito nuovi record di qualità e apprezamento sul mercato. Affiancano Microsoft anche Google con i suoi Cromebook, Hiawei e Xiaomi. Nessuno di questi contendenti ha la possibilità di cambiare la realtà consolidata del mercato  ma tutti loro giocano un ruolo fondamentale nel mantenere vivo, interessante e dinamico il mercato PC. Nessuno di questi potrà però cambiare il consolidamento in atto e si affiancheranno agli altri per competere con lo strumento diventato per molti e per eccellenza il vero personal computer del mercato.

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


New Amuser s.r.l.

Software developer, sono laureato in informatica curriculum " Sistemi e Reti...

Vai al profilo

Posytron

Posytron è una Software Factory specializzata in progetti Web, Mobile, Social Media e...

Vai al profilo

Disruptive Innovation

Management Consulting

Vai al profilo

Sandro Sanna

Docente

Vai al profilo