Mercato Mobile /

La visione di Morgan Stanley sul tablet

La visione di Morgan Stanley sul tablet

15 Dicembre 2011 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Avviandoci al termine del 2011, può essere interessante volgere lo sguardo all'indietro ad alcune previsioni e fotografie del mercato tablet fatte da analisti come Morgan Stanley. I dati raccolti e resi pubblici a febbraio 2011 andrebbero infatti confrontati con quelli di fine anno e riferiti al 2013. Le sorpese potrebbero essere molte.

All'inizio del 2011 Morgan Stanley riteneva che la domanda di tablet era fortemente sottostimata e che nel 2011 le vendite avrebbero raggiunto i 100 milioni di unità. I dati erano stati sintetizzati dopo una indagine che aveva coinvolto 8000 consumatori e 50 CIO e che aveva evidenaziato una forte accelerazione nell'adozione dei nuovi tablet.

 

L'indagine aveva riservato alcune sorprese:

  • due terzi delle aziende erano intenzionate all'introduzione del tablet nelle loro organizzazioni entro un anno
  • l'interesse per i tablet al di fuori degli Stati Uniti era maggiore
  • gli utenti sono interessati al tablet non solo per le applicazioni personali ( email, gioco, video ecc) ma sono alla ricerca di cose nuove

Il tablet veniva visto dalla maggioranza delle persone come complementare al personal computer e portatire di benefici e vantaggi più che di rischi e nuove sfide.  La maggior parte dei mercati non aveva realizzato il ruolo e la potenzialità innovativa del tablet in molti ambiti industriali. Il mondo editoriale e della stampa era ancora alla ricerca di nuovi modelli di business e non completamente conscio del carattere rivoluzionario del tablet nell'evoluzione dalla carta al digitale. Tralasciando Apple, all'inizio del 2011 non era del tutto evidente quali produttori sarebbero emersi come i reali contendenti in un mercato molto dinamico, globale e aperto a molti outsider. I produttori da analizzare non sono solo quelli che hanno una proposta di dispositivi tablet ma anche aziende come ARM, Broadcom, SanDisk che producono i componenti tenologici essenziali dei tablet e i produttori di software e applicazioni.

Questa la tabella proposta da Morgan Stanley in un suo Blue Paper.

Ad inizio anno sarà interessante confrontarla con una nuova fotografia del mercato per verificare vincitori e perdenti ma soprattutto presenti e assenti

 

Tag
comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Catalab

CATALAB è il progetto imprenditoriale di una realtà commerciale giovane e dinamica in...

Vai al profilo

Soft! e Oscar

Siamo un Team, con sede in Abruzzo, che si occupa della pianificazione, progettazione e...

Vai al profilo

Doxinet srl

Doxinet è un’azienda capace di adattarsi alle esigenze del mercato, in grado di...

Vai al profilo

Unified Communication

Unified Communication è un’azienda italiana leader nel mercato europeo del...

Vai al profilo