Mercato Mobile /

Mercato PC: Sony non sarà l'ultimo produttore ad abbandonarlo...

Mercato PC: Sony non sarà l'ultimo produttore ad abbandonarlo...

10 Febbraio 2014 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
La scelta di Sony di cedere la dicvisione personal computer è in qualche modo clamorosa ma non deve sorpendere. E' clamorosa perchè la divisione è famosa per avere creato Vaio, uno dei marchi PC di maggiore qualità e successo del mercato. Non soprende perchè è una presa d'atto di una rivoluzione in atto, iniziata nel 2010 e non ancora terminata.

La decisione di Sony sifnifca che probabilmente entro la fine del 2014 non ci saranno più dispositivi Vaio in circolazione ma soprattutto evidenzia la difficoltà dei piccoli produttori a rimanere in un mercato diventato sempre più complicato e difficile. In primo luogo per produttori di piattaforme Windows.

La difficoltà interessa anche i grandi produttori e si manifesta con una contrazione di fatturati e profitti.

Lo scenario prossimo venturo è, secondo gli analisti come Gartner, già scritto. E' in arrivo uno tzunami che interessaerà proprio i cinque maggiori produttori di personal computer attuali: HP, Dell. Acer e Asus e Lenovo. Tutti insieme questi prodtuttori posseggono il 60% del mercato PC mondiale. Apple, il sesto contendente, possiede solo il 5% del market share. Il 35% rimanente è appannaggio di numerosi piccoli produttori.

CONSIGLIATO PER TE:

PC Microsoft & Apple pari sono

Nonostante le previsioni indichino nel 2014 l'ammo della ripresa, se questa ci fosse il mercato deve comunque fare i conti con vendite che sono passate dai 360 milioni annuali agli attuali 315. Un calo che ha colpito tutti ma soprattutto i piccoli produttori. Al calo di unità vendute i produttori devono sommare anche una perdita netta di profitti. Per competere con i tablet molti produttori hanno infatti dovuto abbassare i prezzi dei loro prodotti (un calo passato da 15.7 dollari per unità venduta a 14.8). Il prezzo medio di un PC è sceso negli ultimi due anni da 614 dollari a 544. Non è un caso che alcuni produttori come Asus hanno annunciato una perdita operativa per mancato profitto negli ultimi tre trimestri 2013.

Se questa è la situazione è facile prevedre che dopo Sony, altri protagonisti del mercato PC come Toshiba, Samsung e Fujitzu (12% del mercato totale) scelgano la via intrapresa da Sony. La scelta potrebbe essere dettata da un calo delle vendite, dal calo di rpofitti e da un mercato sempre più limitato in spazio (market share) e opportunità.

L'uscita dal mercato PC non è necessariamente la soluzione perfetta per reqlatà che come Sony e altre hanno perso il carro degli smartphone e tablet. Un mercato quest'ultimo rmai dominato in larga misura da Apple e Samsung e che sembra lasciare ai concorrenti le briciole ma soprattutto profitti molto limitati.

Facile comunque prevedere che durante il 2014 altri produttori decidano di lasciare il mercato PC e optare per quello mobile. Nel frattempo Apple, pur con un market share limitato, macina profitti (18% di media) anche nel mercato personal computer vendendo i suoi prodotti ad un prezzo quasi doppio di quelli dei PC Wintel.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Basefloor S.r.l.

"Basefloor Mobile" è lo strumento quotidiano di lavoro per un efficacie e veloce...

Vai al profilo

Centrica

Centrica progetta e sviluppa tecnologie innovative nei settori del digital imaging...

Vai al profilo

Agorà Telematica

Agorà Telematica è un fornitore specializzato di servizi tecnologici capace di...

Vai al profilo

Giemme informatica srl

Software house di ventennale esperienza, nel corso degli anni, Giemme ha individuato il...

Vai al profilo