Mercato Mobile /

Mercato smartphone 2016: a chi conviene

Mercato smartphone 2016: a chi conviene

18 Dicembre 2015 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Il mercato consumer è saturato da più di tre miliardi di dispositivi smartphone in circolazione ma i produttori continuano a competere sui margini. Come nel mercato della APP, anche in quello smartphone pochi produttori producono profitti elevati, tutti gli altri arrancano e devono confrontarsi con margini bassi o inesistenti. L’unico spazio di mercato che sembra garantire oggi margini elevati è quello di fascia alta. E’ dove tutti vorrebbero andare ma è presidiato da Apple.

A guadagnare realmente dal mercato dei dispositivi smartphone sono solo due aziende, Samsung e Apple. Tutte le altre compensano la mancanza di guadagni della loro proposizione smartphone con strategie che puntano su modelli di business e soluzioni diverse, incentrate sui servizi o sul cloud computing. Ciò che risulta evidente dalla numerose indagini di mercato è la condivisione della bassa marginalità da parte della maggior parte di operatori del mercato.

Fnte: telecoms.com

La marginalità elevata di Apple (25/30%) è strettamente legata al suo modello di business da sempre incentrato sulla qualità e su prodotti di fascia alta. Quella dei produttori concorrenti si attesta, quando esiste, sul 5% ed è spesso condizionata da strategie finalizzate a conquistare quote di mercato o a contrastare il predominio dei leader di mercato difendendo piattaforme di sistema operativo ed ecosistemi applicativi.

CONSIGLIATO PER TE:

A cosa mi serve lo smartwatch?

La competizione nel mercato dei prodotti tecnologici Mobile per consumatori vede in campo una miriade di attori ma la vera competizione è conducibile a tre ambienti operativi, iOS, Windows e Android e a chi li possiede, Apple, Microsoft e Google. A questi tre produttori andrebbe aggiunta Amazon che pur non possedendo una piattaforma di sistema operativo ha costruito buona parte del suo successo economico vendendo piattaforme hardware altrui. A fare la differenza tra i quattro concorrenti è la loro strategia di mercato e il loro modello di business. Con un elemento in comune, la ricerca dei mercati più ricchi per poter godere di margini più elevati. La strategia di Microsoft delineatasi con il rilascio dei due tablet-PC, il Surface Pro 4 e il Surface Book è esemplificativa del posizionamento in atto e di come i leader di mercato puntino ormai alla marginalità attraverso prodotti di qualità elevata che possa giustificare prezzi altrettanto elevati.

Fonte: techpinions.com

In questa strategia di posizionamento si distingue Amazon ma la sua strategia di prezzi bassi con la linea di prodotti Fire non fa testo perché funzionale alla vendita di servizi e ad attirare un numero crescente di consumatori al suo store universale. Mentre Microsoft sembra avere intrapreso in modo netto una strategia assimilabile a quella di Apple, Google sembra ancora bloccato in mezzo al guado, indeciso sul da farsi e su quale modello adottare, se quello di Amazon puntando sui servizi in Cloud o su quello hardware puntando sui dispositivi Nexus ma soprattutto su quelli Chrome. Mentre la strategia Google OEM continua a puntare su piattaforme di fascia bassa, Google è alla ricerca di una nuova proposizione per aggredire in modo competitivo il mercato di fascia alta.

La bassa marginalità sta cambiando il panorama di mercato e suggerendo l’abbandono a giocatori storici quali Sony, Toshiba e altri che non sembrano in grado di sostenere l’assenza di profitti in un mercato sempre più competitivo e che richiede investimenti sempre più elevati.  Meglio allora anche per loro cercare di individuare ambiti di mercato più profittevoli nei quali muoversi con proposizioni non necessariamente legate ai dispositivi hardware, siano essi PC tradizionali o device di tipo mobile.

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Mr. APPs srl

Siamo un'azienda di giovani professionisti e creativi impegnati nello sviluppo di...

Vai al profilo

Applix Srl

Vai al profilo

AteneoWeb S.r.l.

AteneoWeb è un circuito di Professionisti (dottori commercialisti, consulenti del...

Vai al profilo

PS.Mobile

PS.Mobile, software house di Bologna dal 2001, offre ai suoi clienti progetti...

Vai al profilo