Mercato Mobile /

Mercato Tablet: cambiamenti in atto

Mercato Tablet: cambiamenti in atto

11 Maggio 2015 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Smartphone più grandi e tablet-PC ibridi hanno cambiato lo scenario del mercato del personal computing recente. Chi credeva in una crescita continua del tablet si è dovuto ricredere e deve ora fare i conti con un mercato mutate, o semplicemente più mature e evoluto.

La narrazione dell’ultimo anno ha un’unica trama, il successo dello smartphone, soprattutto nella sua versione grande e l’affermarsi di nuovi personal computer ibridi, portatili e mobili nella forma di tablet-PC. Ciò non significa in assoluto che il tablet stia perdendo terreno in assoluto. Le sue vendite declinano ma la crescita, seppure debole, continua. Ciò che risulta evidente è però la correlazione tra il declino del tablet e l’emergere di smartphone con schermi sempre più grandi. Bisogna poi tenere conto della evoluzione del laptop, sempre più sottile e leggero, sempre più ibrido e convergente e sempre più assimilabile ad un tablet.

CONSIGLIATO PER TE:

A cosa mi serve lo smartwatch?

I dati di mercato, come ad esempio quelli pubblicati da Flurry danno interessanti informazioni sul mercato tablet anche in termini di piattaforme. Android continua a crescere nel mercato smartphone ma anche a manifestare la sua debolezza sul fronte tablet. I tablet Android venduti sono stati tanti ma quanti ad oggi siano ancora effettivamente in uso non è chiaro. Alcuni hanno calcolato i primi in quasi 400 milioni e i secondi in poco più di 100 milioni. I dati sono legati a tablet che hanno smesso di accedere alle applicazioni degli store. Un dato che potrebbe essere irrilevante considerando che molti tablet Android sono di fascia bassa e usati prevalentemente per accedere a Internet o per intrattenimento personale. E’ un dato però significativo che indica un ciclo di vita abbastanza breve del tablet Android, in netta controtendenza rispetto alla lunga vita di tablet grandi e di qualità come l’iPad.

 

 

In termini di vendite anche l’iPad ha cessato la sua crescita e si deve confrontare, in casa Apple, con il successo dell’iPhone 6. A pesare sul declino nelle vendite dell’iPad c’è anche la maturità del mercato, una penetrazione del prodotto che probabilmente ha raggiunto il suo limite e la pratica diffusa di condividere il tablet in famiglia.

Aiuta poco il fatto che il tablet, e soprattutto l’iPad, sia diventato uno strumento di lavoro diffuso nelle aziende e nelle organizzazioni. Il tablet continua a essere uno strumento perfetto per lavoratori in mobilità, molto meno per coloro che svolgono la loro attività ad una scrivania. La mobilità del lavoro, on senso lato, è una tendenza sempre più diffusa. Ciò significa che il tablet ha di fronte a sé grandi opportunità di crescita futura. Non è detto però che questa crescita sia legata al tablet come lo abbiamo conosciuto finora. Il mercato del tablet non è in declino ma solo in una fase di grande cambiamento, così come lo è quello del personal computer. Entrambe le piattaforme devono fare i conti con il ruolo assunto dallo smartphone e dai comportamenti degli utenti che vedono in esso una speie di protesi umana da cui non riescono più a distaccarsi.- Con una mano perennemente occupata dal loro smartphone questi utenti non sembrano avere alcuna necessità e possibilità di dotarsi anche di un tablet, a meno che non ce ne sia la necessita.

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Fabrizio Bernasconi

Sviluppatore freelance iPhone, iPad, iPod touch dal dicembre 2008. Collaboro con...

Vai al profilo

Raffaele Gentiluomo

Computer Grafica

Vai al profilo

Bluzz

Bluzz è un marchio che raggruppa professionisti e aziende che operano da più di...

Vai al profilo

CREALAB SRL

CREALAB è una società italiana che offre servizi e consulenza nell'ambito del settore...

Vai al profilo