Tabulario /

Dal Pc ai tablet futuri, ere geologiche a confronto

Dal Pc ai tablet futuri, ere geologiche a confronto

11 Ottobre 2011 Carlo Mazzucchelli
Carlo Mazzucchelli
Carlo Mazzucchelli
share
Mentre Gartner prevede la scomparsa del PC, sono molti i creativi e gli ingegneri che stanno immaginando come applicare le nuove tecnologie ai dispositivi futuri. Phil Pauley è un designer inglese che ha concepito il Tablet Book A3, un tablet che può dare un'idea concreta delle molte sorprese in arrivo nel prossimo futuro.

Opera del designer inglese Phil Pauley, il conecpt del tablet A3 rappresenta bene quella che potrebbe essere una nuova generazione di tablet e personal computer futuri. Dispositivi con schermi doppi, formati extra-large dinamici e dimensionabili, disegno flessibile, ergonomicità e comodità. Il tablet A3 può essere utilizzato su superfici dievrse e in molti modi, può essere richiuso come un libro e per la sua sottigliezza essere riposto come si ripone un foglio di carta.

Il tablet di Phil Pauley è denominato A3 perchè permette di visualoizzare oggetti in formato A3  (297x420mm/11.69x16.54 inches). Il formato corrisponde anche alla dimensione del tablet.

Il tablet dispone di uno schermo doppio.

Può essere ripiegato come se fosse un libro.

Permette di visualizzare oggetti sia in formato paesaggio che ritratto e i due schermi possono essere utilizzati individualmente o combinati a formare un display più grande.

Il tabler dispone di sei foto-camere raggruppate i due cluster da tre.

Può essere usato per registrare e proiettare video anche in tridimensionale, con una camera dedicata all'effetto stroboscopico per il 3D.

Il tablet è dotato di connessione/supporto Wi-Fi e 3G.

 

Foto e descrizioni tratte dal sito di Phil Pauley

.



 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Esse Solutions srl

Quello che ci contraddistingue è una forte competenza tecnica e metodologica...

Vai al profilo

Digitelematica srl

Digitelematica è una software house già attiva in ambienti tradizionali (MF, As...

Vai al profilo

Stefano Galizia

Sviluppatore iPhone ed Android

Vai al profilo

Giorgio Peressin

Dedico il mio tempo alla mia passione: sviluppare app.

Vai al profilo