Tabulario /

Dalla Moleskine al tablet, un passaggio non obbligato!

Dalla Moleskine al tablet, un passaggio non obbligato!

03 Aprile 2013 Carlo Mazzucchelli
Carlo Mazzucchelli
Carlo Mazzucchelli
share
I libri di Bruce Chatwin hanno segnato la vita di varie generazioni di viaggiatori e le loro Moleskine ne hanno raccontato ad amici ed eredi ricordi, impressioni e racconti. Oggi molti viaggiano con il tablet. Un segno dei tempi che non cancella lo spirito del taccuino del grande autore e la voglia di appunti su carta.

L’iPad e i numerosi tablet fin qui arrivati sul mercato hanno numerosi punti d forza ma continuano ad essere percepiti come diversi dalla carta e dall’uso che ne facciamo. Non è un caso che molti consumatori, creativi e liberi professionisti continuino a scrivere, scarabocchiare, disegnare, tratteggiare, fare bozze e schizzi, ecc. quaderni e notes cartacei. E non è un caso che molti viaggiatori, anche se dotati di tablet,  continuino ad acquistare e ad usare una Moleskine prima di ogni viaggio.

L’anonima ed essenziale Moleskine, con i suoi angoli arrotondati e l’elastico, è stata inventata e prodotta per più di cento anni da un piccolo editore francese che riforniva le librerie frequentate da visitatori, intellettuali e artisti francesi e stranieri legati all’avanguardia. Nel 1986 con le parole “Le vrai moleskine n’est plus”, gli eredi terminavano la produzione della Moleskine, poi ripresa nel 1997 da un editore milanese. Oggi la Moleskine è diventata un icona culturale e continua ad essere usata da artisti, architetti, creativi e viaggiatori in tutto il mondo perché percepita come una piattaforma per la creatività.

L’alternativa alla Moleskine esiste e si chiama iPad. Sia l’una ( intesa come prodotto e azienda che lo produce ) che l’altro condividono un modello di business ( prodotto di qualità, prezzo elevato, utili alttrettanto elevati per il produttore ) e lo stesso ethos.

Non è un caso se oggi molti viaggiatori che usavano per i loro appunti di viaggio una Moleskine, oggi siano passati al tablet della Apple e ad una delle molte applicazioni in esso disponibili. Alcune di queste applicazioni hanno successo perché hanno sposato, non solo la filosofia ma anche il layout e il design della più celebre Moleskine originale, compresa la copertina leggera e telata.

Chi ha amato e ama il taccuino che ha reso famoso lo scrittore de ‘Le vie dei canti’ e ‘In patagonia’, non può non cogliere la somiglianza tra le moleskine e il tablet. Le une e le altre sono strumenti per una narrazione che, come nel libro di Chatwin sulle orme degli aborigeni australiani, da forma ai molti mondi virtuali e paralleli che sempre accompagnano il viaggiatore.

I lettori di Chatwin e i viaggiatori della generazione che hanno scoperto il viaggio attraverso i suoi libri continuano probabilmente a preferire la moleskinae (carnets moleskines) ma sono mentalmente predisposti ad usarne una sua versione digitale. Una versione, che ha trovato varie forme, tante quante sono le applicazioni per prendere appunti disponibili  sugli store degli ecosistemi applicativi mobile. Molte di queste applicazioni, ad esempio Penultimate, sembrano aver sposato la filosofia della Moleskine per soddisfare bisogni precisi dell’utente viaggiatore e per non fargli rimpiangere il taccuino cartaceo.

Una riflessione sulla Moleskine e la sua trasformazione digitale ha interessato recentemente la stampa perché l’azienda italiana che ha rilanciato la Moleskine ha deciso di quotarsi in borsa in questo mese di aprile ( valore dell’azienda tra i 560 e i 473 milioni euro). Il successo dell’azienda deriva dalla vendita di un prodotto semplice ad un prezzo molto elevato che garantisce più del 40% di utile netto. Un successo inspiegabile se non si capisce che la M oleskine non è un semplice prodotto ma una icone e un ‘ethos’ che collega l’utilizzatore all’autore Chatwin ( ma la Moleskine è stata usata anche da Che Guevara nel suo viaggio in motocicletta nel sud dell’Argentina).

Le applicazioni Moleskine like!

Penultimate

Una applicazione di calligrafia per iPad originale e popolare che offre una esperienza naturale di scrittura sulla carta. Utile per prendere annotazioni, fare e conservare schizzi e condividerli con amici e conoscenti.  Il tutto dal divano, in ufficio e in viaggio. Possibile importare immagini e template per dare forma personalizzata alle pagine del taccuino digitale e scegliere tipi diversi di inchiostro per produrre scritti che non hanno nulla da invidiare a quelli su carta.

Una applicazione che fa parte della famiglia Evernote e offre strumenti potenti di produttività personale ma anche di sincronizzazione dei contenuti e di interazione uomo-macchina grazie ad una interfaccia intuitiva e semplice da usare.

Una applicazione che permette di organizzare i propri scritti e contenuti per argomento, progetto o categorie dando forma a taccuini virtuali diversi ma tutti gestibili e sicuriu perchè salvati e sincronizzati attraevrso le fuznionalità di una applicazione potente come Evernote.

 

Paper

Una applicazione che permette l’apertura di un numero infinito di quaderni per gli appunti virtuali e ognuno dotati di un elastico, virtuale, che ricorda quello reale ella Moleskine originale. Una applicazione che permette di catturare e memorizzare appunti scritti a mano attraverso la foto-camera del dispositivo. Le pagine sono salvate come annotazioni e possono poi essere organizzate e categorizzate a piacere. Le note possono essere orgnaizzate, rese riconoscibili grazie a parametri come il colore e le icone condivise con amici e conoscenti.

Grazie a Paper ci si libera della carta per poter disporre sempre e in ogni luogo delle note prese a csa, in uffico e in viaggio.

Una applicazione perfetta per chi ama annotare un pensiero, una descrizione, una narrazione ma anche per chi ama disegnare e fare schizzi da rielaborare in seguito.

Iniziare ad usare l'applicazione è ituitivo e semplice. Un tap sul display e si può cominciare ad annotare e trasformare i propri pensieri e idee in note scritte.

Disponibili strumenti opzionali aggiuntivi che possono facilitare ulteriormente le attività di scrittura e disegno.

 

Google Keep

Lo strumento applicativo Mobile recentemente iuntrodotto da Google. Utile per prendere note, creare liste, registrare messaggi audio così come aggiungere fotografie in modo da arricchire e completare le annotazioni scritte per farne un racconto e una narrazione.

Facile trasformare le varie annotazioni in un elenco di azioni da completare e assegnare loro un ordine e delle priorità.

Disponibile per  dispositivi con Android 4.0 e versioni successive, permette anche la creazione di note dallo schermo del proprio dispotivio e da widegt.

Le note prese con Google Keep possono essere sincronizzate con Google Drive e altri dispsitivi Android ( here ).

Siccome tutto è memorizzato e conservato nella nuvola tutte le note sono sempre disponibili, ovunque e in ogni momento, sia se si stai utilizzando il proprio dispositivo Andorid o da un semplice personal computer.

L'integrazione voce e l'accesso mobile sono gli elemnti chiave dello sviluppo ed evoluzione di Keep. Oggi una compoente importante è la funzione di ricerca.

Moleskine Journal

Look & Feel della Moleskine classica per una applicazione semplice che permette di tradurre in scrittura pensieri e idee creativi ma anche appunti di lavoro, poesie e prose varie.

Una applicazione con cui ci si può sentire ispirati anche se non si percepisce il piacere che solo una Loeskine cartacea può dare.

Dopo aver lasciata libera la propria creatività, gli oggetti creati possono essere condivisi con amici e conoscenti.

Trasforma l'iPad in una Moleskine digitale

Per chi è dotato di tablet iPad ma vuole avere la sensazione di viaggiare con una Moleskine, è possibile acquistare una custodia che trasforma l'iPad in una moleskine computerizzata. La custodia è stata disegnate per proteggere il tablet ma anche per fornire una conveniente base di appoggio per prendere note comodamente e nelle posizioni più complicate.

La superficie esterna assomiglia a quella nera e morbida della Moleskine originale e cartacea, gli angoli sono arrotondati ed è presente anche lo storico elastico di chiusura.

L'interno è soffice e color avorio e dotata di una comoda cornice nella quale alloggiare l'iPad, anche in fase di carica energetica.

La custodia è compatibile solo con liPad 1.

Considerazioni finali

L’azienda italiana che produce le Moleskine va a cercare la fortuna in borsa ma dovrà presto o tardi confrontarsi sul mercato con le numerose applicazioni che offrono ai viaggiatori moleskine virtualizzate e potenti perché dotate di risorse infinite sulla nuvola e di strumenti diversi come nuovi template, voice over text ecc.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


ALGORITMA

ALGORITMA progetta e sviluppa soluzioni software per ambienti desktop e mobile...

Vai al profilo

AnguriaLab

Mobile Apps & WebApps for agencies and companies. Reusable and flexible components...

Vai al profilo

NewsCinema

NewsCinema è una testata giornalistica online su www.newscinema.it e...

Vai al profilo

Visual Meta

La più innovativa app per lo Shopping online è ShopAlike.it, la piattaforma...

Vai al profilo