Tabulario /

Nei labirinti della tecnologia, un nuovo ebook nella collana Technovisions

Nei labirinti della tecnologia, un nuovo ebook nella collana Technovisions

24 Novembre 2014 Carlo Mazzucchelli
Carlo Mazzucchelli
Carlo Mazzucchelli
share
Pubblicato, in formato e-book, il mio ultimo libro cha ha per tema la tecnologia, la sua crescente invadenza nella vita delle persone e l'urgenza di nuove forme di consapevolezza su benefici, vantaggi, opportunità ma anche effetti negativi e trasformazioni più o meno desiderate. E' un viaggio attraverso e insieme a coloro che sulla tecnologia hanno scritto, con entusiasmo o con preoccupazione. E' un percorso che spero possa servire a chi leggerà il libro per decidere quali labirinti esplorare e quali viaggi tecnologici intraprendere, alla scoperta di nuove frontiere fatte di paesaggi immaginari e di nuove realtà concrete, percepite come digitali, virtuali e parallele.

Il labirinto è tutto tecnologico, reticolare, virtuale e reale al tempo stesso. Non è nato da solo, lo abbiamo costruito noi su misura, per divertimento e per soddisfare bisogni e necessità. Poi ci siamo persi al suo interno e abbiamo scoperto i numerosi Minotauri che cercano di dominarlo.

Oggi lo abitiamo in modo incosciente e pieni di dubbi, correndo numerosi pericoli, dei quali non siamo sempre consapevoli, e sperimentandone anche le molteplici opportunità. Uscirne non è facile e forse neppure lo vogliamo. Una difficoltà nella scelta che nasce dalla scarsa conoscenza del labirinto, di chi lo sta costruendo e gestendo e dalla insufficiente fiducia in noi stessi di potercela fare.

Un aiuto può essere fornito da coloro che una scelta l’hanno fatta e che hanno trovato posto in questo e-book: tecnofobi, tecnofili, tecno-utopisti, tecnoapocalittici, tecnocritici, tecnocratici, tecnoscettici, tecnocinici, tecnoneutrali, tecno-ottimisti...

“Cosa c’è nei viaggi avventura che ci fa sentire più umani? Tanto per cominciare un obiettivo chiaramente definito che dia significato, scopo e tensione alla nostra vita. […] in secondo luogo il pericolo che ci fa sentire vivi, ci dà una scarica di adrenalina, ci costringe a stare con le orecchie tese.” -       High Tech e Rapporti Umani di John Naisbitt

Il libro è un viaggio fatto in compagnia di studiosi della tecnologia (Kevin kelly, Derrick de Kerchove, Eugeny Morozov, Douglas Rushkoff, ecc.), di filosofi e scienziati, di romanzieri, scrittori di fantascienza (Ray Bradbury, Arthur Clarke, Hugh Howey, Philip J. Farmer, ecc.)  e registi.

È un viaggio ricco di paesaggi controversi, alcuni reali e bellissimi, altri futuristici e orribili (Elysium, Blade Runner, Avatar, ecc.), di misteri, di codici da decifrare, di numerose partenze e arrivi non sempre desiderati, di esperienze vissute e passioni sfrenate.

A rendere eccitante e interessante il viaggio sono gli incontri con centinaia di persone più o meno sconosciute capaci di offrire, con i loro racconti e le loro narrazioni, spunti e conoscenze per una riflessione allargata e critica sul tema della tecnologia. Di questi viandanti e migranti tecnologici viene fornita un'ampia bibliografia, pensata per facilitare approfondimenti futuri.

Completa l'e-book, una classificazione di tipi tecnologici che offre spunti per identificare l'identikit tecnologico del lettore.

Il libro è disponibile in formato E-book su tutte le principali librerie online:

Per chi fosse interessato questi sono gli ebook da me scritti e fin qui pubblicati. In qrrivo il sesto e-book che verrà distrinìbuito a partire da gennaio 2015.



 

Presentazione di Luigi Pachì

Viviamo tempi tecnologici che ci suggeriscono nuove ricerche, letture, riflessioni e saperi. Da una cultura umanistica meglio passare a una più scientifica e tecnologica attraverso la lettura e lo studio di autori, solitamente scienziati, ma anche semplici e abili divulgatori, che hanno capito quanto sia importante diffondere nuova conoscenza a un pubblico più ampio e di farlo cavalcando l’onda tecnologica in corso, con narrazioni capaci di interessare ed emozionare, perché nuove nel contenuto e nella forma.

Come questo e-book!

Nel suo nuovo lavoro I labirinti della tecnologia, Carlo Mazzucchelli offre un percorso ragionato di letture, utile a tutti per decidere quali labirinti esplorare e quali viaggi tecnologici intraprendere, alla scoperta di nuove frontiere fatte di paesaggi immaginari e di nuove realtà concrete, percepite come digitali, virtuali e parallele. Le letture proposte offrono uno spaccato parziale ma efficace di un confronto dialettico che da anni sta interessando tecnologi e filosofi, psicologi e sociologi, fisici e matematici. Tutti impegnati a raccontare le grandi innovazioni tecnologiche e a sottolinearne le loro innumerevoli opportunità, i benefici e i vantaggi e/o effetti negativi.

Il confronto, che emerge dal libro elettronico di Carlo Mazzucchelli non è più semplicemente tra umanisti e scienziati.  Le due culture che essi rappresentano non sono più, come nel passato, tra loro in contrapposizione, ma si esprimono in nuove e strane forme di alleanze, a favore o contro la tecnologia e i cambiamenti che essa sta portando. Umanesimo e scienza devono fare i conti con l’evoluzione tecnologica e il suo paradosso dell’essere nostra amica, di stare sempre dalla nostra parte e al tempo stesso di lavorare per sostituirci.

Non tutti condividono la stessa visione. Per questo motivo una riflessione critica è diventata sempre più necessaria e urgente (vedi gli e-book precedenti di Carlo Mazzucchelli Internet e nuove tecnologie: non tutto è quello che sembra e La solitudine del social networker). Potrebbe servire a comprendere quali sono i cambiamenti indotti nei nostri processi mentali, in quelli di rappresentazione e percezione della realtà, nei rapporti sociali, nella percezione del sé e di costruzione della propria identità. Potrebbe diventare urgente per anticipare eventuali mosse mirate contro la nostra umanità perché compiute da un ‘falso amico’, che vive ormai in modo simbiotico e simbionte con tutti noi.

“[…] mi sembra di cogliere cinque linee di forza  in questa corsa dell’universo tecnico verso l’assurdità. Il primo paradigma è la volontà di standardizzare tutto, tendenza antica ma che era solo una tendenza[…] il secondo è l’ossessione del cambiamento ad ogni costo, è la forma popolare assunta dal mito del progresso […] il terzo è la crescita ad ogni costo […]il quarto è fare sempre più velocemente è…] e infine il quinto è il rifiuto di ogni giudizio su ciò che è operato dalle tecniche.”  - Jacques Ellul, Il bluff tecnologico

Il labirinto tecnologico nel quale ci guida l’autore di questo e-book ci racconta, attraverso libri e autori, l’evoluzione tecnologica in corso (Internet, media sociali, dispositivi mobili e internet degli oggetti) e come essa stia modellando profondamente la nostra vita sociale, condizionando al tempo stesso i nostri processi cognitivi e la nostra capacità nel comprendere la realtà.

Il percorso di lettura suggerito serve a far comprendere cosa sta accadendo e ad analizzare il crescente bisogno di informazioni e di nuova conoscenza che sperimentiamo.

La rilevazione e assunzione di semplici dati non ci basta più. Abbiamo bisogno di trasformare queste attività in informazione e di elaborare nuove conoscenze. I dati sono diventati così numerosi da causare un vero e proprio surplus cognitivo dal quale non necessariamente nasce nuova conoscenza. Bisogna quindi elaborare ma anche saper scegliere e discernere per trarne adeguati giudizi e pratiche valutazioni.

Affidandoci ciecamente alla tecnologia siamo sempre più intrappolati in meccanismi nei quali facciamo fatica a distinguere il vero dal falso, l’attualità del reale dall’illusorietà e finiamo per collegare cose false o sbagliate in una catena di errori. L’errore è reso ancor più facile e pericoloso dal nostro vivere online, partecipando a piattaforme di social networking che sembrano riproporre vecchi schemi e modelli di acquisizione della conoscenza, non privi di nuove forme di autoritarismo, demagogia, superficialità e illiberalità (cyber-populismo).

La tecnologia ci viene in soccorso in molti ambiti quali la memorizzazione, l’organizzazione e l’archiviazione dei dati senza i condizionamenti soggettivi tipici degli esseri umani. La tecnologia aiuta nella diffusione di nuove forme di intelligenza: collettiva per Pierre Levy e Matt Ridley e connettiva per Derrick de Kerckove. Sono intelligenze legate alla logica dei sistemi complessi, delle teorie delle reti e del social networking online e che si realizzano fondamentalmente attraverso lo scambio, la condivisione, l’interazione, la partecipazione e la collaborazione. La tecnologia cambia i comportamenti umani, le abitudini, la percezione del sé e diventa oggetto di studio da parte di psicologi e studiosi delle scienze umane interessati a comprendere l’evoluzione umana nella sua ibridazione tecnologica attuale.

L’ascesa della tecnologia viene però vista da molti anche come un pericolo incombente dalle conseguenze devastanti. A mettere in guardia dal rischio di vivere in una ‘zona intossicata tecnologicamente’ (ZIT per distinguerla dalla T.A.Z. o zone temporaneamente autonome)  ci sono in prima linea filosofi e psicologi. Non necessariamente tecnofobi o tecno-apocalittici ma solo persone coscienti dell’impatto che la tecnologia avrà sulla nostra vita, su quella dei nostri figli, sul lavoro, l’arte, la società e l’umanità intera.

Le due correnti di pensiero, tecnofobi e tecnofili, apocalittici e integrati, trovano nell’e-book di Carlo Mazzucchelli equa rappresentazione e pari dignità.

L’autore, che al termine dell’e-book, si dichiara tecnoscettico e tecocritico, non sposa nessuna delle due correnti ma propone una semplice guida ragionata delle stesse attraverso la lettura di alcuni degli autori che negli ultimi trent’anni hanno raccontato la storia della tecnologia e della sua evoluzione. Il viaggio è affascinante, perché lo è l’argomento e l’esperienza che della tecnologia ognuno di noi sta facendo. La scelta degli autori e dei loro libri, così come le riflessioni esposte, propone quesiti complessi e suggeriscono nuove azioni finalizzate alla ricerca di inedite bussole in grado di guidare il viaggio dei nuovi cittadini bionici del futuro verso mete sempre umane e capaci di riaffermare il potere degli uomini sul loro destino.

Al termine della lettura, il lettore si troverà più preparato e attrezzato in modo consapevole ad affrontare i cambiamenti che stanno emergendo e che caratterizzeranno la sua vita attuale e quella futura.

L’e-book Nei labirinti della tecnologia di Carlo Mazzucchelli è uno strumento ideale per comprendere quello che sta avvenendo e progettare un futuro nel quale i temi trattati si mostreranno ancora di più nella loro forma concreta, dirompente e drammatica.

Luigi Pachì

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Droidcatalogue

Droidcatalogue è un'azienda giovane e tutta italiana. Nata nel 2012 grazie alla...

Vai al profilo

EiS Srl

Operiamo in ambito ICT come System Integrator presentando un’offerta costruita ad...

Vai al profilo

D'Uva Workshop

E' un'azienda che produce audioguide, videoguide, totem multimediali, applicazioni e...

Vai al profilo

Nex Mobile Apps

Vai al profilo