Tabulario /

Un post-pc per la post-modernità corrente!

Un post-pc per la post-modernità corrente!

05 Luglio 2011 Carlo Mazzucchelli
Carlo Mazzucchelli
Carlo Mazzucchelli
share
Steve Jobes lavora superare il PC (PC Free - Post PC ERA). Se prima con un iPhone, iPod touch, iPad era necessario collegare il device ad un computer per attivarlo attraverso iYìTunes, ora con iCloud e il nuovo sistema operativo iOS5 disponibile da ottobre tutto cambia. Tutto sarà possibile in wireless unitamente ad opzioni e funzionalità per settare i parametri di restore e backup e altre funzionalità su iCloud.

L'annuncio del nuovo sistema operativo iOS5 (keynote) e del rilascio del nuovo servizio iCloud (promotional videos), fatto recentemente da Apple indica chiaramente la strategia di un'azienda visionaria che ha fatto della tecnologia e dell'innovazione due baluardi del proprio successo e della propria immagine. La coerenza di Apple nell'essere al passo con i tempi sta nel tentativo di fornire strategie concrete per uscire dalla modernità rappresentata dal personal computer ed entrare nella postmodernità con un dispositivo sempre meno PC e sempre più semplice 'device' ( “We’re going to demote the PC and the Mac to be just a device”, Steve Jobs).

Fonte: http://www.techrepublic.com

Secondo Apple il computer desktop che ha dominato le nostre scrivanie casalinghe e lavorative per anni è destinato a perdere importanza e centralità e a diventare un semplice dispositivo sempre connesso con cui continuare a lavorare e/o a divertirsi. Il 'declassamento' del personal computer a semplice device passa anche attraverso l'eliminazione del file system. La struttura del file system viene nascosta e resa trasparente all'utente dalle applicazioni usate, iTunes, iPhoto e Aperture per esempio. Ma la cosa più interessante di questa evoluzione è la sparizione della user interface così come l'avevamo conosciuta e sperimentata. Con il sistema operativo di Apple l'interazione è tutta una questione di gesti (swiping, piching, tapping le parole chiave) e sempre meno di 'click' di mouse. Per comprendere la semplicità della nuova interfaccia è sufficiente pensare alla gestione del multitasking su un'interfaccia a finestere e un dispositivo come il mouse e poi fare mente locale ai pochi tocchi che servono sull'iPad per passare da un'applicazione all'altra con semplici gesti della mano.

La cosa più impressionante di tutte queste novità tecnologiche è la rapidità con cui gli utenti si sono adeguati alle nuove modalità di interazione e navigazione. Può darsi che molte persone non si sentano completamente a loro agio con un'interfaccia fatta solo di gesti ma considerando le novità in arrivo lo sforzo attuale dovrebbe essere visto semplicemente come un utile esercizio per un futuro che sarà completamente diverso perchè sempre più basato su dispositivi mobili e interfacce utente in grado di interagire attraverso i nostri gesti ( anche in movimento e a distanza) e in futuro sicuramente anche la voce.

Ecco cosa ne pensa una analista senior di Forrester Research

Tag
comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Posytron

Posytron è una Software Factory specializzata in progetti Web, Mobile, Social Media e...

Vai al profilo

Consiglio Digitale

Consiglio Digitale gestisce differenti piattaforme di messaggistica crowd-powered...

Vai al profilo

Startbusiness

SB un’azienda che fa scouting nel mondo ICT (Information Communication Technology...

Vai al profilo

Digital E Srl

Digital E da più di 20 anni è una delle maggiori società nel campo dell'education e...

Vai al profilo