Tabulario /

Tablet e brevetti registrati delle 'gestures'

Tablet e brevetti registrati delle 'gestures'

10 Giugno 2011 Carlo Mazzucchelli
Carlo Mazzucchelli
Carlo Mazzucchelli
share
Riprendo una notizia pubblicata sulla newsletter di Kurzweil. Visto il successo dei tablet e delle interfacce 'touch' sensibili al tatto, alcune società hanno deciso di registrare e proteggere per alcuni decenni alcuni gesti con i quali interagiremo con alcuni tipi di tecnologia. In futuro pagheremo forse anche per aver fatto scivolare le nostre dita su uno schermo tablet ricalcando un gesto protetto da copyright? Non male in tempo di referendum per la salvaguardia dell'acqua come bene pubblico!

Da 'ieri' è già possibile che i vostri gesti con cui manovrate icone, App e dati sui vostri dispositivi mobili, per essere ripetuti, debbano comprendere il pagamento di una 'royalty' a chi, prevedendo una diffusione rapida di gesti di questo tipo, ha pensato bene di brevettarli come marchi rendendoli pertando protetti da copyright. I protagonsti di queste iniziative non sono anonimi ma società come Microsoft, Xerox e altri produttori di tecnologie touch o pen-based. La brevettazione sta avvenendo da anni e segnala sicuramente una nuova area di business ma anche la deformazione possibile in una economia di mercato come l'attuale. Dopo l'acqua e l'aria, i gesti! Era già successo qualcosa di simile con pose e coreografie di balletti famosi, non era mai successo per movimenti semplici e difficilmente distinguibili delle dita o di un pennino che scorre su una superficie liscia e trasparente per scrivere un carattere alfabetico o iconizzare una parola.

Chissà cosa potrebbe succedere se Nintendo avesse brevettato le migliaia di movimenti che ci permettono di divertirci e simulare sport all'aperto in un ambinete virtuale con il dispositivo Wii.

 

I gesti fin qui brevettati sono una decina:

  1. Il gesto per entrare in un dispositivo (unlock) (Apple): in realtà quello che è stato brevettato è il disgno che indica su un dispositivo Apple cosa bisogna fare con le dita per avere accesso al dispositivo. Forse ciò spiega la differenza con i device Android.
  2. I gesti multi-touch gestures per schermi touchscreen o  trackpad (Apple)
  3. La scrittura di ogni singola lettera di alfabeto usando un pennino senza mai staccarlo dalla superficie ( Xerox's patented "unistroke" alphabet. Palm  owns a patent on a "multiple stroke" alphabet)
  4. Gesti necessari per spostare una icona su un dispositivo mobile (Samsung: patented the use of gestures to move icons around on your phone)
  5. Qualsiasi set personalizzato di gesti per usare Kinect (Microsoft - owns a patent on what it calls "gesture profiles" for use with the Kinect)
  6. Toccare leggermente qualcosa con una penna su uno schermo (Microsoft: owns the patent on "a system and method for determining whether a flick gesture has occurred)
  7. Agitare il dispositivo mobile (Intellectual Ventures: Intellectual Ventures owns a very broad patent on moving your mobile device around)
  8. Gesti per muovere oggetti 3D in un ambiente virtuale (Lucent: ucent owns a patent on manipulating 3D objects in virtual environments)
  9. Movimenti con due dita (GestureTek: nsanely broad patent on a device that tracks two-handed motions)
  10. Texting without lifting your fingers off the keyboard (Swype: Swype owns a patent on "system and a method for continuous stroke word-based text input)

Credis: newsletter di Kurzweil a cui sono iscritto.

Articolo originale di

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Synesthesia srl

Synesthesia si occupa di Information Technology da oltre un decennio. Diamo vita alle...

Vai al profilo

AnguriaLab

Mobile Apps & WebApps for agencies and companies. Reusable and flexible components...

Vai al profilo

Connexxa

Vai al profilo

MDeeS

software,house,sviluppo,divertimento,per sempre

Vai al profilo