TECNORAPIDI e TECNOVIGILI /

Nuovo suicidio come effetto dell'uso della tecnologia

Nuovo suicidio come effetto dell'uso della tecnologia

15 Aprile 2014 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Ancora un suicidio e ancora una volta una ragazzina di 14 anni. Responsabili i social network e soprattutto quello di Ask.fm, tanto di moda tra i giovani da essere diventato luogo abitato e prediletto da parte di migliaia di giovani. A causare il suicidio i messaggi pubblicati online contenenti insulti e frase offensive sull'aspetto fisico della ragazza.

Nulla può essere collegato in modo certo ma è probabile che la causa dell'ennesimo suicidio di una ragazza di 14 anni sia la sua frequentazione dei network sociali online e l'uso che di essi ne è stato fatto da persone collegate con lei o che avevano visibilità sul suo profilo e la possibilità di interarvi online. Alcuni di questi contatti lo hanno fatto pubblicando frasi come "Sei un cesso, sembri ancora una mabina, vatti a nascondere....." e altre frasi simili.

Con l'obiettivo di fare chiarezza per il momento la polizia ha sequestrato computer e dispositivi mobili della ragazza e stanno interrogando genitori, pareni e amici per verificare eventuali precedenti ed episodi avvenuti in rete e che possano avere causato il gesto autolesionista dell'adolescente.

Le prime informazioni indicano che la ragazza era sotto tiro online da parte di contatti che le dileggiavano e insultavano con frasi pesanti e non vere. La ragazza infatti non era brutta, solamente ragile e probabilmete sensibile alla percezione che gli altri le comunicavano.

Dai primi riscontri sui dispositivi della ragazza emergono messaggi e insulti riferiti al suo aspetto fisico e alla sua disponibilità sessuale. Messaggi che devono essere stati percepiti negativamente e devono aver dato origine allo stato malessere degenerato nella sua decisione di suicidarsi.

I giornali e i media si occuperanno di questa notizia per alcuni giorni ancora e poi se ne dimenticheranno.

Sarebbe invece utile che tutti matenessero accesi i riflettori sulle conseguenze e sugli effetti che le tecnologie hanno sulla vita reale delle persone e in modo particolare delle nuove generazioni fatte da ragazzi e ragazze, che proprio perchè sono nativi digitali, risultano essere più indifesi e impreparati a difendersi, proprio nel momento più critico del loro sviluppo e dellla loro crescita identitaria.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


RAD Solutions S.R.L

Distributore GeneXus per Italia e Svizzera

Vai al profilo

EiS Srl

Operiamo in ambito ICT come System Integrator presentando un’offerta costruita ad...

Vai al profilo

Marialuisa Moro, scrittrice

Una restauratrice di quadri, una tela con il ritratto del marito scomparso che la...

Vai al profilo

Creact

Creact si occupa dello sviluppo di soluzioni mobile, web e desktop. Creact dà vita a...

Vai al profilo