TECNORAPIDI e TECNOVIGILI /

Voglio vederti nuda! Ragazzine intrappolate dalla rete dei ricattatori.

Voglio vederti nuda! Ragazzine intrappolate dalla rete dei ricattatori.

14 Aprile 2014 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Chi sono? Chi le protegge? - Ormai sono all'ordine del giorno le foto osé di tantissime ragazzine a cui vengono richieste le foto nude. Che cosa succede?

[Un articolo della Dott.ssa Ornella Convertino]

Si sa che tornati  da scuola  non  si vede l'ora  di sdraiarsi e cincischiare con il cellulare per sentire tutti gli amici. I pomeriggi a casa  sono lunghi da passare, specialmente se non si ha voglia di fare i compiti e il ragazzo del cuore manda messaggi continuamente, per  affermare il proprio interessse e amore.

Approfittando di essere  sole, e dopo un po' di "petting tecnologico", puó capitare di spingersi un pò piú in là. E allora, le richieste golose del presunto innamorato  di possedere la foto di un corpo sodo e ben formato giá a tredici/ quattordici anni,   sono facili da soddisfare, pur di non deludere e rischiare di perdere il boyfriend. Qualche autoscatto, davanti e dietro, e voilá! Il desiderio di essere ammirate è irrefrenabile, e si invia facilmente.

Che viaggio fanno quelle foto?  Dipende! A volte rimangono racchiuse gelosamente nel dispositivo mobile, alimentando il segreto trasgressivo della giovane coppia, altre volte il maschio, attingendo all'arcaico meccanismo di mostrare  la preda conquistata si mette a diffondere, tra amici si intende, la candida innnamorata. Nel gruppo c'è sempre qualcuno che ha il senso degli affari e non si lascia scappare l'occasione di contattare la poveretta per rassicurarla che lui ha il potere di impedire una diffusione della sua foto sui network e quindi di proteggerla da probabili sgridate dei genitori.  Ma naturalmente a tutto c'è un prezzo e solo pagando può stare tranquilla che tutto verrà a tacere.

Come recuperare il denaro senza farsi accorgere?C 'è chi quatta quatta rovista tra le catenine d'oro della comunione e cresima e mette insieme un bottino per recarsi con un'amica più grande a venderlo, c'è chi sottrae la carta ricaricabile online e compra qualche prodotto tecnologico per conto del benefattore, c’è chi sa dove si nascondono i piccoli risparmi e raccimola il più possibile sperando di rimpiazzarli prima che possano essere riesumati dagli adulti.

 

Fonte: theweek.com


Che impatto ha un fatto come questo su una ragazza?

Le “tecnorapide” distrutte soprattutto dalla profonda delusione amorosa, si sentono soverchiate da un peso più grande di loro, un incubo che non ha fine, poiché il denaro da dare non è mai abbastanza e qualunque oggetto di valore può andare bene per garantire il silenzio stampa.

Come ogni processo sistemico, ad un certo punto la situazione va in escalation e si arriva alla rottura della collusione. Come? La pressione psicologica non regge più e allora il pianto liberatorio della giovane diventa un buon fluidificante per spiattellare nomi e fatti dei malfattori che, fino a poco prima,  erano  rimasti stipati dentro se stesse, credendo di farcela ad affrontare la situazione da sole.

Il dato più sconfortante è, in un più approfondito colloquio, venire a conoscenza che ognuna di loro ha pensato di poter tenere vicino a sé il proprio innamorato accontentandolo con foto sexy e non solo. Perché? Molte ragazze utilizzano la sessualità pensando  di poter ricevere amore e attenzioni autentiche, ma soprattutto perché  hanno molta paura di perdere i loro ragazzi e sono pronte ad andare oltre la propria volontà pur di non essere abbandonate e sentirsi sole? Perché i ragazzi hanno  difficoltà a distinguere le informazioni private da quelle pubbliche?

I genitori possono guidare i figli in un rapporto d’amore? Possono aiutarli a distinguere i sentimenti e le emozioni?

Per rispondere in maniera efficace a queste domande è  necessario intraprendere un percorso di potenziamento genitoriale e con gli adolescenti in modo da rielaborare idee, concetti ed emozioni che spesso si muovono in maniera disorganizzata  e portano sofferenza e blocchi personali. Superare gli ostacoli relazionali e il senso di solitudine e abbandono è un punto importante per dare una svolta alla propria storia.

Ornella Convertino, psicoterapeuta, Monza.

 

 

 

 

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Sudformazione srl

Scuola di formazione tecnica specialistica. Ci occupiamo di formazione in materia di...

Vai al profilo

GetConnected Srl

GetConnected progetta e sviluppa applicazioni mobile chiavi in mano, partendo...

Vai al profilo

Softec S.p.A.

Leader in Italia nell'ambito del Mobile Computing, per la realizzazione di...

Vai al profilo

Algos

Software house milanese specializzata in sviluppo di applicazioni gestionali...

Vai al profilo