TREND e STRATEGIE /

C’è anche il “cloud dell’ufficio”

C’è anche il “cloud dell’ufficio”

10 Settembre 2015 Gian Carlo Lanzetti
Gian Carlo Lanzetti
Gian Carlo Lanzetti
share
L’attività svolta da Talent Garden potrebbe essere designata con il termine di “Cloud dell’ufficio”, Si rivolge a imprenditori in erba e innovatori digitali che hanno bisogno di flessibilità nella scelta del posto dove lavorare. L’affitto di una scrivania non è la sola novità. A contare sono i servizi a valore aggiunto, quelli che una parola sintetizza in contaminazione. Un processo a cui sono interessate anche le grandi aziende per irrorare di innovazione e idee le loro strutture.

Le “case dei creativi”, come sono anche chiamati questi spazi, servono anche a un'altra cosa: a connettere il digitale italiano a quello dell’Europa e del mondo. La notizia di oggi è che Talent Garden, il più grande network europeo di coworking focalizzato sul settore digitale, si appresta all’apertura, prevista per il prossimo mese, di TAG Milano Calabiana, uno spazio di oltre 8.500 metri quadri che mira ad essere il punto di aggregazione per gli imprenditori digitali e i creativi d’Europa in Italia.

Il campus, uno dei più grandi d’Europa, sito in via Calabiana 6, a cinque fermate dal Duomo e dietro la Fondazione Prada può ospitare fino a 400 professionisti ed è dotato di tre spazi eventi con una capienza totale di oltre 1000 persone e di una terrazza con piscina. È presente all’interno del campus anche TAG Innovation School, la scuola fondata da Talent Garden che sta rivoluzionando il mondo della formazione, preparando gli studenti alle professioni del futuro

 

 

“Con questo campus - afferma Davide Dattoli, amministratore delegato e cofondatore di Talent Garden (www.talentgarden.org)  - duplicheremo il numero di membri presenti nel network TAG. Dopo quasi 4 anni dalla nascita di Talent Garden, volevamo mettere una pietra miliare nel mondo dell’innovazione e portare l’Italia al pari degli altri Paesi europei. È un progetto ambizioso, ma vogliamo creare un luogo di incontro riconosciuto internazionalmente. Non è un progetto real estate, ma un progetto di sistema, un aggregatore fisico dei migliori innovatori italiani per connetterli con l’Europa”. La società ci ha investito circa un milione di euro. Il costo di un desk è di circa 250 euro a crescere: il tariffario è estremamente flessibile

TAG Milano Calabiana ha sede nella storica tipografia che nel 1842 stampò i “Promessi Sposi” di Alessandro Manzoni. Successivamente ristrutturata dall’imprenditrice italiana Marina Salamon, è stata inizialmente utilizzata come showroom. Talent Garden l’ha voluta rendere il luogo dove sperimentare i nuovi modi di lavorare. Il progetto architettonico, che ha cercato di re-inventare uno spazio di lavoro tra contaminazione e digital fabrication, è stato ideato e realizzato dallo studio Carlo Ratti Associati, diretto dal prof. Carlo Ratti.

Perché gli imprenditori in erba, ragazzi con idee da sviluppare, nativi digitali, sviluppatori e altre figure digital-based dovrebbero accedere a questi spazi, nel caso con infrastrutture Cisco e prodotti IT di Ibm?

Il campus o hub dell’innovazione, è stato pensato per facilitare l’incontro e la crescita delle imprese e delle persone attraverso la cosiddetta accelerazione naturale e grazie a servizi messi a disposizione dei membri. Non solo software, ma anche hardware, TAG Calabiana punta a diventare un luogo di incontro tra manifattura e digitale grazie alla sua concezione di grande fablab dove produrre e lavorare alle proprie idee. Un luogo dove le idee possano essere sviluppate in tutte le loro fasi, grazie a partnership strategiche con gli attori principali del settore tecnologico e creativo. All’interno dello spazio saranno presenti molte realtà selezionate nel mondo digitale tra le più interessanti, tra le altre Digital Magics, il più grande venture incubator quotato in Borsa, che porterà a TAG Milano Calabiana le proprie startup partecipate e gli investitori. Non ci saranno solo innovatori, è stato spiegato durante la presentazione, ma anche i corporate labs delle principali aziende partner di Talent Garden, in un’ottica di open innovation che permette la contaminazione tra imprese innovative e grandi multinazionali, come Cisco ed Ibm, che porterà all’interno degli spazi una serie di iniziative a supporto dell’intero ecosistema.

Negli Stati Uniti, ha detto Dattoli, nel prossimo quinquennio 60 milioni di persone cambieranno lavoro: in linea di massima da dipendenti diventeranno lavoratori autonomi, con tutti i problemi che ne derivano anche sul piano degli spazi dove andare a lavorare

La nuova sede di Talent Garden a Milano vuole quindi essere un luogo di sperimentazione continua per trovare i modi migliori di lavorare, attraverso le ultime tecniche di smartworking. Nello spazio si trovano un café, una lounge area, aree brainstorming e un angolo cinema, in modo da permettere ai professionisti di stimolare la propria creatività e voglia di innovazione

Lo spazio sarà aperto 7 giorni su 7, 24 h su 24 e sarà collegato in tempo reale con gli altri 9 TAG italiani (Bergamo, Brescia, Cosenza, Padova, Genova, Pisa, Torino, Pordenone, Roma) e quelli di Barcellona, Tirana e Kaunas (Lituania).

Due i rischi: contaminazione si ma anche possibilità di distrazione e, soprattutto, di farsi soffiare l’idea da altri, perché tenerla nascosta appare alquanto difficile.

Gian Carlo Lanzetti

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Terra dei colori

Storia interattiva, destinata sia ai bambini che ai più grandi La storia di...

Vai al profilo

Disruptive Innovation

Management Consulting

Vai al profilo

Paolo Conte

Sviluppo professionalmente applicazioni Android per terzi o di mia iniziativa. Da...

Vai al profilo

MSREI s.r.l

MS REI s.r.l. è un'azienda specializzata nel mondo degli investimenti. Nata come...

Vai al profilo