TREND e STRATEGIE /

Come migliorare la Mobile Photography

Come migliorare la Mobile Photography

08 Febbraio 2015 Gian Carlo Lanzetti
Gian Carlo Lanzetti
Gian Carlo Lanzetti
share
La Mobile Photography ha rivoluzionato il modo di fare fotografia conferendole un’immediatezza che non era propria del mezzo, ma ciò non implica che non esistano dei criteri da seguire per realizzare una foto valida con smartphone, anzi!

Qui di seguito Stefano Fantoni, Amministratore Unico di Picwant, fornisce dei consigli utili a chiunque si voglia cimentare in questo sempre più vasto settore, ponendo attenzione alla scelta dei propri soggetti, all’abuso che si fa del flash, al fascino ingannevole del foto ritocco e non solo.

Ecco i consigli:

La scelta oculata del proprio soggetto e dell’inquadratura

Può apparire banale ma è il punto di partenza per la riuscita di ogni foto: il fascino di un mare cristallino o di un tramonto mozzafiato sono indiscussi, ma si tratta di soggetti decisamente abusati. E’ necessario trovare ulteriori spunti, usare la propria creatività, stupirsi dei dettagli  o documentare un evento pensando che con una foto si deve raccontare qualcosa.

L’evitabile utilizzo dello Zoom (digitale)

Si tratta di una funzione spesso troppo utilizzata e che tendenzialmente non porta ai risultati sperati, in quanto la voglia di poter immortalare un dettaglio lontano ha una sua seria contropartita, ossia la qualità del proprio scatto. Se si può, meglio avvicinarsi al soggetto. Oppure utilizzare una delle varie lenti in commercio (che sia di ottima qualità, però!).

L’ingannevole fascino del fotoritocco

Cornici e filtri sono spesso armi a doppio taglio e il più delle volte non collaborano al raggiungimento del risultato sperato. I filtri di alcune applicazioni rischiano di appiattire le proprie immagini e renderle non utilizzabili. Quasi sempre è meglio conservare la propria foto così com’è o – piuttosto – utilizzare con cura le funzioni di regolazione di luminosità, contrasto e colore.

 

L’abusato utilizzo del flash

Si parta da un presupposto, il flash è uno strumento essenziale nel caso in cui si stia scattando una foto al chiuso in condizioni di scarsa illuminazione, ma non lo è in molti altri casi: quando ad esempio si è all’aperto e si può godere della luce naturale o in un’area dotata di sufficiente illuminazione artificiale. Il flash dello smartphone è solitamente composto da una luce LED frontale che può creare un effetto indesiderato nella propria composizione; il consiglio – quindi – è quello di usarlo solo in casi di reale necessità. Con poca luce, inoltre, si possono usare app che permettono di gestire i tempi di esposizione e l'ISO. ISO a 100, ad esempio, e tempi lunghi rendono le immagini ottime anche di notte. A patto di usare il cavalletto o appoggiare lo smartphone su una superficie stabile
Dare valore alle immagini

Oggi è anche possibile vendere le proprie immagini, ma bisogna sapersi confrontare con le richieste attuali del mercato se si vuole rendere i propri progetti fotografici “vendibili”. Sfogliare riviste, navigare sul web e osservare le pubblicità è utilissimo per restare aggiornati su quali sono le immagini più richieste o quelle che possono avere un potenziale commerciale.


In definitiva il vero segreto è quello di conoscere a fondo lo smartphone che si utilizza e scoprire ogni funzionalità della propria fotocamera, in modo da poterne “mettere a fuoco” i punti di forza, sfruttando al massimo le potenzialità del proprio dispositivo e di applicativi e accessori.

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Twinbo snc

Twinbo è un'azienda giovane e dinamica, specializzata nello sviluppo di applicazioni...

Vai al profilo

Mobile App

Mobile app offre una serie completa di apps per tablet e smartphone B2B e B2C, la sua b.u...

Vai al profilo

Sudformazione srl

Scuola di formazione tecnica specialistica. Ci occupiamo di formazione in materia di...

Vai al profilo

ePERFECTMAGAZINE

eMAGAZINE - " cose che non leggi altrove" il FREE magazine che ti racconta di arte, moda...

Vai al profilo