TREND e STRATEGIE /

Gartner: 195 milioni di tablet venduti nel 2013

Gartner: 195 milioni di tablet venduti nel 2013

05 Marzo 2014 Gian Carlo Lanzetti
Gian Carlo Lanzetti
Gian Carlo Lanzetti
share
La crescita anno su anno è del 68%. In calo invece le vendite di PC che Idc stima nello scorso anno in 315 milioni di unità, calo che proseguirà anche nell’anno in corso (-6%).

Nel 2013 sono stati venduti 195,4 milioni di tablet nel mondo, con una crescita del 68% rispetto al 2012. Ma quello passato è stato anche l'anno del sorpasso delle tavolette con sistema operativo Android su quelle iOs di Apple: quasi 121 milioni di pezzi delle prime (+127%) contro 70,4 milioni delle seconde (+14%). Il risultato, secondo la società di ricerca Gartner, è che oggi Android ha il 61,9% del mercato contro il 36% degli iPad, mentre nel 2012 si parlava del 45,8% e del 52,8% rispettivamente.

È questa la conseguenza del diffondersi dei tablet di fascia media e bassa, che montano il sistema operativo Android. La maggior parte delle vendite è da attribuirsi infatti a nuovi possessori di questi dispositivi. Nella fascia alta del mercato dominano ancora gli iPad. Microsoft fatica a farsi strada e ha raggiunto nel 2013 il 2,1% del mercato con 4 milioni di pezzi venduti contro l'1% del 2012.

 

 

Cala invece la produzione di PC. Nel 2013 sono stati distribuiti 315,1 milioni di PC, secondo le rilevazioni di Idc, che prevede per il 2014 un volume di 295,9 milioni di unità vendute, pari a un calo del 6 per cento anno su anno. Entro il 2018, IDC prevede che le vendite annuali scenderanno a 291,7 milioni di unità.

 

 

Fonte: Idc

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Terra dei colori

Storia interattiva, destinata sia ai bambini che ai più grandi La storia di...

Vai al profilo

Simplicissimus Book Farm srl

Simplicissimus Book Farm nasce nel giugno 2006, alla fine di una vera e propria indagine...

Vai al profilo

Stefano Galizia

Sviluppatore iPhone ed Android

Vai al profilo

Solair

Tutti hanno diritto al Better Business

Vai al profilo