TREND e STRATEGIE /

Smartphone per 007

Smartphone per 007

02 Marzo 2014 Gian Carlo Lanzetti
Gian Carlo Lanzetti
Gian Carlo Lanzetti
share
Sono Boeing Black e Blackphone: entrambi presentati a Barcellona. nuovi dispoositivi destinati tracciare una linea di demracazione netta sul mercato della sicurezza Mobile, sia dei dati personali che della privacy. Un nuovo meracto nel quale non macheranno presto emulatori e concorrenti.

Ci lavora Boeing, colosso aerospaziale, che ha appena presentato il progetto alla Fcc, l'ente americano che regola le comunicazioni. Il suo smartphone, Boeing Black, è concepito per professionisti della difesa e della sicurezza e fra le sue caratteristiche annovera pure una particolare funzione per l"autodistruzione  del dispositivo.

Boeing Black si basa su una versione personalizzata di Android, il sistema operativo di Google. Assomiglia ad uno smartphone 'touch' tradizionale, ha display da 4.3 pollici, supporta due schede Sim. E ovviamente ha caratteristiche extra per la sicurezza e per comunicazioni criptate. Potrà essere realizzato su misura dei committenti in modo che sia compatibile, ad esempio, con ricarica da energia solare, sensori biometrici, comunicazioni satellitari.

 

Ma una peculiarità attrae su tutte: lo smartphone è concepito anche per 'l'autodistruzione. Ogni tentativo di forzarlo farà automaticamente scattare la cancellazione dei dati e dei software contenuti. Insomma materialmente non esploderà come i messaggi di 007 o Mission Impossible, ma sarà praticamente inutilizzabile.

Esso si aggiunge a Blackphone, altro telefono ideato per la sicurezza. Per tenere fuori gli spioni  monta PrivatOS, una versione di Android che ne riduce parecchio la pervasività, più quattro applicazioni che ci proteggono da intrusioni non gradite permettendo di decidere i dati che vogliamo condividere.Nel pacchetto infatti ci sono anche due anni di abbonamento a Silent Circle, che consente di criptare chiamate e messaggi, due a Disconnect, che blocca i siti che tracciano la nostra presenza online, due a SpiderOak, per trasferire e memorizzare file in sicurezza fino a 5 gigabyte mensili e infine l’integrazione con Kismet che analizza il traffico wireless.

Gli stessi prodotti potranno essere estesi gratuitamente anche ad altri tre amici che usano Android e iOS. Chiaramente il telefono è sbloccato, il che significa che basta acquistarlo e mettere la sim di qualsiasi operatore per farlo andare. Non ha un proprio negozio per le applicazioni ma si affida al Play Store di Google a cui aggiunge il Security Center che controlla i dati condivisi da ogni singola app.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Algos

Software house milanese specializzata in sviluppo di applicazioni gestionali...

Vai al profilo

Protech System

Consulenza e sviluppo App mobile in linguaggio nativo per iOS e Android. Seguiamo il...

Vai al profilo

XENIALAB

Xenialab sviluppa applicazioni native su Apple iOS (iPhone, iPad, iPod), Google...

Vai al profilo

Appspa - Sviluppo App Personalizzate

Sviluppiamo l'app personalizzata per il tuo business! L'app che realizzeremo per te ti...

Vai al profilo