Lifestyle /

2017: previsioni e aspettative

2017: previsioni e aspettative

03 Gennaio 2017 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Il futuro non è mai prevedibile ma non sta neppure di fronte a noi come un semplice contenitore vuoto. Non contiene sempre minacce e neppure la realizzazione di promesse in grado di soddisfare le nostre aspettative. Può essere riempito di cose concrete ma solo se siamo capaci di limitarci a guardare con attenzione a quello che sta già succedendo, nel presente reale nel quale siamo immersi e con il quale non è detto abbiamo acquisito dimestichezza e profondità sufficiente a regalarci la consapevolezza necessaria a fare le giuste previsioni.

 A ogni inizio anno un numero elevato di artisti si impegnano nell'esercizio divinatorio di prevedere il futuro prossimo che verrà. Prevedere il futuro non è mai semplice e mai scientifico ma l'esercizio della previsione può essere molto utile ad anticipare quello che verrà.

Parlando di tecnologia possiamo tutti facilmente prevedere che il nostro avvenire del 2017 sarà ricco di nuove tecnologie e di avvenimenti tecnologici. Il futuro al contrario non è stato ancora coniugato in modo definitivo e può sempre riservare delle sorprese, fatte di avvenimenti imprevisti, di speranza realizzate ma anche di nuove paure e minacce, come quelle associabili alla criminalità digitale in aumento esponenziale.

Negli ultimi anni tutte le previsioni sono state incentrate su singoli prodotti o tecnologie e sui loro produttori. Il grande balzo in avanti fatto dalla tecnologia suggerisce oggi un nuovo modo di guardare al futuro della tecnologia e al suo mercato.

Prevedere se a caratterizzare il 2017 sarà Apple o Samsung con un nuovo smartphone innovativo o Apple e Microsoft con una nuova idea vincente sul futuro del desktop (Mac o Surface?) è diventato un esercizio capzioso. Più interessante invece cercare di scavare nella convergenza in atto che sta eliminando molte delle differenze che hanno caratterizzato fin qui i diversi prodotti tecnologici in circolazione. Più che misurare i successi di nuovi prodotti in termini di unità vendute potrebbe essere eccitante cercare di anticipare quelli che saranno i trend che stanno già determinando una grande interazione, integrazione e convergenza tra tecnologie (PC, smartphone, HMD, stazioni per il gioco, automobili, ecc.)  tra loro molto diverse per destinazione d'uso e di scopo. Nel 2017 le linee che demarcano oggi le differenze tra questi prodotti sono destinate a diventare ancora più fluide e sottili grazie all'uso che verrà fatto di piattaforme software, sistemi operativi e applicazioni in ambiti hardware tra loro diversi ma sempre più compatibili e integrabili. Il tutto grazie a nuovi sviluppi e maggiore potenza delle tecnologie di rete e per la connettività.

Il 2016 era stato presentato come l'anno dell'affermazione dei dispositivi tecnologici indossabili. La previsione o la speranza sono andate deluse e anche il 2017 non sembra essere destinato a offrire scenari miglior. E' più probabile invece che il 2017 diventi l'anno della Realtà Virtuale (Aumentata, Mixed, ecc.) e dell'intelligenza artificiale. Le tecnologie per far fare alla Realtà Virtuale un nuovo salto di qualità sono già disponibili. mancano ancora i prodotti e politiche commerciali adeguate a trasformare le novità in fenomeno di mercato. Nel frattempo i consumatori che hanno avuto l'opportunità di sperimentare i prodotti già in commercio sembrano  essersi convinti che il futuro regalerà loro nuove e più profonde esperienze virtuali e non solo per il gioco e il divertimento personale. Gli wearable al contrario sembrano già entrati nel consumo normale, legato alla domanda, anche se non manifestano alcun tipo di picco di preferenze e di acquisti come vorrebbero i molti produttori impegnati su questo mercato, compresi alcuni grandi nomi come Apple che ha scommesso sullo Watch e ora anche su auricolari senza filo. La conseguenza di ciò, almeno nelle molte previsioni fatte, è che le soluzioni di Realtà Virtuale (quattro miliardi di dollari previsti) sorpassino nel 2017 in vendite quelle dei prodotti tecnologici indossabili.

 

Dopo anni di intossicazione da APP, il 2017 segnerà un rallentamento e un declino come conseguenza del venire meno della forza propulsiva che aveva caratterizzato l'avvento delle nuove tecnologie Mobile. Sviluppare APP non è più oggetto desiderante per sviluppatori in cerca di facili guadagni e neppure fonte d redditi garantiti attraverso modelli di monetizzazione basati su introiti pubblicitari. Il 2017 vedrà meno APP e più servizi, sia perchè il mercato smartphone è maturo sia perchè matura è anche a domanda dei consumatori, più consapevoli di prima di ciò che serve veramente e forse anche stanchi del gioco inefficiente del download. La diminuita pressione delle APP è anche determinata dalla fine della guerra tra piattaforme che aveva caratterizzato la prima fase delle APP. Oggi i produttori sembrano molto più interessati a creare ecosistemi nei quali poche e ben strutturate APP sono affiancate da servizi, costruiti sia su applicazioni sia su risorse di cloud computing. Nel 2017 piattaforme come Netflix o Spotify saranno probabilmente affiancate da una miriade di servizi simili.

Tra le varie convergenze emergenti, capace di dare origine a situazioni completamente nuove c'è sicuramente quella che interessa le automobili autonome, intelligenti e senza autista. Il 2016 è stato l'anno delle grandi narrazioni e anticipazioni delle nuove automobili che verranno. Difficile che molte delle narrazioni dell'anno passato trovino riscontri concreti nel corso del 2017 ma molte delle idee innovative raccontate assumeranno durante l'anno la forma di oggetti reali e funzionanti. A impedire una rapida diffusione delle nuove auto non è la tecnologia inadeguata ma l'assenza di normative, legislazioni e infrastrutture adeguate. Il 2017 sarà un anno fondamentale per l'evoluzione delle nuove automobili ma non per la loro messa in strada. A caratterizzare il 2017 saranno le strategie, le scelte e gli investimenti che interesseranno un mercato destinato ad aprirsi negli anni successivi ed entro il 2020. L'arrivo in massa dei produttori di automobili in questo mercato farà fare grandi passi in avanti alla ricerca e allo sviluppo di nuove idee, prototipi e prodotti e favoriranno l'introduzione sul mercato di nuove tecnologie, disponibili e utilizzabili anche sulle automobili con autista. Queste nuove funzionalità, frutto di nuove soluzioni hardware e di tanta intelligenza artificiale sono probabilmente anche i prodotti più richiesti in una situazione di mercato nel quale pochi consumatori sono già pronti al grande salto cognitivo dell'auto senza autista.

L'innovazione durante il 2017 interesserà anche il mercato delle reti di oggetti e in particolare delle case intelligenti. Anche in questo mercato a fare la differenza sarà la convergenza e la connettività. Due qualità capaci di fare interagire tra loro termostati e frigoriferi e di offrire al consumatore, piattaforme e standard tecnologici su cui costruire la propria casa intelligente del futuro. Una casa nella quale troverà sempre più spazio l'assistente personale, come Echo di Amazon, dotato di intelligenza artificiale e capace di interagire vocalmente con le persone che lo posseggono. Nel 2017 questi assistenti personali integreranno un numero crescente di funzionalità e servizi fino a diventare veri e propri alter ego e partner nella gestione casalinga di strumenti tecnologici avanzati e in rete tra di loro, una specie di ponte tra l'utente e le sue proprietà e attività e dotato di API utili per future integrazioni e interazioni tecnologiche con altri oggetti in rete.

Echo non sarà che uno dei numerosi oggetti intelligenti che abiteranno le numerose reti delle cose che abiteranno gli scenari futuri del 2017. Il mercato IoT non è destinato a crescere solo per l'aumento di una effettiva domanda consumer ma anche per i crescenti investimenti in ricerca e sviluppo di un numero crescente di realtà imprenditoriali e di aziende intenzionate a sfruttare le nuove tecnologie per progetti di automazione, trasformazione, semplificazione e miglioramento dell'efficienza delle loro attività e organizzazioni.

Grazie all'accresciuta capacità delle macchine e degli algoritmi software di apprendere, il 2017 verrà colonizzato probabilmente da nuove generazioni di Bot, Chatbot e assistenti personali dotati di intelligenza artificiale, di parola (attraverso l'uso di linguaggi naturali) , di capacità di capire i bisogni e di funzionalità in grado di sostituirsi agli esseri umani in una miriade di attività. 

Il 2017 non sarà solo caratterizzato dalle tecnologie prodotte ma anche dalle azioni di coloro che le producono. Aziende di proprietà dei signori della Silicon Valley che giocano un ruolo sempre più rilevante nella vita sociale, politica ma anche cognitiva delle persone imponendo la loro visione del mondo e i loro modelli economici, libertari e democratici a parole, ma in realtà assolutamente coerenti con le logiche neoliberiste che vedono una assoluta e crescente disuguaglianza nella redistribuzione della ricchezza.

I signori del silicio, la famosa banda dei quattro, Google, Facebook, Amazon e Google continueranno la loro espansione in ambiti diversi da quelli legati alle tecnologie dell'informazione andando alla ricerca di nuovi guadagni nel mercato dell'automobile, della robotica e dell'automazione, delle costruzioni e dei trasporti, della logistica e della distribuzione.

Ciò che potrebbe mancare ancora nel 2017 è ciò che invece sarebbe necessario avvenisse: una maggiore consapevolezza da parte di consumatori e utenti del potere crescente della tecnologia e dei suoi effetti e una maggiore capacità di riflessione critica sulle interazioni tecnologiche che dominano sempre più la vita delle persone.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Twinbo snc

Twinbo è un'azienda giovane e dinamica, specializzata nello sviluppo di applicazioni...

Vai al profilo

ArsETmedia Srl

MOBILE MEDIA APPLICATIONS ET SOLUTIONS Sviluppo applicazioni, giochi, eBooks su iOS...

Vai al profilo

Sanmarco Informatica

Conoscenza, consapevolezza, spirito di gruppo, sono le parole che riassumono il nostro...

Vai al profilo

EiS Srl

Operiamo in ambito ICT come System Integrator presentando un’offerta costruita ad...

Vai al profilo