Lifestyle /

Droni Mania: un po’ di chiarezza fra professionisti ed amatori

Droni Mania: un po’ di chiarezza fra professionisti ed amatori

24 Gennaio 2017 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Fra le ultime novità in campo tecnologico spicca la “Droni mania”, ovvero la passione sfrenata per quei piccoli oggetti volanti a pilotaggio remoto, che sempre più spesso capita di veder volare sopra le proprie teste.

Utilizzato per girare video amatoriali postati poi sul canale Youtube, sbandierato durante le elezioni politiche come metodo per migliorare il sistema di sicurezza o acquistato in blocco dalle aziende più all’avanguardia, questo oggetto dalle mille sfaccettature sembra essere realmente alla portata di tutti. In realtà sulla sua origine e sugli usi effettivi per cui può essere oggi impiegato le informazioni sono tutt’altro che chiare e sono molti quelli che compiono quotidianamente infrazioni senza nemmeno esserne consapevoli. Certamente il fatto che i droni vengano sempre più spesso venduti online con i codici sconto Unieuro facilmente reperibili online ed altri mezzi che permettono di acquistarli a prezzi stracciati sui portali più frequentati dagli appassionati di tecnologia ha un’influenza non indifferente nella percezione che la gente comune ha di questi nuovi oggetti.

Facciamo quindi un po’ di chiarezza sul drone partendo dalla sua definizione e dalle sue origini, fino ad arrivare ai suoi usi nella società attuale. “Drone” è il termine improprio usato comunemente per definire gli Aeromobili a Pilotaggio Remoto (APR), dispositivi di dimensioni differenti capaci di volare sotto la direzione di un pilota, che può tranquillamente rimanere a terra. Sebbene siano in molti a pensare che la loro nascita sia avvenuta in anni recenti, questi oggetti risalgono in realtà al 1849, quando l’esercito austriaco colpì la città di Venezia attraverso palloni carichi di esplosivo. Da allora il loro sviluppo fu esclusivamente in campo militare fino ad arrivare ai giorni nostri, nei quali i droni vengono in parte utilizzati sia per scopi civili e professionali che a livello amatoriale.

Tuttavia la confusione nasce proprio dal fatto che non sembra esistere una linea che separi questi ambiti di natura diversissima; per questo l’ENAC - l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile - ha sentito l’esigenza di intervenire recentemente sul tema tramite la stesura di una normativa specifica che regolarizzi l’uso dei droni nei diversi settori di impiego. Naturalmente le norme riguardano strettamente chi fa uso di droni in spazi aerei potenzialmente pericolosi, ma esistono anche regole precise redatte ad hoc per chi ne fa un uso esclusivamente privato.

Ma chi rientra nella prima e chi nella seconda? Con grande sorpresa di molti il regolamento ENAC non si rivolge solo alle grandi aziende e agli enti autorizzati, bensì anche a tutti quei liberi professionisti che utilizzano i droni a scopi professionali. Come sottolinea infatti il direttore dell’ENAC Alessandro Cardi, intervistato dalla testata D.Day, “É proprio l’uso del drone a qualificare il tipo di drone: se l’uso è professionale rientra nella categoria dei SAPR, Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto e viene regolamentato dall’Enac, se invece l’uso è privato e rientra nel concetto di aeromodello ha una normativa a parte”.

Dunque, per fare un esempio concreto, il fotoreporter che si accinge a fare delle riprese dall’alto attraverso l’utilizzo di un drone deve rispettare le stesse norme pensate per una grande azienda come Amazon, che fra le altre cose ha festeggiato proprio lo scorso dicembre la prima consegna effettuata tramite questo dispositivo. Diverso è invece il caso di un appassionato di aeromodellismo che vuole far volare il proprio drone nel campo vicino a casa: per lui le principali norme devono essere dettate più che altro dal buon senso.

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Jekolab Srl

JekoLab, un laboratorio creativo Fondata a Torino nel 2011, JEKOLAB è specializzata...

Vai al profilo

DUECI

Il mondo Apple per le aziende e gli ambienti di produzione - Sviluppo software su...

Vai al profilo

INGEGNI Tech S.r.l.

INGEGNI Tech sviluppa applicazioni per il mercato mobile, sviluppando progetti per la...

Vai al profilo

Camagames

We’re the Camagames, founded Matteo Carretti to gather on music, graphic and...

Vai al profilo