Lifestyle /

La tecnologia che annoia, disturba e tradisce!

La tecnologia che annoia, disturba e tradisce!

21 Marzo 2017 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Capita a tutti perchè tutti sono coinvolti nel grande gioco del consumismo quotidiano nel quale si confrontano giocatori sempre più attrezzati tecnologicamente e aggressivi. E' un gioco praticato per accaparrarsi ogni budget disponibile e nel quale ogni trucco e mezzo è utilizzabile pur di arrivare all'obiettivo commerciale predefinito. Il mezzo tecnologico oggi più usato è quello dei Call Center, spesso automatizzati e robotizzati con addetti alla vendita in forma di algoritmi capaci di sfornare centinaia di Robo-chiamate quotidiane.

La pervasività della tecnologia nella vita quotidiana di ognuno non è causale ma legato anche all'idea che della tecnologia tutti si sono fatti. Una tecnologia capace di risolvere problemi e di semplificare la vita di ognuno con le sue soluzioni, applicazioni e dispositivi.

Esiste però anche un altro tipo di pervasività, per nulla legato alla risoluzione di problemi ed in realtà capace solamente di crearne di nuovi. Non ha nulla a che vedere con le meraviglie tecnologiche delle quali ci si innamora perchè capaci di facilitare le attività lavorative, la circolazione in una città o in territori sperduti e di semplificare la vita casalinga, didattica, scientifica e culturale. Si presenta nella forma di telefonate, continue, da più fonti, con numeri di chiamata cangianti nel tempo, insistenti, commerciali, politiche e alla lunga sempre più noiose, fastidiose e insopportabili.

Sempre più spesso le telefonate in arrivo da quelli che tutti continuano a chiamare Call Center si presentano nella forma di Robo-Chiamate, telefonate computerizzate e dotate di algoritmi capaci di distribuire e comunicare messaggi preregistrati o di gestire una qualche forma di conversazione. Spesso queste chiamate sono associate a messaggi commerciali, di telemarketing ma anche politici e qualche volta sono usate per messaggi di pubblica utilità (ciò è però vero per realtà diverse dall'Italia come ad esempio gli Stati Uniti nei quali il messaggio di un uragano in arrivo può essere comunicato attraverso una Robo-Chiamata.

La sofistcatezza delle tecnologie usate è tale che spesso il destinatario della chiamata non è in grado di distinguere la voce robotizzata da quella di un essere umano. Il segreto è facilmente svelabile se si presta attenzione alle modalità con cui è condotta la conversazione, dalla gestione delle pause e dal modo con cui vengono gestite le risposte possibili. Se una risposta non è ad esempio contenuta nella banca dati usata dal Robo-Chiamante per conversare, si otterranno delle reazioni di default, standardizzate e spesso finalizzate a chiedere nuove risposte o a ripetere l'intero percorso della conversazione.

Le chiamate da Call Center sono da tempo un problema. Lo sono per fasce di età diverse ma soprattutto persone anziane, sempre in casa e spesso sollecitate a rispondere al telefono che squilla perchè preoccupate dai motivi e dai messaggi delle chiamate in arrivo. Si trovano invece spesso coinvolte in conversazioni con abili addetti commerciali che, seguendo schemi e messaggi predeterminati perseguono con abilità i loro obiettivi puramente commerciali e marketing non tenendo in alcun conto la persona con la quale stanno interagendo.

Altri articoli sul tema: Stalking marketing: il racconto di un’esperienza con SkyStalking Marketing e pubblicità interstiziale - Se 100 chiamate Sky vi sembrano poche: stalking marketing compulsivo! - Stalking marketing: l’approccio marketing vecchio di SkySempre più schiavi di algoritmi tecnologiciL’estinzione della chiamata telefonica. Quando quella dei call center?

L'invasività delle chiamate da Call Center, in costante e preoccupante aumento, è tale dall'avere aumentato il disagio che sempre deriva da chiamate inopportune. Sono chiamate rese sempre più insopportabili dalla diffusione dei dispositivi mobili che hanno reso tutti gli italiani raggiungibili in ogni momento del giorno e in ogni luogo. Sono chiamate in qualche modo anche piene di rischi perchè spesso alla caccia di numeri di carte di credito o IBAN, e spesso di contratti per nuovi servizi o prodotti di cui non si sa neppure di avere bisogno o di averne richiesto l'erogazione e consegna.

Mentre molti Call center sono in crisi, nonostante delocalizzazioni varie, perchè molti committenti investono forse budget inferiori, proliferano le Robo-Chiamate, esattamente come un tempo proliferavano gli SMS inviati per suggerire il voto a un partito o a un suo candidato o a visitare un centro commerciale o servizio online. Le Robo-Chiamate continuano a essere insopportabili, noiose, e invasive ma introducono anche nella comunicazione una qualche forma di disumanità che dimostra come la tecnologia non è sempre destinata a risolvere problemi e a fare stare bene le persone.

Ciò che meraviglia e dovrebbe fare arrabbiare molti è che sul tema nessuno intervenga imponendo limiti, regole e norme da rispettare. Molte Robo-Chiamate potrebbe essere messe al bando e chi le usa punito per avere leso la privacy delle persone ma soprattutto il loro diritto alla riservatezza, invisibilità, silenzio, ecc. ecc. La stessa tecnologia oggi usata per alimentare il database delle Robo-Chiamate potrebbero essere usate per alimentare la banca dati delle persone da non chiamare. disturbare, annoiare, importunare.

La politica potrebbe intervenire per imporre vincoli strettissimi a coloro che fanno uso di Robo-Chiamate gestite da call center e risorse collocate fuori dall'Italia oppure potrebbero far pagare i committenti di quelle chiamate per ogni telefonata che viene fatta. I produttori di tecnologia infine potrebbero ingegnarsi per dotare i dispositivi tecnologici di algoritmi e software capaci di individuare una chiamata come inopportuna perchè Robo-Chiamata. Gli utenti e i consumatori possono pur sempre non rispondere, eliminare il telefono fisso, attivarsi per far conoscere la propria arrabbiatura in modo che possa trasformarsi da protesta individuale in protesta politica.

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Systech Srl

Nata nel 1994, Systech è una azienda specializzata nella progettazione e nello...

Vai al profilo

Computime Srl

Computime, rivenditore Apple dal 1983, Servizi per l'editoria, Software House. La...

Vai al profilo

Applix Srl

Vai al profilo

Andrea Parisse

Enterprise Architect Sono laureato in Informatica e lavoro nel settore ICT di una...

Vai al profilo