Lifestyle /

Millennial: desktop o smartphone? Entrambi!

Millennial: desktop o smartphone? Entrambi!

17 Ottobre 2016 Redazione SoloTablet
SoloTablet
Redazione SoloTablet
share
Per la maggioranza dei nativi digitali Millennial e per la nuova generazione Zeta lo smartphone è diventato lo strumento di personal computing di preferenza. Lo è sicuramente per la navigazione di Internet. Nessuna sorpresa considerando l’evoluzione di tutte le tecnologie mobili e l’emergere di nuovi stili di vita da esse indotti o creati.

Il declino del desktop è una costante degli ultimi anni così come lo è (quasi 10% all’anno) il suo utilizzo per la navigazione di Internet. Nel 2016 qualche analista ha calcolato che si spende online attraverso un dispositivo mobile un trilione di minuti, il doppio di quelli spesi davanti allo schermo di un desktop. Un Millennial su cinque non fa più uso di alcun computer ma la maggior parte di essi non usa solo e soltanto dispositivi mobili. Anzi molti dei Millennial si considerano una generazione multi-schermo e multi-display. La navigazione Internet dallo schermo di un desktop continuerà a declinare ma ciò non significa la sparizione del desktop.

Il fatto che il desktop continui a rimanere una piattaforma importante anche per i Millennial dipende dal diverso utilizzo che di esso viene fatto. Ad esempio la navigazione Internet da desktop evidenzia comportamenti diversi, ad esempio una sosta più lunga nei luoghi visitati e una lettura diversa e più attenta dei contenuti in essi presenti. Ciò non significa che il desktop non venga sostituito in futuro da dispositivi diversi, essenzialmente mobile. Già oggi ad esempio la pubblicità funziona dieci volte meglio su mobile che su desktop, a testimoniare il diffondersi di abitudini e comportamenti sempre più legati alla mobilità e alle tecnologie che la rendono possibile. La stessa cosa vale anche per i video che risultano catturare maggiore attenzione sul Mobile con una visione che raggiunge in media il 75% dei contenuti.

La scelta dei Millennial dicono gli analisti e studiosi di questa generazione è Mobile ma non è solo Mobile. Il mercato Mobile è maturo e saturato di dispositivi. Lontani sono i tempi dl boom rappresentato dalla crescita esponenziale di Facebook con un suo uso prevalentemente mobile. Mentre nel 2013 l’aumento degli accessi a Internet da Mobile era stato del 75% ora la crescita continua ma in modo più rallentato.

L’attenzione di produttori di contenuti è tutta rivolta al mobile ma alcuni analisti come Deloitte suggeriscono loro di non dimenticare il desktop e di non ottimizzare video e altri contenuti mediali solo per lo smartphone o il tablet. Il futuro è sicuramente il dispositivo mobile ma non è prevista la sostituzione globale del desktop in tempi brevi.

Più della piattaforma di accesso conta il livello di coinvolgimento dei Millennial e i contenuti che lo rendono possibile. In primo piano per i Millenial c’è il contenuto video, spesso consumato su schermi diversi o con partiche multi-schermo. Chi volesse sfruttare il consumo di video per promuovere prodotti deve sapere che i Millennial non amano pubblicità che superano i 10 secondi e non sono facilmente catturabili da tecniche tipiche dei media sociali pensate per catturare un click o rubare a lungo l’attenzione.

Il livello di aspettative è cresciuto in modo esponenziale. Tutto avviene in tempo reale e on-demand e deve soddisfare le esigenze dell’utente di godere di esperienze gratificanti e premianti. In questo contesto i Millenial rappresentano un’audience selettiva, esigente e difficile, soprattutto per la loro difficioltà a prestare a lungo attenzione a qualcosa a cui il loro cervello e vista sono esposti online e in mobilità.

L’evoluzione continua della tecnologia favorirà l’emergere di nuovi stili di vita e abitudini ma tra queste non ci sarà l’abbandono rapido del desktop o del computer laptop. In particolare quest’ultimo, nella sua versione di 2-in-1 o tablet-PC è destinato a riconquistare, come seconda piattaforma, nuovi utenti e consumatori.

 

comments powered by Disqus

Sei alla ricerca di uno sviluppatore?

Cerca nel nostro database


Nexus srl

Vai al profilo

Camagames

We’re the Camagames, founded Matteo Carretti to gather on music, graphic and...

Vai al profilo

Wemotic

Wemotic è una nuova realtà operante nei settori dell’IT e della Comunicazione nata...

Vai al profilo

Arsenal S.R.L.

Simulatori e visual simulation immersiva ad elevata interattivita' - con software di...

Vai al profilo